Google+

«Santa alleanza tra musulmani, ebrei e cristiani» contro il matrimonio omosessuale

maggio 5, 2012 Benedetta Frigerio

L’arcivescovo Antonio Mennini: «Sul matrimonio e la sacralità della vita umana, siamo uniti con musulmani ed ebrei».

Quando venne nominato nunzio in Gran Bretagna, l’arcivescovo Antonio Mennini fu salutato dai media come la scelta morbida di un Papa preoccupato di calmare i conflitti fra la Chiesa e il secolarismo inglese. L’arcivescovo, però, non è di certo disposto a tacere quando in pericolo c’è il rispetto della natura umana. Il Daily Telegraph di venerdì scorso scrive di un suo discorso davanti ai vescovi cattolici di Inghilterra e Galles in cui si afferma la volontà di unire gli sforzi per difendere il matrimonio naturale contro «quelle che il Papa ha chiamato correnti politiche e culturali che cercano di alterare la definizione legale del matrimonio». Il 9 marzo scorso, infatti, Benedetto XVI ha richiesto uno «sforzo coscienzioso della Chiesa per resistere a queste pressioni», sforzo che «esige una difesa ragionata del matrimonio come istituzione naturale costituita da una comunione specifica di persone, fondamentalmente radicata nella complementarietà dei sessi e orientata alla procreazione».

Mennini ha indicato la via:«Mi sembra che, per quanto riguarda l’istituzione del matrimonio e la sacralità della vita umana, abbiamo molto in comune con la posizione della comunità ebraica e con la maggioranza dei rappresentanti del mondo islamico». Già il mese scorso, infatti, il Consiglio musulmano della Gran Bretagna aveva levato la voce contro il progetto di legge del premier David Cameron. In Scozia, invece, il Consiglio degli Imam di Glasgow ha firmato una risoluzione che descrive la legalizzazione del matrimonio omosessuale come un attacco alla fede e alle convinzioni fondamentali. Mentre il rabbino delle sinagoghe unite di Mill Hill, a nord di Londra, ha accusato il governo di assalto ai valori religiosi e umani. Mentre l’associazione medica islamica ha parlato di due milioni di musulmani che vivono in Gran Bretagna, 30 milioni in Europa Occidentale e di un miliardo e seicento nel mondo certi che «il matrimonio è solo tra uomo e donna», come «insegnano anche l’ebraismo e il cristianesimo». Parecchi membri della Chiesa anglicana hanno infine lanciato una petizione, la “Coalition for Marriage”, che è già stata firmata da vescovi e associazioni cattoliche, da molti ebrei e da diversi musulmani.

L’attacco alle istituzioni naturali sta portando con sé un’inaspettata e «nuova Santa Alleanza», come l’ha chiamata Majid Katme, presidente dell’Associazione Medica Islamica: «È ora di stabilirla tra i membri delle diverse fedi e tra gli uomini di buona volontà». È un fatto di speranza questo, in tempi difficili. Anche perché non isolato, né circoscrivibile ai confini inglesi. In America, proprio in questi mesi, i membri delle diverse religioni stanno infatti scoprendo un’unità analoga per la difesa della libertà religiosa e del matrimonio. In controtendenza rispetto all’idea che la negazione della propria identità possa generare per lo meno tolleranza. Affermare la propria identità si sta dimostrando l’unica via per sopravvivere e per convivere realmente.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. Sandy Murnock scrive:

    I just want to tell you that I am newbie to blogs and absolutely savored this web page. Likely I’m planning to bookmark your blog post . You definitely come with superb well written articles. Thanks a bunch for sharing your website.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana