Google+

«Tempi merde omofobe e sessiste». Scritte sul muro della redazione del nostro settimanale

gennaio 16, 2015 Redazione

È questa la scritta che appare oggi sul muro della sede della redazione di Tempi. Davanti all’ingresso della redazione sono stati rilasciati degli escrementi. Domani il convegno sulla famiglia

tempi-scritte-omofobia«Tempi merde omofobe e sessiste». È questa la scritta che appare oggi sul muro della sede della redazione di Tempi a Milano. Davanti all’ingresso della redazione sono stati rilasciati degli escrementi. Domani si svolgerà presso l’Auditorum Testori del Palazzo della Regione Lombardia il convegno “Difendere la famiglia per difendere la comunità”, incontro di cui il settimanale è promotore e dove il direttore Luigi Amicone sarà moderatore. Convegno che, a partire da un articolo di Repubblica del 3 gennaio, sebbene tratti di famiglia, è stato accusato di sostenere tesi omofobe (qui è ricostruita tutta la vicenda). Associazioni della galassia lgtb e partiti di sinistra hanno indetto per domani un presidio di contestazione dell’incontro.

amicone-tempi-scritta-muro

maroni-tempi-scritte

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

54 Commenti

  1. Su Connottu scrive:

    Siate forti e non rispondete alla provocazioni degli omofascisti. In bocca al lupo per domani.

  2. piero scrive:

    ma dove sono tutti quelli che hanno condiviso “je suis Charlie”? la libertà di espressione vale solo per Charlie Hebdo?

  3. Francesco scrive:

    “Abbiamo l’obbligo di parlare apertamente. Avere questa libertà, ma senza offendere. E vero che non si può reagire violentemente, ma se il dottor Gasbarri, che è un amico, dice una parolaccia contro la mia mamma, lo aspetta un pugno! Ma è normale! Non si può provocare. Non si può insultare la fede degli altri. Non si può prendere in giro la fede”

  4. Kan63 scrive:

    Je suis Tempi!

  5. MarcoL scrive:

    L’insulto è l’approccio usato dagli avversari di Cristo, una premessa di rinuncia al dialogo, nonché segno di debolezza. Che dire? Continuate per la via intrapresa e non abbiate paura di proporre al mondo la parola di Cristo.

  6. yoyo scrive:

    Piena solidarietà.

  7. Giorgio scrive:

    Ecco quelli che oggi gridano alla difesa della “libertà di satira” contro i limiti al diritto della libertà d’espressione armati di merda(sostanza che li caratterizza) e spray (magari indossando le magliette con scritto” je suis charlie”).. Un esempio concreto di come i falsi difensori della “libertà ” d’espressione agiscono nella realtà .. insultare chi chiede solo di esprimere le proprie idee liberamente !!.. solidarietà a TEMPI .

  8. Quercia scrive:

    Mi auguro che il presidente del consiglio Renzi si precipiti alla redazione di Tempi per manifestare piena solidarietà e completa condanna senza se e senza ma di questi fatti anonimi, intimidatori e violenti.
    Oggi non si discute sulla linea editoriale di Tempi o di qualsiasi altro giornale. Oggi si difende la libertà di stampa.

  9. filippo scrive:

    Beh, di questi tempi… Poteva andare peggio!

  10. kan63 scrive:

    Incredibile la notizia sul sito di Repubblica.
    1) si cita l’episodio (una decina di righe)
    2) si spiega che é la conseguenza del sostegno di Tempi a un convegno omofobo in cui si propaganda la possibilità di curare gli omosessuali (cosa assolutamente falsa ma a Repubblica poco importa) e che utilizza il logo Expo nonostante l’avviso del presidente della Bie e del sindaco Piasapia
    3) si espone la posizione di NCD e del presidente della regione Maroni
    4) si ricorda a tutti che per il giorno del convegno (delle scritte ormai non frega più niente a nessuno) ci sarà un presidio di protesta organizzato da un fantomatico gruppo che si chiama “I Sentinelli” a cui parteciperanno persone da tutta Italia (ci manca solo la scritta finale “intervenite numerosi”.

    Ecco questo é il modo in cui Repubblica difende la libertà di stampa e la libertà di opinione.

    Se avessero scritto con una biro sul muro della loro sede “siete un po’ cattivi” avrebbero fatto un articolo a nove colonne con dediche di Saviano e Umberto Eco.

  11. Giorgio Cavalli scrive:

    Sì comincia con le false accuse sui muri. Poi di solito qualche “cellula rivoluzionaria” finisce col crederci. Chi gioca con le calunnie dalle pagine paludate e dalle poltrone delle redazioni è doppiamente responsabile dell’attacco a libertà di stampa e di parola dei propri colleghi. La testata di “Charlie Hebdo” reca come sottotitolo: “Journal irresponsable”. “Repubblica” non ha neppure l’onestà di dichiararlo.

  12. Nino scrive:

    La violenza, anche verbale, è l’ultimo rifugio degli incapaci

  13. Gianluigi scrive:

    Certi atteggiamenti sono del tutto condannabili ma non sono soltanto appannaggio di certi “democratici” che io stesso non stimo ma anche di tanti cattolici (o, permettete, presunti tali) che adottano certi atteggiamenti di fronte a spettacoli, norme tendenti a disciplinare unioni di fatto tra persone dello stesso sesso.
    Non da ultimo lascia perplessi che uno degli organizzatori del convegno di fatto propagandi le controverse teorie del Signor Nicolosi tendenti di fatto a considerare l’onosessualità come una malattia.

  14. Filomena..... scrive:

    Riporto di seguito i commenti di due buoni cattolici a me riferiti di Giuliano e Toni:
    “Filomena vai a rompere dai tuoi verminosi amici di sinistra. L’Europa si trova in difficoltà generazionale proprio a causa della cessata natalità provocata dallo sterminio dei bimbi, e questo è stato pianificato e voluto da voi vermi mentecatti e porci assassini”
    “Ci sono cose peggiori delle parolacce. Tu non ne dici mai, ma poi leggendo il contenuto di quello che dici, il distacco con cui lo sostieni, l’estraneità rispetto alle persone vere, ricordi l’igienista compulsivo che vive in un ambiente asettico, sterilizzato, ordinato all’inverosimile, ma che a guardarlo mette paura.”

    • Luca-tre scrive:

      Filomena, io e te la pensiamo uguale riguardo i diritti dei gay e delle donne, però dovremmo sapere questo genere di azioni vigliacche quanto sono offensive. Un conto è una parolaccia durante una conversazione un conto è una scritta su un muro alla quale non si può neanche replicare… Ho forte antipatia per tempi e sentinelle ma questi mezzi non sono né leciti ne tollerabili!

    • giovanna scrive:

      A dire la verità, cara Filomena, il commento di Toni non vedo proprio cosa abbia di offensivo.: è una descrizione perfetta dell’effetto sterile e sterilizzatore che fai coi tuoi lugubri e funebri e mefitici interventi a favore di aborto sempre e comunque ed eutanasia dei malati e degli anziani.
      Non è che a forza di strumentalizzare, falsificare, copia-incollare, girare la testa davanti al figlio che sta per essere ucciso, si esce un po’ dal seminato ?
      Non è che magari una piccola condanna, piccolissima condanna, ma esplicita, ( dai, ti ha superato persino Luca ! ) di una violenza minacciosa alla libertà di espressione , sarebbe stato un commento più adeguato ? O, almeno, stare zitta, per decenza.

      • tren scrive:

        ecco giovanna, tu sei una che offende e poi dice, non capisco cosa ci trovi di offensivo…

      • Filomena... scrive:

        Tu magari potresti cominciare a condannare le parole di Giuliano e poi non buttarla sempre in caciara parlando sempre dei tuoi riferimenti compulsivi sulla maternità. Qui si parlava di insulti non di maternità!!!

        • giovanna scrive:

          Gianni-Filomena, sai com’è, per qualcuno propugnare l’uccisione dei figli nel ventre materno è un pelino più brutto di un paio di parolacce nel web ! Di questo si stava parlando. Ti faccio un esempio che ti piacerà molto : meglio un interlocutore maleducato,anche maleducatissimo e ruspante come Giuliano, che un na zista educatissimo.
          Se ci arrivi, ci arrivi, se no amen.
          Intanto, perché non ci dici per quale motivo ti camuffi ? Ti vergogni di essere uomo o di essere donna ? Tertium non datur !

  15. Tre-luca-etc scrive:

    Sono molto dispiaciuto per quello che vi è successo. Questa scritta è un atto incivile e vandalico. Sono solidale alla vostra indignazione. Non condivido le vostre idee e questo si Sa, ma condanno con fermezze questi atti imcivili… Mi dispiace!

    • Filomena......... scrive:

      Io non ho detto di approvare quello che è successo, ho solo detto che tutti, loro compresi dovrebbero moderare i termini. L’educazione e la civiltà non vanno a senso unico.

      • Su Connottu scrive:

        E allora perché tu condanni la violenza e l’inciviltà solo quando ne hai tornaconto ideologico?

        • Certo scrive:

          Certo che oggi gay.it ha pubblicato un articolo condannando questo gesto… Sarebbe carino facesse la stessa cosa quando appaiono scritte offensive contro i gay difronte all sedi di gruppi gay…

        • Filomena=== scrive:

          Ho voluto riportare la testimonianza che non solo Giuliano ha usato termini offensivi simili quelli della scritta sul muro, ma che addirittura Toni lo ha giustificato dicendo che peggio delle parolacce ci sarebbe il mio distacco anche se io NON uso mai offendere nessuno. Due pesi e due misure. Io invece mi sono guardata bene dal giustificare quella scritta!!!

        • Filomena,,, scrive:

          Ho voluto riportare la testimonianza che non solo Giuliano ha usato termini offensivi simili quelli della scritta sul muro, ma che addirittura Toni lo ha giustificato dicendo che peggio delle parolacce ci sarebbe il mio distacco anche se io NON uso mai offendere nessuno. Due pesi e due misure. Io invece mi sono guardata bene dal giustificare quella scritta!!!

          • giovanna scrive:

            Certo, Filomena, paragonare qualche parola di troppo, che in internet è la regola, non da parte dei giornalisti, ma di un commentatore su un milione, , poi da una che inneggia un giorno sì e in giorno pure all’uccisione dei bambini nel ventre materno ( però girando la testa per non vedere il figlio, che sta per essere ucciso , nel monitor ), paragonarle a una scritta minacciosa davanti ad un giornale…..alla faccia della modestia.
            Toni, poi, non l’ha giustificato, ha detto che tu sei peggio e io concordo: Giuliano sbaglia, tu di più, nelle tue nere esternazioni contro la vita umana, contro il calore, contro il colore.
            Dunque, tornando al tema, dovevi biasimare la scritta davanti a Tempi, senza se e senza ma, questo dovevi fare, se non avessi l’umanità seppellita sotto il grigiore e lo squallore della tua mortifera ideologia, invece che bassamente arrampicarti sugli specchi.
            Hai dato un esempio di viscidume, che manco Nino, stavolta.

            • Filomena... scrive:

              Giovanna
              Ti faccio solo presente che essere a favore dell’aborto oltre che legittimo, non offende NESSUNO. DARE dei vermi mentecatti, porci e assassini si chiama INSULTARE.

              • Giuseppe scrive:

                Essere a favore dell’aborto offende eccome, quantomeno il suo involontario protagonista, il quale muore.
                Questa è la cruda realtà, che viene prima ancora della doverosa comprensione per le donne che lo fanno, e dell’esecrazione per i loro uomini che se ne sbattono. Il resto sono balle.

                • Filomena.... scrive:

                  Questo lo dici tu, prima vengono le persone già nate, poi quelli che devono ancora nascere. Se bisogna scegliere tra la donna e il nascituro, prima viene la donna. È lei che decide di mettere al mondo oppure no il figlio.
                  E comunque basta con questa storia, possibile che con voi qualsiasi argomento si conclude sempre tra Pro o contro la libertà di scelta delle donne? Ed è sempre Giovanna che ogni volta che interviene ripete compulsivamente sempre le solite cose.
                  In questo articolo si parlava della libertà di espressione non di aborto. Se voi avete il diritto di ribadire i vostri principi, anche gli altri hanno il diritto (senza insultare) di dire la loro.

                  • Giannino Stoppani scrive:

                    Ecco, vedi?
                    Quanto uno scrive cose così tremende, sputando veleno sulla maternità, non si deve certo disperare tanto se per un errore (suo!) compare la sua barbuta foto associata al profilo fake della classe “ena” di turno.
                    Si capisce benissimo dal testo scritto che si ha a che fare col solito rancoroso misogino.
                    Ma che avranno mai ‘ste donne che le invidiate-odiate così tanto?!

                    • finalw scrive:

                      va bè dai, ci sono altre sedi per ricordarci quanto siamo in disaccordo e quanto tutti noi siamo stati in varie occasioni esagerati e offensivi verso gli altri… però in questa occasione pensiamo solo a dare dimostrazione della nostra solidarietà

                    • giovanna scrive:

                      Siccome sotto i commenti dell’articolo con la foto del giovanotto postata da Filomena , non mi risponde nessuno, rilancio qui:

                      “Ehi, qualcuno riesce ad individuare chi sia questo bel fusto in internet ? O magari che mi spieghi come si fa?
                      Io sono troppo imbranata, ma sarei curiosissima di sapere qualcosa su questo Filomeno !Cioè, probabilmente una delle decine di identità multiple del Filomeno !
                      Certo che ormai la frittata è fatta , caro gianni-filomena..nessun altro riuscirebbe ad usare le parole secche e supponenti come fai tu e a qual pro, poi ? E in un contesto niente affatto di trollaggio, ma proprio in tema con la discussione ! La pezza è peggio ancora del buco !
                      E questa è già la seconda volta che fai una figura di m….a e a questo punto chi si beve più tutte le tue balle ? Sei un commentatore a tempo pieno su Tempi, ma un pochino distratto !
                      Voglio solo far notare, per l’ennesima volta, che chi è costretto a mistificare, imbrogliare, mentire, per affermare le sue idee, vuol dire che poi, tutto sommato, ritiene che le sue idee non siano così convincenti da affermarsi con la lealtà e la verità, un po’ come girare la faccia davanti al monitor in cui si vede il figlio che si sta per uccidere. Tutto già visto”
                      Vi prego, ditemi come si fa a rintracciare quella foto in internet, sono troppo curiosa !
                      Dai, uno-una che paragona due parolacce che ha ricevuto nel web alla sua identità tarocca , a delle scritte minacciose e pericolose davanti ad una redazione di un giornale, fatta di giornalisti in carne e ossa…c’è materia per sfottere per mesi e mesi !

                    • To_Ni scrive:

                      @ Giovanna

                      carica l’immagine su “google immgini” (clik sulla macchina fotografica) e fai la ricerca.

                      Io l’ho fatto ieri ed i sospetti ….. prendono consistenza

                    • giovanna scrive:

                      Grazie, Toni, sei sempre tanto caro.
                      Ci sono riuscita, ma non ci ho capito molto : che darei per sapere che conclusioni hai tratto !
                      L’unica cosa sicura è che questa persona, uomo o donna che sia, è di una falsità unica.

                  • To_Ni scrive:

                    @ Filomena….
                    Il tuo “se bisogna scegliere” tra una “persona” che è nata ed ancora “deve nascere” esprime ancor di più il tuo spessore umano(un misto di superficialità ed atrofia emotiva). Nessun scelta amletica tra due vite in pericolo, ma solo l’eliminazione del più debole (qualificato “nulla” dalla tua posizione di forza) per rimediare ad un “condom rotto” (parole tue). E ciò che rende ancor più vile questa scelta è il tuo invito a non guardare , a voltarsi dell’atro lato (ricordi, lo schermo ecografico), per impedire alla vista ciò che si sta compiendo. Così se esiste una “coscienza” che ti morde , che ti insinua un dubbio “sopprim”i pure quella. Per questo Filomena sostieni che non esiste “natura umana” perché hai abortito pure la tua umanità.
                    Per il resto, in merito alle mie “offese”, ho più rispetto io di te di quanto tu ne hai di te stessa.

          • giovanna scrive:

            Attenta, Gianni-Filomena, che ti scappa la foto dell’avatar omaccione, quale probabilmente sei, almeno lo sei in una delle tue mille identità…come ti è successo sotto l’articolo della solidarietà dell’ncd a Tempi !
            Te l’avevo detto che ti vedevo appannato parecchio, il copia e incolla debilita alquanto, soprattutto dai siti più farlocchi del mondo, e anche posti i commenti doppi e ti fai pure uscire una foto di UOMO nella fotina !
            Forse sei estenuato dalla divisione millimetrica dei lavori domestici, scopo principale della tua grigia vita…ma dai, anche se il tuo compagno ha saltato il turno della lavatrice, non è il caso di dare di matto !
            Gianni, coraggio, col tuo notevole livello di civiltà , cioè di falsità al cubo, potrai sempre tirare fuori qualche altra frottola.

            • Filomena,,, scrive:

              Giovanna, mi raccomandostasera ricordati le boccette. Lo sai che se non le prendi poi ti fissi sui troll, sulla maternità, sui gay e poi stai male!!!

              • Giannino Stoppani scrive:

                Sondaggio estemporaneo tra gli habitué di vecchia data.
                L’auto-sputtanamento fotografico di Filomeno passerà alla storia di tempi come:
                1) la più esilarante figura di cacca di tutti i “tempi”.
                2) la più esilarante figura di cacca dopo panino omofobo del Galvani.
                3) non saprei… C’è lotta!

                • giovanna scrive:

                  Bè, Giannino, ti sei dimenticato l’auto-sputtanamento di quando Filomeno si fece beccare a firmarsi “Gianni ” ! Comunque, io rispetto a Filomeno voto la fotina del giovanotto ! Almeno finché non fa una terza figuraccia !
                  Ma il panino omofobo è difficilmente superabile !

