Avviato processo di risveglio dal coma per Schumacher

A renderlo noto è stata la portavoce del sette volte campione del mondo, che ha spiegato che sono stati diminuiti i sedativi somministrati a Schumi. Per il quotidiano francese L’Équipe lo sportivo “sbatte già le palpebre”

Ad un mese dall’incidente, oggi sono iniziate le procedure per il risveglio dal coma di Michael Schumacher. A dichiararlo è stata la portavoce del campione del mondo di Formula 1, Sabine Kehm: «I sedativi somministrati a Michael sono da pochi giorni in diminuzione al fine di iniziare un processo di risveglio che potrebbe durare a lungo».

MUOVE LE PALPEBRE. Schumi è in coma da quando ha avuto un incidente di sci a Grenoble, sulle alpi francesi. La Kehm oggi ha anche spiegato che «Inizialmente è stato convenuto tra le parti interessate di non comunicare quest’informazione medica se non quando il processo di risveglio sarà completato, al fine di proteggere la famiglia. Pertanto non daremo alcuna informazione sulle tappe intermedie». Poi ha ribadito che «La famiglia di Michael Schumacher chiede nuovamente che venga rispettata la sua intimità e il segreto medico e di non disturbare i sanitari nel loro lavoro». Il quotidiano francese L’Équipe ha intanto riportato la notizia che Schumacher addirittura “sbatte le palpebre”.