Google+

Rassegna stampa/1 Piano per la crescita, benzina: arriva il prezzo settimanale

febbraio 9, 2011 Redazione

Oggi il Consiglio dei ministri vara le misure economiche che per Silvio Berlusconi faranno crescere il Pil del 3-4%. Tra le novità è previsto l’obbligo, sperimentale per sei mesi, per i gestori di stabilire e pubblicare un prezzo “settimanale” per benzina e gasolio. I self service, invece, dovranno essere aperti tutto il giorno

Oggi in Consiglio dei ministri verrà varato il pacchetto di misure economiche per dare una “frustata” al cavallo dell’economia a costo zero, come ha detto il presidente del Consiglio. Tra i cinque punti all’ordine del giorno, incentivi alle Pmi e introduzione del prezzo settimanale della benzina.

“Incentivi automatici, riservati per il 50% alle piccole e medie imprese
e per l’85% alle regioni del Mezzogiorno, anche attraverso «meccanismi automatici di agevolazione, con particolare riferimento all’utilizzo di procedure di fruizione dell’aiuto mediante buoni o voucher», dice la bozza di riordino degli incentivi. E ancora: deducibilità dell’Irap centrata sul costo del lavoro, riforma della rete dei carburanti, nuove regole sui conflitti di interesse tra banchieri e imprenditori, sulla pubblicità dei prezzi dei farmaci da banco. Completano infine l’ordine del giorno del Consiglio dei ministri la legge Antitrust e la riforma dell’Irap, la modifica della Costituzione, il rilancio del Piano casa e del Piano sud” (Corriere, p. 8).

L’impostazione di base è che nel piano
“ci saranno esclusivamente interventi di liberalizzazione e di riordino e non nuovi provvedimenti di spesa. [...] La novità maggiore è forse la legge annuale Antitrust, che recepisce le indicazioni del Garante sui nodi normativi che ostacolano la concorrenza ed il mercato” (Corriere, p. 8).

“Si parte dalla riforma della rete dei carburanti,
con la razionalizzazione, e la riduzione dei punti vendita, l’obbligo (sperimentale per sei mesi) per i gestori di stabilire e pubblicare un prezzo che abbia valenza ‘settimanale’ per benzina e gasolio. I distributori dotati di self service, inoltre, dovranno tenerli aperti anche durante le ore in cui è garantito il rifornimento assistito del personale. Viene poi ampliata la possibilità per i distributori di vendere altri prodotti, come quotidiani, riviste e generi di monopolio che finora potevano essere venduti solo nei distributori più grandi” (Corriere, p. 8).

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

Commenti Facebook

L’Osservatore Romano

L'Osservatore Romano

Tempi Motori – a cura di Red Live

La versione high performance della berlina nipponica, attesa a breve al debutto, potrebbe rinnegare l’alimentazione ibrida tipica del modello base optando per un ciclopico V8 5.0 a benzina da 500 cv.

Dopo le borse, gli occhiali e le scarpe, il mercato dei prodotti contraffatti si apre anche al nostro settore. Look non è la prima azienda a esserne vittima e mette in guardia i ciclisti da sospetti e pericolosi "affari"...

Adorata dai divi dello spettacolo, è stata la prima roadster BMW dedicata al mercato americano. Ha ispirato le moderne Z3 e Z8. Mossa da un V8 3.2, nonostante la linea elegante fu un flop commerciale.

La supercar nipponica è (finalmente) pronta al debutto: adotta un V6 biturbo a iniezione diretta di benzina abbinato a ben tre motori elettrici. Trazione integrale permanente e cambio a doppia frizione.

Rivista nella linea e nella cura degli interni, la multispazio torinese conferma i plus della precedente versione, cui abbina un comfort superiore e dotazioni da berlina. Prezzi da 18.200 euro. Motori benzina, td e a metano.

Speciale Nuovo San Gerardo