Google+

In Venezuela le famiglie devono razionare il dentifricio

luglio 10, 2017 Redazione

«Sono sempre stata abituata a lavarmi i denti la mattina e prima di andare a letto. Ora però non posso più permettermelo». Testimonianze della crisi del paese sudamericano

epa05155581 A woman shops in a supermarket in Caracas, Venezuela, 11 February 2016. Venezuelan Parliament has declared the 'National food crisis' and called the UN agencies FAO and Uniced to assess the risk of scarcity in the Venezuelan population.  EPA/MIGUEL GUTIERREZ

«Sono sempre stata abituata a lavarmi i denti la mattina e prima di andare a letto. Ora però non posso più permettermelo e lo faccio solo al mattino». Margarita Rangel è l’emblema della crisi economica che ha colpito il Venezuela e che ha innescato le proteste antigovernative contro il presidenteNicolas Maduro. La repressione dell’esercito ha già portato alla morte di oltre 90 persone.

Rangel vive in un sobborgo della capitale Caracas, dove lavora in una fabbrica statale di cosmetici. Un tubetto di dentifricio costa la metà del suo salario settimanale, che è quello minimo previsto dallo Stato e percepito dal 32 per cento della forza lavoro del paese. Nonostante l’1 luglio Maduro abbia aumentato per la terza volta in un anno il salario minimo a 250 mila bolivar, una famiglia media di cinque persone può sopravvivere al massimo per una settimana. Come riportato dal Washington Post, l’82 per cento delle famiglie vive sotto la soglia della povertà.

La donna ha dovuto eliminare dalla dieta familiare la carne di manzo, di pollo, l’insalata e la frutta. Può permettersi soltanto riso, fagioli, sardine e qualche uovo ogni tanto. «Una volta bevevamo del succo e mangiavamo della cioccolata. Mi mancano molto». Nel suo quartiere vive anche Rainer Figueroa, 30 anni, che ha smesso di giocare a calcio perché «non potevo più permettermi di bruciare calorie». Negli ultimi sei mesi ha perso quasi dieci chili per la mancanza di cibo. «Non ho più neanche i soldi per prendere l’autobus e portare mio figlio a giocare al parco nel weekend».

Con l’inflazione cresciuta del 700 per cento quest’anno, gli aumenti dei salari sono inutili. La produzione infatti non è migliorata nel paese e solo nel 2016 l’economia è crollata dell’11 per cento. «Un tempo mi piaceva cucinare ma ora non ho più niente da preparare», conclude Rangel. «Non vedo neanche più i miei amici perché finiamo sempre a parlare di tutto quello che non abbiamo più».

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Marbella (Spagna) – La Yamaha più venduta ha le forme essenziali ma non prive di fascino della MT-07. Lanciata nel 2014, ha inanellato record dopo record, totalizzando oltre 120.000 pezzi consegnati. L’Europa è il suo mercato d’elezione, ma anche gli Stati Uniti fanno la loro parte. A quattro anni dall’esordio, la MT-07 cambia più nella […]

L'articolo Prova Yamaha MT-07 my 2018 proviene da RED Live.

I primi dati e le foto ufficiali della wagon svedese. Che mira a diventare il nuovo punto di riferimento fra le familiari medie di lusso. Con un design senza fronzoli e tanta sicurezza. A Ginevra ne sapremo ancora di più

L'articolo Nuova Volvo V60 – la station che seduce proviene da RED Live.

Carburante artico e additivi specifici: ecco le soluzioni per scongiurare la formazione dei cristalli di paraffina ed evitare il congelamento del gasolio nelle giornate di grande gelo. Aggiungere benzina nel serbatoio? Una trovata ottima per cambiare motore!

L'articolo Come evitare il congelamento del gasolio proviene da RED Live.

Passano gli anni ma il tre cilindri della Triumph Speed Triple rimane una delle moto da bar tra le più gustose. Ha coppia e cavalli giusti, non è una moto rapida, ma ha un bell'avantreno e una ciclistica sportiva: 13.850 euro la S e 15.950 euro la RS

L'articolo Prova Triumph Speed Triple 1050 RS proviene da RED Live.

Botte piena e moglie ubriaca? I moderni pneumatici Sport Touring puntano a darvi di tutto un po’. Durata, miglior comportamento sul bagnato, e più efficacia nella guida “spigliata” sono i punti chiave su cui Michelin ha lavorato per il nuovo Road 5. Saranno riusciti nell’intento? Siamo andati in Spagna per verificarlo

L'articolo Prova Michelin Road 5 Sport – Touring per vocazione proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi