Google+

Tanzania, bomba in una chiesa. Un morto e decine di feriti

maggio 5, 2013 Redazione

Si tratta di un attentato, probabile il coinvolgimento di una cellula jihadista, ma è la prima volta che un episodio del genere si verifica nel paese. Il nunzio apostolico, scampato all’attacco: «Sono addolorato per le vittime innocenti»

Un morto e decine di feriti, alcune fonti parlano di una cinquantina, altre di una trentina. Non c’è ancora chiarezza sul bilancio dell’esplosione avvenuta oggi poco prima dell’inizio della Messa in una chiesa cattolica in Tanzania. Quello che è certo è che a provocare il massacro è stato un ordigno, di natura sicuramente rudimentale, altrimenti il bilancio sarebbe stato ancora più grave.

I FATTI. Lo scoppio della bomba è avvenuto quando la comunità cattolica di Arusha, nel nord del paese, si apprestava a celebrare la Messa a cui stava prendendo parte anche l’arcivescovo Francisco Montecillo Padilla, nunzio apostolico in Tanzania, rimasto miracolosamente illeso. Non è ancora chiaro se l’attentato possa essere opera di una cellula jihadista. La polizia locale ha annunciato di aver posto in stato di fermo una persona. In Tanzania si sono verificate tensioni a sfondo religioso sulla costa, nella zona di Zanzibar, ma quello di un attacco ad una chiesa è un episodio assolutamente inedito.

LE PAROLE DEL NUNZIO. «Tutti sono sotto choc – ha detto il nunzio apostolico alla Radio Vaticana. Nessuno si aspettava tutto ciò. I miei sentimenti e le mie preghiere vanno in questo momento alle vittime. Sono molto addolorato per loro, vittime innocenti presenti alla celebrazione». «In Kenya – ha proseguito il prelato – sono già accadute cose simili, ma non in Tanzania. È la prima volta di una bomba esplosa durante una celebrazione liturgica. Da parte mia, come rappresentante del Papa io esprimo piena solidarietà alla Chiesa di Arusha e anche alle altre chiese cattoliche nel Paese che nel passato hanno vissuto momenti drammatici: mai una bomba in un chiesa come oggi, ma ad esempio a Zanzibar un sacerdote fu ucciso e alcune chiese cristiane sono state incendiate. Io prego per le vittime e le loro famiglie. Speriamo bene».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.