Cina. Seminaristi rifiutano di celebrare Messa coi vescovi illeciti

I seminaristi di Pechino hanno disertato la cerimonia di consegna dei diplomi. Non hanno accettato che a consegnarli fossero vescovi della chiesa patriottica o a loro vicini

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Tratto da Zenit I seminaristi di Pechino hanno disertato la cerimonia di consegna dei diplomi prevista per la fine del mese di giugno, rifiutandosi di concelebrare la Messa presieduta da vescovi illeciti o coinvolti nelle ordinazioni illecite degli scorsi anni. Ne dà notizia l’agenzia Asia News, spiegando anche che il Seminario nazionale della capitale ha prima cercato di mediare con gli studenti ma poi è stato costretto ad annullare la cerimonia.

A celebrare la Messa conclusiva doveva essere in un primo tempo il vescovo illecito Giuseppe Ma Yinglin, rettore del seminario dal 2010 e ordinato vescovo di Kunming nel 2006 senza l’approvazione del Papa e scomunicato quindi dalla Santa Sede, qualche tempo dopo.

Dopo le prime proteste – riferisce l’agenzia – la direzione del seminario ha proposto il vescovo Giovanni Fang Xingyao, membro della direzione del seminario e presidente dell’Associazione patriottica. La stessa che Benedetto XVI definì “incompatibile” con la fede cattolica nella Lettera ai cattolici cinesi del 2007.

Il presule guida la diocesi di Linyi ed è stato ordinato vescovo nel 1997 con l’approvazione del Vaticano, ma con il tempo si è avvicinato sempre più al governo.

Anche la proposta di Fang Xingyao quindi è stata respinta dai seminaristi, che hanno sottolineato come abbia partecipato a diverse ordinazioni episcopali illecite. Alla fine, i due vescovi non hanno partecipato alla cerimonia del 29 giugno ma non hanno neanche conferito i diplomi ai seminaristi. E, secondo alcune voci, saranno sospesi anche i corsi avanzati per sacerdoti e religiose previsti per inizio settembre.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •