I nominati agli Oscar ricevono premi maggiori dell’Oscar stesso

C’è una tradizione ormai consolidata tra sponsor e celebrità, che fa sì che in occasioni di premiazioni importanti, quali Oscar, Grammy, Bafta, i divi ricevano pacchi regalo. Così anche chi non debba vincere un premio potrà portarsi a casa qualcosa con cui consolarsi. Le chiamano “goodie bag” e contengono beni di lusso, prodotti non ancora usciti sul mercato, oggettistica varia di grande valore. Si pensava che la “goodie bag” più costosa della storia sarebbe a lungo rimasta quella delle premiazioni degli Oscar del 2010, del valore di 61 mila dollari, ma quella del 2012 ne valeva ben 62 mila. In questa scatola delle meraviglie c’erano anche dei buoni per trattamenti di chirurgia estetica non invasiva, delle sedute di personal trainer, un abbonamento per un anno in un salone di parrucchiere esclusivo, e tanti prodotti per il benessere di una star, fatti con ingredienti preziosi e lontani anni luce da quelli della grande distribuzione.

BAFTA. Ancora non si conosce il contenuto della “goodie bag” degli Oscar di quest’anno, ma per il momento ci si può lustrare l’invidia con quella dei Bafta, i premi della critica inglese. Qui, a differenza dei colleghi hollywoodiani, gli sponsor rimangono più contenuti, limitando il budget star a 2500 sterline. Gli aspiranti vincitori riceveranno un fine settimana in un resort di lusso, una sciarpa di seta Escada, trucchi Lancome, un buono sconto per acquistare un orologio, un porta notebook in pelle nera, champagne Tattiger e una serie di trattementi per i capelli. In questi casi è proprio vero che l’importante è partecipare.