«Nella foga contro Formigoni ci si dimentica di come è governata la Regione»

Intervista a Carlo Tognoli, sindaco di Milano dal 1976 al 1986 e più volte ministro della Repubblica: «La Lombardia è governata bene. I servizi funzionano meglio che altrove, a cominciare dalla sanità».

«Nella foga polemica l’opposizione a Roberto Formigoni tende a sottovalutare gli elementi oggettivi che sono a favore del governatore. È la contrapposizione politica, certo, ma non dimentichiamo che la Lombardia nel complesso è governata abbastanza bene». Così l’ex sindaco di Milano Carlo Tognoli, che non vuole parlare delle «questioni che riguardano personalmente il presidente della Lombardia, perché non le conosco se non dai giornali», preferisce entrare nel merito di come è governata la Regione.

Socialista, già sindaco di Milano dal 1976 al 1986, Tognoli è stato anche più volte ministro della Repubblica tra il 1987 e il 1992. Dichiara a tempi.it sulla Regione più bistrattata d’Italia dove, secondo la mozione di sfiducia presentata dal centrosinistra, «i temi della corretta amministrazione, dell’efficienza, della trasparenza, dell’efficacia dei controlli sull’attività pubblica sono stati ripetutamente disattesi»: «La Lombardia nel complesso è governata abbastanza bene . È una regione nella quale i servizi, salvo qualche carenza, funzionano meglio che altrove, a cominciare dal servizio sanitario».

Non solo: «Trasporti e comunicazioni sono soddisfacenti, l’ambiente è ben tutelato – continua Tognoli – mentre la ricerca scientifica e tecnologica non è stata dimenticata dal governo regionale». C’è da chiedersi allora perché i giornali e l’opposizione chiedano insistentemente le dimissioni del presidente della Regione. «Nella foga polemica l’opposizione a Formigoni tende a sottovalutare gli elementi oggettivi che sono a favore del governatore. È la contrapposizione politica».