Berlusconi: «Partiamo dalle cose da fare. Contento per il pensionamento dei politicanti» [link url=https://www.tempi.it/berlusconi-non-si-puo-ignorare-il-valore-della-governabilita-contento-per-il-pensionamento-dei-politicanti#.US5Py-u51Wc]Video[/link]

Videomessaggio di Silvio Berlusconi sul voto: «Partiamo dalle cose da fare: riduzione delle spese, della pressione fiscale, dei conti in ordine per restare in Europa a testa alta e delle riforme istituzionali».

 «Ho sentito dei leader parlare di un vago programma: che riguarda la politica, la legalità, le elezioni ma non hanno detto nulla su un tema cruciale come l’economia o le tasse e lo sviluppo: ma dove vivono, se non capiscono che il punto è questo?» così si domanda Silvio Berlusconi in un videomessaggio pubblicato su internet per ringraziare gli elettori del risultato ottenuto alle elezioni e per informarli sulle prossime mosse del Pdl.

GRAZIE AGLI ELETTORI. «Prometto a chi mi ha sostenuto – continua – che sarò in campo per far fruttare nell’interesse dell’Italia il consenso di cui sono stato destinatario, ogni voto mi responsabilizza e mi spinge a dedicare tutto me stesso per contribuire a garantire futuro e libertà e benessere agli italiani. Ringrazio i nostri elettori».

LA GOVERNABILITÀ PRIMA DI TUTTO. Nei prossimi giorni «dovremmo riflettere sugli scenari politici e sulle proposte per il futuro del Paese» ha insistito, «nessuna forza politica e responsabile può ignorare il valore della governabilità» che va garantita con «una riforma delle istituzioni». «Le forze politiche nella loro autonomia e responsabilità devono iniziare a dipanare la matassa della legislatura non ancora iniziata. Non si deve partire dalle alleanze ma dalle cose: riduzione delle spese, della pressione fiscale, dei conti in ordine per restare in Europa a testa alta e delle riforme istituzionali».

ALLEGGERIMENTO FISCALE. Berlusconi rinnova l’impegno a «rovesciare la politica austera e senza crescita che ci ha inchiodato alla recessione» e «consentire al Paese di cambiare rotta» a partire «dall’alleggerimento fiscale che è l’unica via per ridare respiro alle famiglie, alle imprese e aumentare i consumi, per dare vigore a Italia. Per noi ogni discorso deve partire da qui».

PENSIONAMENTO DEI POLITICANTI. Infine, una battuta sugli illustri esclusi dal Parlamento: «È successo con il voto il pensionamento dei vecchi mestieranti, dei politicanti, e questo non ci fa dispiacere. E poi la bocciatura senza appello di tecnici lontani dalla realtà del Paese».