Google+

Dai Tariq, ti è andata bene

febbraio 1, 2018 Redazione

Messo in stato di fermo a Parigi per due accuse di stupro, il controverso teologo musulmano ha poco da lamentarsi

Tariq Ramadan è uno dei “cattivi maestri” dell’islam, ed è stato fermato a Parigi non per le sue idee ma per un’accusa di stupro. Il controverso teologo svizzero di famiglia egiziana, nipote del fondatore dei Fratelli musulmani, è stato interrogato ieri dalla polizia francese che indaga per accuse di stupro e violenze nei suoi confronti. Le denunce sono due e sono già costate allo studioso l’incarico di professore di studi islamici all’università di Oxford. Altri sospetti sono stati avanzati sul suo comportamento disinibito con gli studenti svizzeri negli anni Ottanta e Novanta. Lui ha sempre negato ogni accusa.

Vedremo. Quel che si può già osservare, come fa ad esempio oggi Il Foglio, è che a Ramadan, in un certo senso, è andata bene: sarà infatti giudicato da un tribunale laico francese, con tutte le garanzie del caso. Si trovasse di fronte a uno di quei tribunali della sharia che tanto gli piacciono, finirebbe in un’altra maniera: con la lapidazione.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!