Fumetto – Novità da Reggio Emilia e premio Papersera

Logo mostra a colori 2Il 31 maggio si è svolta a Reggio Emilia la 52esima mostra mercato del fumetto, appuntamento molto interessante per gli appassionanti, in quanto un evento curato dall’ANAFI, ovvero l’Associazione Nazionale Amici del Fumetto e dell’Illustrazione.  Si tratta di un’occasione in cui fare il punto sullo stato del fumetto, sulle quotazioni di mercato e sulla scena artistica. In particolare, quest’anno erano ospiti Lorenzo Pastrovicchio, un grande nome della Disney, specie quella più innovativa, Giulio De Vita, talento di grande successo in Francia, e Marco Soldi, noto autore Bonelli, specie per quel che riguarda Julia. E parecchi erano gli espositori e i banchetti ricolmi di fumetto d’antiquariato e di perle rare. L’ANAFI ha anche assegnato una serie di premi di livello, scelti da una votazione effettuata da tutti i suoi soci. Inoltre, il premio alla carriera quest’anno è stato vinto da Milo Manara che, gentile e garbato come sempre, ha ringraziato calorosamente tutti. Inoltre, era presente una colonna della critica fumettistica, ovvero Antonio Faeti, premiato per il suo ultimo libro, La storia dei miei fumetti, lucido e nostalgico ritratto di una vita e di un grande amore per intere generazioni di successi e di nuvolette.

coverCastyInoltre, come ogni anno a partire dal 2006, è stato assegnato il premio Papersera. Il sito Papersera.net nasce come punto di riferimento per gli appassionati di fumetto Disney più di dieci anni fa, il 10  settembre 2003. Nel 2014 si è trasformato, divenendo un’associazione vera e propria, sotto ogni punto di vista, legale e di sostanza. Ora, come attività di volontariato, ha inscritto nello statuto “la volontà di promulgare e diffondere la cultura del fumetto tramite la discussione, l’analisi, la raccolta e la pubblicazione dei dati ad esso relativi anche attraverso risorse online, eventi e media“. Fumetto Disney e non solo quindi. Una nobile iniziativa che è sostenuta da comuni lettori e appassionati, che mi mettono il tempo e la voglia per costruire una rete di nuovi lettori e di nuovi critici. Un esempio evidente è la Biblioteca del Papersera, che già ospita una serie di volumi di rilievo sui più grandi sceneggiatori disneyani. L’ultimo, quest’anno, è stato dedicato a Casty, vincitore del premio con Casty – Il nome sopra il titolo. Nome d’arte per Andrea Castellan, l’autore di Gorizia è stato capace di dare nuova linfa alle storie con Topolino, rifacendosi ai classici Gottfredson e  Scarpa, andando oltre, con invenzioni guizzanti, battute ad effetto e sapiente costruzione registica. Il libro riesce a sviscerare tutto questo con affetto ed intelligenza, riuscendo a connettere bene 80 anni di fumetto Disney.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •