Il Festival parte bene, ma non decolla

Prima puntata con 12 milioni di telespettatori, e la Casta che domina il palcoscenico. Ma risultati di audience in calo rispetto all’anno scorso

Partenza buona per il Festival di Sanremo, seguito da 12 milioni e mezzo di persone, con un 45,77 per cento di share. Un buon risultato, ma si può fare ancora di meglio. La prima puntata dello scorso anno, sempre condotto da Fabio Fazio e Luciana Littizzetto, era stato seguito da oltre 14 milioni di spettatori.

FUORI PROGRAMMA. La prima puntata è stata parecchio movimentata e affollata di ospiti, anche non previsti, come i due lavoratori precari che minacciavano di buttarsi giù dalla balaustra. Poi il ritorno di Laetitia Casta, quindici anni dopo la sua prima apparizione italiana e festivaliera, sempre accanto a Fazio, che anche ieri sera con la bellissima attrice ha recitato la parte del cascamorto. Ha fatto molto discutere anche il duetto Mauro Pagani/Luciano Ligabue sulle note di Creuza de Ma’, capolavoro dialettale di Fabrizio De Andrè. Ecco poi arrivare Raffaella Carrà, impegnata a presentare il suo nuovo disco, e i sette cantanti in gara, Arisa, Frankie HI NRG, Antonella Ruggiero, Raphael Gualazzi & The Bloody Beetroots, Cristiano De André, i Perturbazione e Giusy Ferreri a chiudere questa prima serata.