              • Laura scrive:

                Filo,
                questa sparata sui tranquillanti (dedicato a Giovanna) l’avevi rovesciata anche su du me , quando avevo descrtitto alcune forme di aborto comunememente in uso e ben note.
                pur non ribattendo, l’avevo considerarata un’uscita pittosto grossolana che, tuo malgrado, ti qualifica.
                Ora Emma Bonino, piangendo tutta la sua umanità, ha descritto il calvario che l’ha colta e il suo grande condivisibile dolore.
                POssiamo provare grande pena e rispetto per il suo appello a lottare. ma con chi? I suoi amici hanno semptre teorizzato e inneggiato, in varie forme, la morte (degli alitri).
                Piangere sulla spalla di un associato Coscione intimidisce un po.
                eppure la sete di vita è tanta, anche se gli anni sono tanti, anche se la salute traballa,anche se sei troppo sola.
                La vita è scritta in stampatello nel nostro DNA, ma son solo nel nostro, anche in quello di piccoli o grandi sani e malati che non hanno voce e urla a piena voce il suo amore per l’ esistenza !

                • giovanna scrive:

                  Che bell’intervento, cara Laura !
                  Che diversità con chi , molto civilmente, messa all’ angolo, sa solo dare del pazzo all’interlocutore che l’ha sgamato !
                  Ma io sono sicura che una speranza c’è per tutti, anche per Filomena, con barba o senza, come per la Bonino. Dentro tutti noi, a volte molto nascosto, c’è un anelito alla vita, che ci rende fratelli e senza il quale siamo più simili alle be stie.
                  Certo , trovarsi , nell’ultimo viaggio, vicino ad una Filomena barbuta, non lo augurerei nemmeno al mio peggior nemico.

  16. Patrizia scrive:

    Costoro sono eleganti come le invettive che scrivono e come lo stile di vita che adottano.

    • Millesei scrive:

      Per l appunto Patrizia per favore presta attenzione a non diventare offensiva quanto loro

  17. lucaB scrive:

    Non mi piace chi sporca i muri con le scritte….. anche se rivolte ad un “giornale” che sporca carta. Forse sarebbe stata più consona una targa da apporre al campanello.

  18. Carlo Pastori scrive:

    Amicone, mon ami.

  19. giovanni scrive:

    W lepanto…w ratzingher..w san Benedetto…riprendiam la Spada e lo scudo crociato

  20. Robert Benson scrive:

    La mia vicinanza e solidarietà

    “Non ti curar di lor, ma guarda e passa”

    Fanno chiasso e sono appoggiati dalla nomenklatura, ma sono pochi !

  21. martino scrive:

    Caro direttore, la prenda con spirito, è stato il solito troll, ma questa volta con commento “analogico”.
    Andate avanti e benedire il Signore.
    Je suis Tempi.

    Pace!

  22. Rosella scrive:

    Una PRESENZA suscita inevitabilmente una reazione…in quanto presenza. Grazie per esserci! A domani!

  23. Galcian79 scrive:

    Avevo scritto un commento di solidarietà ma stranamente non è stato pubblicato.
    Comunque vorrei far presente che anche chi insulta sul web si nasconde dietro l’anonimato.

  24. Gloria Fabrizi scrive:

    I “democratici protestanti” che han fatto di tutto per non far svolgere il convegno, sarebbero gli stessi che difendono la libertà di opinione, di espressione e di stampa (ovviamente solo la propria)?

La rassegna stampa di Tempi
Pellegrinaggio iStoria-Tempi in Terra Santa

Tempi Motori – a cura di Red Live

La concept tedesca anticipa l’ammiraglia che porterà al debutto il nuovo marchio di Stoccarda. La linea è un mix di elementi classici e futuristici. Mossa da quattro motori elettrici, può contare su 750 cv e uno 0-100 km/h in meno di 4 secondi.

Realizzata per celebrare i prossimi Campionati Mondiali di MTB, veste i colori della Val di Sole, delle Dolomiti e l'Iride del traguardo più ambito.

Evoluzione ancor più radicale della già estrema SV Roadster, sarà prodotta in solo 20 esemplari già tutti venduti a oltre 2 milioni di euro. Il V12 6.5 aspirato eroga 770 cv. All’assale posteriore sterzante si accompagnano le sospensioni magnetoreologiche.

Il titanio, questo sconosciuto. In pochi credono ci si possa costruire una bicicletta da corsa vincente. Peggio per loro...

Di quanti cavalli si ha davvero bisogno per muoversi in città, per viaggiare a pieno carico con la famiglia oppure per vivere le emozioni che solo una sportiva di razza è in grado di trasmettere? Ecco le potenze “giuste” per ogni categoria d’auto.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana