Consensi per Hollande in caduta libera: ora lo appoggia solo il 36 per cento dei francesi

A maggio il 55 per cento dei francesi approvava Hollande. Dopo quattro mesi, a settembre, il suo gradimento è sceso al 41 per cento e ora è al 36. Tasse e disoccupazione i motivi principali della caduta.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Solo un terzo dei francesi è soddisfatto dalle politiche attuate dal governo socialista del presidente Francois Hollande. I risultati dell’indagine condotta dall’istituto OpinionWay per il quotidiano Le Figaro dicono che il 36 per cento è soddisfatto da quanto fatto fino ad ora da Hollande, mentre il 64 per cento no.

CROLLO DI CONSENSI. Quando Hollande è stato eletto a maggio, appena cinque mesi fa, il 55 per cento dei francesi lo approvava. Dopo quattro mesi, a settembre, il suo gradimento è sceso al 41 per cento e ora è al 36. Per uscire dalla crisi, rispettando le tappe fissate dall’Unione Europea, Hollande ha varato una finanziaria che deve raccogliere, tra tagli e aumenti delle tasse, 30 miliardi di euro.

TASSARE TUTTO. Il presidente ha tassato, tra le altre cose, la birra, gli energy drink e i redditi che superano il milione di euro. E sarebbe andato ancora oltre se le proteste degli imprenditori non l’avessero fermato. Intanto la disoccupazione continua ad aumentare e proprio Hollande ha dichiarato che il trend si invertirà solo alla fine del 2013. Anche per questo la maggior parte delle oltre mille persone che sono state intervistate da OpinionWay si è dichiarata insoddisfatta del presidente, mentre il 47 per cento ha affermato anche che negli ultimi sei mesi le cose sono addirittura peggiorate.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •