Indonesia. Estremisti islamici attaccano una chiesa protestante

È accaduto nella provincia di North Sumatra, durante una funzione domenicale. Lo scopo degli assalitori è proibire le attività di culto cristiane, riferisce Asianews

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Estremisti islamici del Fronte di difesa islamico hanno attaccato una chiesa cristiana della Huria Kristen Batak Protestant di Tandem, interrompendo una funzione domenicale. È accaduto in Indonesia, nella città di Binjai, nella provincia indonesiana di North Sumatra. Durante la funzione, centinaia di fedeli della locale comunità cristiana sono stati presi di mira dagli integralisti islamici, minacciati e costretti ad abbandonare la loro chiesa. Hanno fatto rientro nelle loro abitazioni, scortati dalle forze di polizia.

PRESSIONI SUI GIUDICI. Gli islamisti hanno assaltato la chiesa e minacciato i fedeli denunciando l’illegalità della funzione religiosa. Secondo fonti di AsiaNews, lo scopo degli integralisti è impedire che le autorità locali approvino le attività finalizzate al culto all’interno dell’edificio. L’azione delle frange estremiste sarebbe finalizzata a mettere pressione sui giudici che stanno valutando i requisiti di validità del luogo di culto cristiano. Ahmad Nasir, coordinatore del Fronte di difesa islamico, afferma che l’interruzione delle funzioni cristiane a Tandem ha avuto il sostegno politico delle autorità locali, riferisce AsiaNews.

CAMPAGNA ISLAMISTA. In Indonesia, paese islamico più popoloso al mondo, benché formalmente garantita, la libertà di culto è costantemente messa sotto attacco dagli integralisti. Nella provincia di Aceh vige la legge islamica e in molte altre aree si fa sempre più radicale l’influenza della religione musulmana nella vita dei cittadini. Il Fronte di difesa islamico è il protagonista di questa campagna di islamizzazione, e nelle aree sotto il proprio controllo impone norme e regolamenti ispirati alla sharia e compie attacchi e violenze contro le minoranze.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •