Google+

Tommaso Moro, un santo “politico” che seppe essere libero nell’obbedienza

novembre 9, 2012 Massimo Giardina

Intervista al prefetto dell’Ambrosiana monsignor Franco Buzzi, che oggi parteciperà all’inaugurazione a Milano della mostra “Il sorriso della libertà. Tommaso Moro, la politica e il bene comune”

Verrà inaugurata questo pomeriggio alle 18,30 la mostra “Il sorriso della libertà. Tommaso Moro, la politica e il bene comune” promossa dalla Fondazione Costruiamo il futuro.
L’esposizione realizzata in occasione dell’Anno della fede indetto da Benedetto XVI, è dedicata al santo patrono di politici e governanti, Thomas More. «La sua testimonianza e il suo martirio rappresentano il più grande esempio di laicità della storia moderna» viene detto nella presentazione della mostra.
Il lavoro sul santo politico, ha visto i suoi natali presso la Camera dei deputati lo scorso 23 ottobre alla presenza del presidente del Consiglio Mario Monti e, nel suo transito milanese, sosterà presso la Chiesa di San Sepolcro fino al 22 novembre (ingresso libero dalle 10 alle 18). Parteciperanno all’inaugurazione di oggi il padrone di casa monsignor Franco Buzzi, prefetto della Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano; Lorenzo Ornaghi, ministro dei Beni e delle Attività Culturali; Livia Pomodoro, presidente del Tribunale di Milano; il vicepresidente della Camera e presidente della Fondazione promotrice dell’evento Maurizio Lupi e Edoardo Rialti, curatore della mostra.

TOMMASO: LIBERTA’ E OBBEDIENZA. Monsignor Buzzi, parlando con tempi.it, definisce san Tommaso Moro «un uomo che ha pagato di persona le sue convinzioni in un contesto estremamente provocatorio. In quel momento sarebbe stato facile, in nome di una libertà da rivendicare nei confronti della Chiesa tradizionale, prendere una strada che era già stata tracciata da Lutero qualche anno prima. Tommaso Moro, invece, ha rivendicato una libertà all’interno di una obbedienza». Per il prefetto dell’Ambrosiana, la ferma scelta nell’appartenenza alla Chiesa di Roma è per il Lord Cancelliere il risultato di una fede vissuta grazie ai suoi studi e a degli amici speciali.

LA FEDE, GLI STUDI, GLI AMICI. «La sua formazione umanistica e teologica e il rapporto con Erasmo da Rotterdam e John Colet, quest’ultimo un grande umanista e teologo, sono elementi che hanno molto contribuito alla fede di Tommaso Moro. Erasmo, pur essendo un eremita agostiniano, non passò dalla parte del  confratello Martin Lutero. Questi tre amici avevano coltivato una spiritualità profondamente autentica e molto legata alla tradizione. Il loro era un umanesimo che non suonava come rottura con il passato, ma si proponeva come conquista di una certezza ulteriore che garantisse la continuità con i padri della Chiesa e la scolastica».

L’AUTORITA’ DA CUI OGNI POTERE VIENE. Tale fede si impose su Enrico VIII, «una figura molto complicata e complessa che ha esercitato un tipo di potere che impediva l’espressione della libertà». Al suo sovrano, Tommaso Moro «rispose con l’affermazione del principio di libertà manifestando un’obiezione di coscienza verso ciò che non poteva ammettere: non poteva riconoscere la pretesa del potere di essere assoluto». Monsignor Buzzi si riferisce alle parole di San Paolo per cui ogni sovranità è data da Dio, e per questa ragione non può essere assoluta, ma «subordinata all’autorità da cui ogni potere viene».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.