Google+

Siria, ribelli fanno strage di civili «disarmati»: almeno 190 vittime nella provincia di Latakia, 200 rapiti

ottobre 11, 2013 Leone Grotti

Il rapporto di Human Rights Watch documenta i crimini contro l’umanità commessi dai ribelli ad agosto. Tra le vittime anche donne, bambini e anziani

Almeno 190 persone sono state uccise dai ribelli nella provincia di Latakia in Siria, altre 200 sono state prese in ostaggio. La denuncia dei crimini contro l’umanità operati dai guerriglieri che combattono contro Bashar Al Assad da due anni e mezzo è stata documentata attraverso un’indagine condotta in loco in un rapporto pubblicato oggi da Human Rights Watch (Hrw).

FUOCO SUI CIVILI. Il 4 agosto, 20 diverse fazioni ribelli, compresi gruppi legati ad Al Qaeda, hanno occupato 10 villaggi alawiti (la setta sciita a cui appartiene Assad). Secondo testimonianze di superstiti, medici e combattenti raccolte da Hrw «i ribelli hanno aperto il fuoco sui civili e hanno giustiziato intere famiglie che si trovavano disarmate nelle loro case o stavano scappando».

«OPERAZIONE PIANIFICATA». Secondo Joe Stork, direttore per il Medio Oriente di Hrw, «non si tratta di crimini commessi per l’iniziativa di singoli combattenti ma di una vera e propria operazione, un attacco coordinato e pianificato contro la popolazione civile», la cui unica colpa era di essere alawita. La strage è andata avanti per 14 giorni: sicuramente 67 persone sono state giustiziate, non è ancora chiaro come siano morte le altre 123. Tra le vittime ce ne sono anche 43 tra donne, bambini e anziani.

BAMBINI RAPITI. Le foto contenute nel rapporto mostrano villaggi distrutti, case sventrate e bruciate, fosse dove sono sepolti i corpi, fori di proiettile e scritte islamiche nei muri delle abitazioni, oltre al sangue rappreso sui pavimenti. Hrw ha chiesto che «il Consiglio di Sicurezza dell’Onu riferisca immediatamente sulla Siria alla Corte penale internazionale». Alcune famiglie siriane hanno dichiarato di aver riconosciuto i loro figli rapiti tra le vittime dell’attacco chimico di Ghouta del 21 agosto, mostrate dai ribelli nei video.

RIBELLI ISLAMISTI. Secondo un rapporto dell’istituto britannico IHS Jane’s i ribelli che combattono in Siria sono divisi in oltre mille brigate armate, per un totale di circa 100 mila combattenti. Quasi la metà sono estremisti islamici e jihadisti. Di recente, 50 gruppi armati si sono riuniti in un’unica fazione appoggiata dall’Arabia Saudita e chiamata Esercito dell’islam. Questi, come del resto anche i gruppi qaedisti Al Nusra e Stato islamico dell’Iraq e del Levante, vogliono trasformare la Siria in un Califfato.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Prima erano una cosa sola. Ora sono divise. O meglio, in futuro avranno specializzazioni e target diversi. Volvo e Polestar, quest’ultima sino a ieri divisione ad alte prestazioni del brand svedese, si sono separate e vivranno di luce propria. Polestar, oltretutto, cambierà pelle, passando dall’elaborazione ufficiale dei modelli della Casa nordica alla realizzazione di vetture […]

L'articolo Polestar 1: il nuovo mondo proviene da RED Live.

Il progetto Émonda è nato per dimostrare che Trek era non solo in grado di costruire la bicicletta di serie più leggera al mondo, ma di renderla anche capace di offrire elevate performance. I confini della ricerca sembrano essere fatti perché li si possa superare e ciò che è successo con il MY 2018 lo dimostra: […]

L'articolo Nuova Trek Émonda 2018, la leggerezza non ha limiti proviene da RED Live.

La sfida che attende la nuova Seat Arona, al debutto tra le SUV compatte, ricorda quella di Kung Fu Panda contro le “Leggende Leggendarie”. Una outsider dalle dimensioni contenute, agile, scattante e con tante frecce al proprio arco che affronta senza alcun timore reverenziale i “mostri sacri” della categoria. Forte di una vitalità, sia estetica […]

L'articolo Prova Seat Arona proviene da RED Live.

Sino a pochi anni fa parlare di auto a guida autonoma era credibile quanto prevedere lo sbarco degli alieni sulla Terra o aderire alla religione dei pastafariani che, per inciso, credono in un creatore sovrannaturale somigliante agli spaghetti con le polpette. Questo almeno sino a ieri, dato che oggi, con l’immissione sul mercato delle prime […]

L'articolo Guida autonoma: quanto ne sai? proviene da RED Live.

Ennesimo capitolo della Saga Monster, l’821 2018 si adegua all’Euro4 ed eredita le peculiarità stilistiche della sorella maggiore 1200. Più snello e slanciato torna all’essenzialità originale del primo Monster

L'articolo Ducati Monster 821 my 2018, come eravamo proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download