Per Hollande la Marianna di Francia ha il volto di Inna Shevchenko, leader delle Femen

Il nuovo francobollo dedicato al simbolo della Repubblica ha il volto della leader delle femministe in topless.

Il nuovo francobollo dedicato alla Marianna, simbolo della Francia laica e repubblicana, è stato svelato domenica all’Eliseo da parte di François Hollande che ha sottolineato come l’effige sia l’illustrazione della gioventù, priorità del suo mandato.
Questo francobollo è stato disegnato da David Kawena e Olivier Ciappa. Quest’ultimo aveva realizzato una mostra di fotografie, vandalizzata due volte a Parigi, in favore del matrimonio omosessuale, “Le coppie immaginarie”, in cui metteva in scena personalità famose come fossero coppie omosessuali o famiglie “omoparentali” fittizie.

Olivier Ciappa ha riconosciuto su Twitter d’essersi ispirato a «molte donne ma soprattutto Inna Shevchenko».

La Marianna è il volto della Francia sui francobolli dal 1944 ma questa tradizione risale alla Rivoluzione francese e rappresenta la permanenza dei valori. Una prima rappresentazione si può trovare nel quadro di Eugène Delacroix, “La Libertà che guida il popolo”. Dal 1969, l’Association des maires de France (AMF) sceglie una bellezza francese per personificarla ad esempio Brigitte Bardot, Catherine Deneuve, Laetitia Casta.
Hollande ha voluto ancora una volta ribadire il suo pensiero ideologico decidendo di associare il volto della Francia a un artista pro-matrimonio gay e alla leader del movimento Femen che, tra gli innumerevoli altri atti osceni e blasfemi commessi negli anni, il 12 febbraio 2013 aveva manifestato nuda dentro Notre-Dame per “festeggiare” le dimissioni di Benedetto XVI, al grido di “pope no more” e la legge Taubira sui matrimoni omosessuali.