Google+

Una statua di Satana davanti al Parlamento dell’Oklahoma, «pensata come un gioco per bambini»

dicembre 10, 2013 Benedetta Frigerio

La setta Satanic Temple ha proposto la costruzione di un monumento che sia anche un gioco per i bambini: «Vogliamo che i bimbi vedano che il satanismo è lì dove c’è il divertimento»

Vogliono una statua di satana davanti al Parlamento, anche se, assicurano, sarà «di buon gusto e compatibile con gli standard della comunità». Lucien Greaves, portavoce dei Satanic Temple, i devoti di satana che hanno sede a New York, ha avanzato questa richiesta alla città di Oklahoma City.

«CI AVETE AIUTATI». Come riportato da numerosi media statunitensi, e in Italia oggi dal quotidiano Libero, la città è famosa da quando, nel 2009, riuscì a riportare l’interpretazione della separazione fra Chiesa e Stato come fu intesa dai padri costituenti: per il sostegno senza ingerenze dello Stato alle chiese. Allora fu il deputato repubblicano cristiano, Mike Ritze, il primo a introdurre una legge che permise l’istallazione di monumenti religiosi di fronte a Capitol Hill. Così, con 10 mila dollari di donazioni private, fu costruita una statua che rappresenta la tavola dei 10 comandamenti.
Ora Satanic Temple sta usando proprio di quella norma per chiedere alla Commissione incaricata di vagliare fra diversi soggetti demoniaci, per poi raccogliere fra gli adepti della setta i 20 mila dollari necessari alla costruzione di un monumento. Fra le proposte c’è il classico pentagramma, anche se, ha sottolineato ancora la portavoce, «la mia idea preferita in questo momento è un gioco per i bambini. Vogliamo che i bimbi vedano che il satanismo è lì dove c’è il divertimento».

NON È  TUTTO UGUALE. Greaves ha confermato di voler usare proprio della religiosità presente nel Dna di questo Stato, che si sta battendo per il ristabilimento dei simboli religiosi nei luoghi pubblici: «Il deputato Ritze – ha detto – ha aiutato l’agenda satanica più di quanto nessuno di noi avrebbe potuto fare. Non è che uno va in giro e gli capita di vedere tanti templi satanici, ma quando viene aperto uno spazio pubblico allora sì che anche noi possiamo farci conoscere». La richiesta, infatti, è giunta proprio nel momento in cui lo stato dell’Oklahoma sta pianificando di consentire alle scuole di esporre i simboli cristiani, mentre lo speaker della Camera ha domandato che all’interno di Capitol Hill si possa costruire una cappella secondo le radici giudaico-cristiane dello Stato.
Allo stesso modo, chi si oppone alla costruzione del monumento satanista ha chiarito che non si possono costruire statue che non hanno nulla a che vedere con la tradizione dell’Oklahoma. E, lungi dal rinunciare alla presenza pubblica della religione, hanno ricordato che se negli Usa la libertà religiosa non ha alcun vincolo, l’interpretazione della libertà religiosa da parte della giurisprudenza esclude la protezione di concezioni religiose eterodosse, contrarie all’ordine e alla morale pubblica.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

9 Commenti

  1. luca scrive:

    magari anche in Italia

    • piero scrive:

      Eeehh, sappiamo benissimo gli alti punti di riferimento di certa gente…………..e lo si vede da come va la società………….

  2. marzio scrive:

    Autorità e cittadini in quel luogo, dormono ?

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Produrre SUV, a quanto pare, è un po’ come mangiare le ciliegie… una tira l’altra! Prova ne sono la Peugeot e la Renault, protagoniste della conversione in tal senso di gran parte della gamma. Si pensi in proposito alle monovolume del Leone 3008 e 5008 che, analogamente alla Espace, hanno approfittato del debutto delle nuove […]

L'articolo Alfa Romeo C-SUV: impara dalla Stelvio proviene da RED Live.

Un trapianto di cuore in piena regola. In Jaguar, da piccoli, devono aver giocato con “L’allegro chirurgo”, dato che il V8 5.0 sovralimentato della F-Type R trova posto sotto il cofano della berlina di medie dimensioni XE, entry level – si fa per dire – della gamma di Coventry. Un’operazione che porta alla nascita della […]

L'articolo Jaguar XE SV Project 8: nessuna come lei proviene da RED Live.

Prendi la moto più venduta da anni. Provata e riprovata in tutte le condizioni. Cosa si può raccontare ancora di lei? Parto con queste convinzioni per l’ennesimo test della ennesima R 1200 GS (le ho provate tutte le GS dalla 1100 a oggi). È la Rallye che ho già provato poco tempo fa in un […]

L'articolo Alla GS Academy con BMW R 1200 GS Rallye assetto sport proviene da RED Live.

Se l’elettrico costituisce il futuro della mobilità, la tecnologia ibrida plug-in è figlia del presente. Rappresenta infatti la massima espressione del compromesso tra propulsione tradizionale e a zero emissioni. Un’auto ibrida plug-in non è altro, del resto, che un’auto ibrida, quindi dotata di un powertrain composto dall’interazione tra due motori – il primo a combustione […]

L'articolo Hyundai Ioniq Plug-in: praticamente astemia proviene da RED Live.

She’s back. Dopo quasi vent’anni d’assenza, la BMW Serie 8 è di nuovo tra noi. La coupé di Monaco, destinata a collocarsi al vertice della gamma del costruttore tedesco, arriverà nelle concessionarie nel 2018, ma le linee sono già state svelate in occasione del Concorso d’eleganza di Villa d’Este. Chiamata a sfidare rivali blasonate quali […]

L'articolo BMW Serie 8: classe cattiva proviene da RED Live.

Strategie di Content Marketing - Video Academy di MailUp - banner iscrizione
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana