Google+

Rolling Stone celebra Papa Francesco. Come? Paragonando Gesù a un hippie e Benedetto XVI a Freddy Krueger

gennaio 30, 2014 Redazione

La celebre rivista assegna la copertina a Bergoglio, ma l’articolo su di lui è un vaneggiante atto di accusa contro la Chiesa. Il Vaticano: «Rozzezza sorprendente»

papa-francesco-rolling-stonePer la prima volta nella sua storia la rivista Rolling Stone mette in copertina un Papa. Francesco se l’è guadagnata per la sua vita. Tuttavia l’articolo della rivista musicale più che una celebrazione di Francesco sembra un espediente per attaccare la Chiesa cattolica paragonando Benedetto XVI a Freddy Kruger e liquidando Gesù come un hippy senzatetto.

«ROZZEZZA SORPRENDENTE». Benché padre Federico Lombardi, direttore della Sala stampa del Vaticano, abbia dichiarato apprezzamento per la copertina di Rolling Stone dedicata al Pontefice, «segno dell’attenzione che le novità del Papa Francesco attira negli ambienti più diversi», di tutt’altro segno è il giudizio di merito sull’articolo firmato da Mark Binelli, che secondo padre Lombardi «si squalifica cadendo nell’abituale errore di un giornalismo superficiale, che per mettere in luce aspetti positivi di Papa Francesco pensa di dover descrivere in modo negativo il pontificato di Papa Benedetto, e lo fa con una rozzezza sorprendente».

GLI INSULTI A BENEDETTO XVI. Che cosa dice l’articolo di Binelli di così rozzo? Che «il papato di Benedetto è stato disastroso»? Di più: che Benedetto è un tradizionalista convinto, che sembrava volesse mostrarsi come Freddy Krueger, protagonista della serie horror Nightmare, pronto «a indossare una camicia a righe e guanti con coltelli al posto delle dita per minacciare gli adolescenti nei loro incubi». Di fronte a un papa così spaventoso, «l’abilità di sorridere in pubblico di Francesco è sembrata un piccolo miracolo ai media cattolici», scrive Binelli. Il giornalista di Rolling Stone non dimentica di annotare che Papa Francesco è «sorprendentemente elegante» e indossa abiti «tutti impeccabilmente su misura. «Tuttavia – spiega – la sua riconoscibile umanità emerge come positivamente rivoluzionaria contro l’assurdo scenario incredibilmente barocco del Vaticano».

LA RIVOLUZIONE. Binelli prosegue elencando gli effetti positivi del papato di Francesco. «Evitando i fasti del palazzo papale, optando per un modesto bilocale, rimproverando pubblicamente i leader della chiesa “ossessionati” dalle questioni sociali divisive come il matrimonio gay, il controllo delle nascite e l’aborto, dedicando gran parte del suo primo grande insegnamento scritto alla critica feroce del capitalismo e del libero mercato incontrollati, il Papa ha rivelato di essere dominato dall’ossessione di avvicinarsi alla linea tenuta dal figlio del boss (Dio, ndr)».

LA MORALE AL PAPA. Dopo una breve disquisizione sulle terribili nefandezze dei papati antichi e dopo aver liquidato Giovanni Paolo II come un «Papa estremamente reazionario», il giornalista di Rolling Stone si sofferma nuovamente sulla figura di Benedetto XVI, che, quand’era vescovo, ricorda Binelli, osò «affermare che l’omosessualità è un “male morale intrinseco” ed emarginò come eretici i teologi della liberazione». Anche Francesco, prosegue Binelli «ha escluso l’ordinazione delle donne, per esempio, e considera ancora l’aborto un male». Però «la scelta di uno stile di vita umile da parte di Francesco come Papa – guida in città in una Ford Focus, invece di una Mercedes limousine con autista, per esempio – è stata straordinaria». «Ovviamente – ricorda l’autore del pezzo – non si dovrebbe vivere in un palazzo lussuoso quando si è a capo di una religione basata su princìpi di carità e compassione e fondata da un senzatetto hippie (Gesù Cristo, ndr)».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

50 Commenti

  1. Luke scrive:

    E quelli dovrebbero essere dei “giornalisti” ? Da cosa deriva simile attenzione dei Media nei riguardi di tale giornalaccio ?
    Non sono altro che porcate di chi è ignorante in tutto e per tutto in qualsiasi cosa di logico e sensato concernete l’attualità, la Verità e la Storia.

  2. ragnar scrive:

    Rolling Stone va bene finché parla di Rock anni 60-70, inizia a scadere quando si parla di Metal (forse un po’ meglio sul Punk). Inguardabile quando parla di altri argomenti.

    • Jack scrive:

      Mi raccomando Binelli ben allineato!

      Su la schiena Petto in fuori! Cos’è quel granello di polvere sulle scarpe?????
      Si inizia così e si finesce a riconoscere che l’aborto è un crimine!!

    • Jack scrive:

      Mi raccomando Binelli ben allineato!

      Su la schiena Petto in fuori! Cos’è quel granello di polvere sulle scarpe?????
      Si inizia così e si finisce a riconoscere che l’aborto è un crimine!!

  3. domenico b. scrive:

    se il paragone non è azzardato, io vedo Papa Francesco come Pio XII, che ha avuto a che fare con il nazismo e ha dovuto subire molte critiche. Papa Francesco sta combattendo contro il relativismo, che è un nemico molto più subdolo, in quanto, secondo me, affonda le radici direttamente nel peccato originale. Preghiamo per lui, e per tutta la Chiesa…

  4. Bernie scrive:

    Beh sul palazzo lussuoso non hanno tutti i torti, io se fossi in lui lo venderei.
    Autisti, Mercedes abitazioni da urlo via tutto!

    • VivalItalia scrive:

      Si e ddaresti tt ai poveri vero?

      • Bernie scrive:

        Non è’ detto, ma sfoggiare tutto quel lusso predicando parabole tipo il giovane ricco e’ da ….schizofrenia !

        • VivalItalia scrive:

          Sfoggia il lusso? Dimmi uno dei Papi degli iltimi 100anni (per non anda troppo indietro) vhe sfoggia lusso…

          Attento a non fa Giuda…

          • luca scrive:

            scusate ma il papa è un re e per essere un re non mi pare tanto lusso, come già ho detto il vaticano come regno e il papa come re lo trovo bello, mi girano solo quando pretende infallibilità e sopratutto di dirmi come vivere la vita… meno male che esiste il papa e la chiesa a ricordarci con le sue funzioni, chiese e sfarzi vari cosa è bello, la chiesa ha reso il mondo più bello, anche se più temibile

            • Mimmo scrive:

              Sono il marito di Luca. Noi due non ce la passiamo male, abbiamo la villa con piscina, tre BMW, personale di servizio a tempo pieno, vorremmo la pensione di reversibilità ma ci riusciremo.

              • luca scrive:

                mimmo il fatto che a me la pensione di reversibilità possa o meno servire non impedisce di combattere perchè altri la possano avere. cmq farsi un ristorante decente piuttosto che 5 scrausi non mi rende certo paperon de paperoni

  5. Bernie scrive:

    Su benedetto ho notato che la gente e’ rimasta shoccata post suo discorso in africa sul tema dei preservativi.
    Il papa infatti Ha consigliato alla popolazione più danneggiata dall’aids di non usare il preservativo.
    Francamente anch’io non ho condiviso, certo che l’educazione è’ fondamentale ma in quel frangente l’ho sentito molto ideologico !

    • VivalItalia scrive:

      Bernie.. macchestaiaddi documentate sulle esatte parole dette dal Papa Emerito ai giornalisti durante il volo per il viaggio in Angola (se nun ricordo male)..e che han sollevato un polverone de niente, che ha accecato solo quelli che se documentano con le agenzie giornalistiche (o giornalettistiche) poi ne riparliamo.

    • Bernie scrive:

      non mi riferisco al papa quando parlo di lusso,ma alla chiesa !

      • Bernie scrive:

        Eh no bello!
        Io ho letto le parole del papa ed è’ stato chiarissimo in proposito!
        Ha detto proprio no il preservativo !

        • fg scrive:

          a bello guarda che la diffusione gratuita di preservativi in Africa ha significato di fatto una maggiore diffusione dell’Aids. Dati e fonte Oms in rapporto alle campagne di diffusione dei profilattici da parte do Ong sotto l’egida della stessa Oms e dell’ONU. quindi andiamoci piano. Un esperto in materia è Casadei che è redattore di questo giornale, vai a rileggere i suoi articoli.
          E poi ti voglio chiedere una cosa. ma secondo te quando due scopano e non si fanno una sveltiva (il che capita sovente, non son mica tutti conigli) il preservativo risolve tutte le possibilità che si hanno di contatto con umori corporali e quant’altro?
          L’utilizzo del mezzo induce a ridurre la prudenza nella più assoluta promiscuità sessuale, quindi facilità la diffusione dell’Aids, non la limita.
          Solo il Papa ha detto questa verità, illuminato dallo Spirito Santo. Miliardi come te ci sono rimasti male. pensa un po’ perché.

          • Bernie scrive:

            Rimasti male? Pensa un po’ perchè ?
            intanto tu non pari proprio illuminato dallo Spirito Santo perche se lo fossi anche solo lontanamente non cercheresti in maniera subdola e cratina di creare coalizioni alla pro e contra papa.
            Io non sono contro il papa, ma credo che in alcune occasioni tra cui quella da me menzionata precedentemente si sia espresso non tenendo conto del proprio interlocutore.

        • Laudemus scrive:

          e sì alla continenza….

    • Carlo2 scrive:

      Veramente, il papa non ha “consigliato di non usare il preservativo”. A me risulta abbia detto che con il preservativo non si supera il problema dell’AIDS. C’è una bella differenza, e secondo me aveva ragione. Se si “educa”, come succede ora, all’idea di sfruttare ogni singola occasione per fare sesso, con chiunque, in qualunque posto, in ogni momento, hai voglia a distribuire preservativi: l’AIDS non verrà mai superato.

      Inoltre, se un cattolico (che sia africano o meno) sa che la chiesa gli vieta l’uso del preservativo, dovrebbe anche sapere che gli è richiesto di mantenere la sua attività sessuale nell’ambito del matrimonio. Se una persona trasgredisce riguardo a questo, non si capisce perché dovrebbe farsi problemi ad usare il preservativo. Semplifico: se uno che cambia ragazza ogni notte venisse a dirmi che non usa il preservativo “perché lo ha detto il Papa”, io lo troverei quantomento contraddittorio.

      • luca scrive:

        carlo per gente come te l’aids non è una malattia ma una punizione.

        ps
        il sesso con il preservativo è più sicuro che il sesso con amore per quanto riguarda le malattie. il fatto che tu sia veramente innamorato non ti protegge da nessuna malattia

        • Carlo2 scrive:

          @Luca: Intanto ti inviterei a chiarire: gente come me, ossia ……?
          Poi, tanto per cambiare, mi attribuisci cose che dici tu: io non ho mai fatto alcuna bizzarra distinzione tra sesso “con preservativo” e sesso “con amore”. Infatti, essendo priva di senso, non potevi che farla tu.
          Se mi dici che fare sesso occasionale con preservativo è più sicuro che farlo senza, io rispondo: bella scoperta, genio. Ma io parlavo di altro.
          Visto che scrivi in lungo e in largo di essere un uomo di scienza, dovresti ALMENO concordare sul fatto che aumentare esponenzialmente il numero di parnter fa crescere inevitabilmente le probabilità di contagio, dato che 1) non è un metodo sicuro al 100% 2) come altri hanno notato, la promiscuità totale e continua porta facilmente ad abbassare la guardia.
          Non essendo tu un semplice dovresti anche capire che, se nella vita ho rapporti non protetti soltanto con UNA donna, che so per certo non essere affetta dal virus, sono più al sicuro io di chiunque abbia rapporti, seppure protetti, con decine di persone diverse, magari conosciute la sera stessa.

          • VivalItalia scrive:

            Carlo che ce possamo fa?
            Luca non è semplice, anzi!!
            È che su qste questioni è un po banale..

          • luca scrive:

            carlo in linea di massima hai ragione, ma visto che secondo me la strada della rettitudine non è assolutamente proponibile perchè di fatto funziona solo a parole, allora è meglio dare uno strumento serio per diminuire le prob. di contagio.
            ti faccio notare che invece chi è promiscuo tende a tenere le difese ben alte perchè in genere sa che ogni partner che incontra potrebbe essere a rischio e non associa al preservativo una valenza negativa al contrario di cosa accade a chi “non si concede spesso” perchè chi si concede poco tende a vedere il preservativo come uno strumento per persone che fanno tanto sesso, sono spesso poco informati e ogni volta che lo fanno pensano di farlo con una persona tanto retta quanto loro

  6. domenico b. scrive:

    se il paragone non è azzardato, io vedo Papa Francesco come Pio XII, che ha avuto a che fare con il nazismo, e ha dovuto subire molte critiche. Papa Francesco sta combattendo contro il relativismo, che è un nemico molto più subdolo, in quanto, secondo me, affonda le radici direttamente nel peccato originale

    • fg scrive:

      il paragone è azzardato e a molti non sembra che la preoccupazione del Papa adesso sia il relativismo.

      • domenico b. scrive:

        Infatti, Fg, questo è semplicemente un mio parere, e comunque anche Pio XII è stato criticato proprio perché secondo alcuni non si era espresso chiaramente contro il nazismo. Comunque è importante che noi Cristiani lo riconosciamo come successore di Pietro e preghiamo insieme per lui

      • domenico b. scrive:

        Il mio, Fg, è solo un parere personale. Infatti Pio XII ha ricevuto critiche da chi pensava che non si fosse opposto in modo deciso al nazismo. Comunque noi Cristiani riconosciamolo come successore di Pietro, e preghiamo insieme per lui

  7. beppe scrive:

    e allora, caro p. lombardi, una copertina val bene un po’ di fango? non è ora di finirla con queste guasconate della pampa? mi spiace di non aver visto da vicino papa benedetto. papa francesco per me può aspettare.

  8. VivalItalia scrive:

    ah Bernie t han già risposto e non me dilungo sulle parole del Papa.

    te ripeto però che Papa BND XVI stava sull’AEREO con i giornalisti quando han parlato di quel tema…

    quindi se è vvero quando scrivi “con una pletora di gente che non sa nemmeno scrivere !” (eh eh eh),

    me sembra che affare il (finto) ingenuo sei rimasto solo tu!

    • Bernie scrive:

      Ma porca trottola e secondo te parlarne in aereo coi giornalisti equivale a farlo nell’intimo delle proprie 4 mura? Si sa infatti che se un Papà si confida con un giornalista può stare certo di essere al sicuro, vero? Da li’ non uscirà
      Niente.
      A VIVA l’Italia DNA che volevi dire ?

      • VivalItalia scrive:

        ah Bernie erfintotonto..
        chi ha parlato de 4 mura?? ce stanno pure sul sito del Vaticano:

        P. Lombardi – E ora, diamo di nuovo la parola ad una voce francese: è il nostro collega Philippe Visseyrias di France 2:

        Domanda – Santità, tra i molti mali che travagliano l’Africa, vi è anche e in particolare quello della diffusione dell’Aids. La posizione della Chiesa cattolica sul modo di lottare contro di esso viene spesso considerata non realistica e non efficace. Lei affronterà questo tema, durante il viaggio? Très Saint Père, Vous serait-il possible de répondre en français à cette question?

        Papa – Io direi il contrario: penso che la realtà più efficiente, più presente sul fronte della lotta contro l’Aids sia proprio la Chiesa cattolica, con i suoi movimenti, con le sue diverse realtà. Penso alla Comunità di Sant’Egidio che fa tanto, visibilmente e anche invisibilmente, per la lotta contro l’Aids, ai Camilliani, a tante altre cose, a tutte le Suore che sono a disposizione dei malati … Direi che non si può superare questo problema dell’Aids solo con soldi, pur necessari, ma se non c’è l’anima, se gli africani non aiutano (impegnando la responsabilità personale), non si può superarlo con la distribuzione di preservativi: al contrario, aumentano il problema. La soluzione può essere solo duplice: la prima, una umanizzazione della sessualità, cioè un rinnovo spirituale e umano che porti con sé un nuovo modo di comportarsi l’uno con l’altro; la seconda, una vera amicizia anche e soprattutto per le persone sofferenti, la disponibilità, anche con sacrifici, con rinunce personali, ad essere con i sofferenti. E questi sono i fattori che aiutano e che portano visibili progressi. Perciò, direi questa nostra duplice forza di rinnovare l’uomo interiormente, di dare forza spirituale e umana per un comportamento giusto nei confronti del proprio corpo e di quello dell’altro, e questa capacità di soffrire con i sofferenti, di rimanere presente nelle situazioni di prova. Mi sembra che questa sia la giusta risposta, e la Chiesa fa questo e così offre un contributo grandissimo ed importante. Ringraziamo tutti coloro che lo fanno.

        MA QUESTO (CIOè IL FATTO CHE LO ABBIA DETTO PUBBLIAMCENTE NON SIGNIFICA COME HAI SCRITTO CHE:

        “Il papa infatti Ha consigliato alla popolazione più danneggiata dall’aids di non usare il preservativo”

        “con una pletora di gente che non sa nemmeno scrivere !”

        “si sia espresso non tenendo conto del proprio interlocutore”

        te fai proprio ERFINTOTONTO!!!

        • Bernie scrive:

          ecco appunto, lo ha detto espressamente lui non crede che il preservativo possa essere d’aiuto nella lotta contro l’aids.
          secondo altri, tra cui me, è il MIX dei fattiri da lui indicati + il preservativo il modo migliore per debellare la malattia.
          Ma scusa viva l’italia, è come se tu andassi tra TRANs mosso dal desiderio vero di aiutarli ad uscire da quella caxxo di promiscuità, degrado, buco nero, in cui si sono cacciati. A loro parli come se fossi col tuo amico Justine?
          no e ancora no e ancora no! non lo faresti, perchè sai benissimo, lo diceva ìanche don Giussani che devo partire dall’altro non da me.
          solo che ora ti sei impuntato a voler difendere a tutti i costi il papa e vabbè me tocca ascoltarte e fatte parla!!

          • VivalItalia scrive:

            Macché impuntato.. te sei scambiato il Sommo Pontefice con n’assistente sociale de emergency..!

            Se sei il Papa e devi comunicà all’umanità intera dirai quello che è il fattore più importante per te che sei a capo della Chiesa.
            Se invece sei er medico del villaggio in cui ce stanno 10 ventenni ignoranti, violenti e magari ossessivi può esse il male minore in quella contingenza partì col preservativo..

            Ma la Chiesa non cerca mai il male minore, te indica la Verità e son solo le ns debolezze a facce scende a compromessi.

            Ma cchettelo spiego affà!!

            • bernie scrive:

              ultimamente, l’ho detto anche al mio prete, non capisco perche tutto questo risentimento su benedetto, e non e’ che ci pensi una volta ogni tanto, in concomitanza ad esempio di un articolo su di lui, ma spessissimo.
              non mi piace questa cosa, anche perche conosco molto bene le tattiche che il demonio usa con noi uomini per dividere, per dividerci, per … non bastano 2 occhi e quindi voglio attenzionare i miei pensieri.

              il discorso che ha fatto e che tu hai postato e ‘ la verita’ solo penso che detto in quell’occasione sia corrisposto con il cadere nella trappola di chi non crede.

      • diabolik scrive:

        Bernie, sei omofobo ! Cambia atteggiamento se no Luca ti mena !

  9. marzio scrive:

    Di stronz,,e rolling stone ne racconta tante….è nel suo dna !

  10. luca scrive:

    va be con tanti articoli deliranti che vengono pubblicati riguardo i gay su tutte le riviste cattoliche adesso uno stupido su rolling stones potete pure tenervelo… poi dai cavolo, è rolling stones, che vi aspettate?

    • marzio scrive:

      E’ rolling stone senza la S . cumpa’ ! Ah ah ah ma dove ca,,o vivi luca ? Comunque tu sei fissato, Luca, in qualsiasi argomento vedi gay e non gay,cattolici e non cattolici della serie la Juve vincerà lo scudetto ? Si, però i gay ,si però i cattolici… ah ah ah rilassati e lascia perdere quei banditi di tempi. Distinti saluti e senza spocchia da parte mia.

      • luca scrive:

        va bè una s in più una in meno, tra 2 minuti mi sono scordato lol
        non è che sia la rivista più importante del mondo, specie se non ti frega del rock
        guarda che è costume di qui rapportare tutto a gay si gay no lol

  11. Alex scrive:

    Bisogna avere la scatola cranica piena di letame per dire simili mostruosità…

  12. clemente scrive:

    Papa Benedetto saebbe uno che “minaccia gli adolescenti nei loro incubi”.
    E che dire delle femministe atee di Milano che vorrebbero bruciare i CAV con gli obiettori dentro?
    Più incubo di questo….
    Ma fateglielo capire ai buffoni del Rolling Stone.
    Si ricrederanno solo quando qualcuno verrà a mettere loro al rogo.
    E non saranno certo i cattolici

  13. Cornacchia scrive:

    CR4! CRA! CRA! Sto ancora aspettando che rispondiate alle mie domande.CRA! CRA! CRA!

  14. Ester scrive:

    Benedetto XVI, senza nulla togliere a Papa Francesco, è un Papa meraviglioso e ha svolto il Suo Ministero con grande attenzione,competenza , sensibilità e amore.
    Qualcuno se ne è approfittato perchè troppo buono e umile,troppo intelligente e colto , tanto da far paura
    all’attuale classe di (presunti) intellettuali , che come cultura e ingegno sono lontani da lui anni luce.
    Quello che fa specie è che proprio i tedeschi, invece di andar fieri di un loro connazionale così insigne, siano stati i suoi più accaniti avversari .
    Il tempo è galantuomo , la sua grandezza verrà presto compresa, in barba a tutti coloro , giornalisti e non , che pontificano su Papi e Chiesa , ma non sanno un bel nulla di Papi e Istituzioni ecclesiastiche.

  15. Antonio scrive:

    se ti mena il problema è che poi vuole essere pagato

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Tempo di restyling per una delle vetture meno convenzionali – almeno esteticamente – degli ultimi anni. In occasione del Salone di Shangai, la crossover Lexus NX beneficia di un lifting di dettaglio cui si accompagnano affinamenti a livello tecnico volti a incrementare il comfort dei passeggeri e a rendere più dinamico il comportamento della vettura. […]

L'articolo Lexus NX: il restyling è sportivo proviene da RED Live.

Non è la prima volta che BMW utilizza la dicitura Rallye per la sua GS: accadde già nel 2013, quando fu una vistosa versione Rallye con telaio rosso e colori Motorsport a celebrare l’uscita di scena del motore ad aria. Ora la dicitura torna in auge sulla BMW R 1200 GS Rallye, che per la […]

L'articolo Prova BMW R 1200 GS Rallye 2017 proviene da RED Live.

Vi abbiamo già parlato del legame (inconsueto) che c’è tra l’ibericissima Seat e l’italianissima Ducati (entrambe con un tedeschissimo proprietario). Un po’ come se lo Jamon Serrano si gemellasse con il Prosciutto di Parma. L’accordo di collaborazione Seat-Ducati una delle tappe nella consegna di una Leon Cupra nuova fiammante ai piloti Ducati Dovizioso e Lorenzo. Nonostante un […]

L'articolo Un Leon di pilota, Dovizioso va in CUPRA proviene da RED Live.

COSA: BIKE FESTIVAL GARDA TRENTINO, quest’anno dura un giorno in più  DOVE E QUANDO: Riva del Garda, Trento, 28-30 aprire e 1° maggio Tra le più importanti rassegne outdoor del comparto ruote grasse il Bike Festival Garda Trentino quest’anno aggiunge un giorno in più al suo (sempre) ricco programma di iniziative. Eventi speciali, escursioni, gare, test, un […]

L'articolo RED Weekend 28-30 aprile e 1° maggio, idee per muoversi proviene da RED Live.

A volte ritornano. Oltretutto quando meno te lo aspetti. Dopo dodici anni di assenza dal panorama europeo, lo storico marchio inglese MG annuncia il rientro nel Vecchio Continente. Un’operazione che avrà inizio nel 2019 e che vedrà protagonista la cinese Saic, dal 2005 proprietaria del brand. Il successo con le spider negli Anni ‘60 La […]

L'articolo MG, il ritorno in Europa è in salsa cinese proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana