Google+

Priscilla, la “farfalla da bar” olandese che a 26 anni festeggia prima di farsi uccidere

giugno 24, 2013 Irene Pasquinucci

La terribile scelta di una giovane ragazza che ha deciso di ricorrere all’eutanasia. E la tv fa un documentario per mostrare ai giovani «la possibilità» della dolce morte

Questa sera gli olandesi potranno vedere alla televisione un documentario di 55 minuti sulla vita, o meglio, sulla morte di Priscilla Brouwer, una ragazza di 26 anni.
L’associazione olandese per la morte volontaria vorrebbe che questo documentario diventasse uno strumento pedagogico: «I giovani devono prendere più coscienza della possibilità dell’eutanasia».

BELLA VITA, BELLA MORTE. Priscilla si è regalata per il suo compleanno la “bella morte” per non subire la lenta degradazione associata alla malattia ereditaria che provocato anche la morte della madre.
Il film sarà diffuso sulla rete di Stato olandese Nederland 2 col titolo di Nachtvlinder, «falena, farfalla notturna», soprannome della ragazza, chiamata anche Kroegvlinder, “farfalla da bar” per via delle sue assidue frequentazioni dei locali notturni di Amsterdam.
Prima della “bella morte”, da quando le è stata diagnosticata la malattia a 16 anni, ha voluto concedersi una “bella vita” decidendo di approfittare di ogni istante della sua vita.

NON E’ IN FASE TERMINALE. Il documentario è ben fatto e non permette di pensare che la sua vita sia vuota e triste, senza scopo e direzione. Anzi è una ragazza piena di vita, di amici, una famiglia che le vuole bene e che lei ricambia con ardore. Si nota che non è in piena forma, ma nemmeno in fase terminale.
Preferisce comunque andarsene a 26 anni invece di aspettare qualche anno di vita supplementare non al pieno delle sue capacità di godersi i piaceri della vita: «Vorrei andare via dalla vita allegramente. Preferisco andarmene a 26 anni da sola che a 30 dopo anni di sofferenze».

PIANGERO’ PIU’ AVANTI. Il film la segue nei suoi ultimi giorni: le sue migliori amiche Valesca e Jorna che l’accompagnano dal medico di famiglia per chiedere l’eutanasia, un giro in taxi per salutare un’ultima volta la sua città, passeggiate in riva al mare mano nella mano con un amico, il make-up con la sorella Steffie davanti allo specchio prima della festa d’addio per arrivare all’apoteosi del piacere nella festa di congedo: una frase terrificante alla festa coglie perfettamente lo spirito: «Domani piangeremo, adesso beviamo e festeggiamo». Le fa eco la sorella: «Domani è domani e oggi è qualcosa di divertente. E quando sento forte la paura e l’ansia, penso che piangerò più avanti». E Priscilla beve, balla, grida, sale sui tavoli, baci e abbracci, gioca a far la star della festa.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

12 Commenti

  1. Mappo says:

    Ora si tratta di “volontari”, poi si passerà alla costrizione e la gente dovrà nascondersi come facevano gli ebrei per evitare di essere terminata da apposite squadre, magari ci faranno pure un reality. Fantascienza? Anche le nozze fra omosessuali lo sembravano pochi anni fa.

    • Azaria says:

      Mappo, mi sa che purtroppo arrivi tardi. Come al solito l’avanzata Olanda ha fatto giá scuola:

      http://www.molecularlab.it/elaborati/elaborato.asp?n=18

      Riporto:
      “Un collega m’ha raccontato questa: vecchio paziente ospedalizzato, in agonia. Il figlio chiede ai medici di ‘accelerare il processo’, in modo che il funerale del padre potesse aver luogo prima della sua partenza per le ferie all’estero, già prenotate.”

  2. Sergio says:

    Ma la morte è entrata nel mondo per invidia del diavolo; e ne fanno esperienza coloro che gli appartengono. (Sap 2,24). Colui che della morte ha il potere cerca di convincerci in ogni modo che la scelta giusta sia la morte e non la vita. Chi ascolta inconsapevolmente la “voce” del demonio finisce per metterne in pratica la volontà di morte. Solo in Gesù, che ha distrutto le opere di satana e ha vinto la morte, abbiamo la libertà, la salvezza e la vita. La Madonna è con noi e non ci abbandona. Preghiamo per Priscilla e per tutte le persone ingannate che diventano a loro volta ingannatrici.

    • davide says:

      on quale presunzione vi identificate come popolo eletto???
      come potete pensare di essere i preferiti di uno che crea una cosa immensa come l’universo???
      e anche fosse che sei suo pupillo e che decide lui per te dovresti accettare la sua volontà però un cancro te lo faresti curare vero???
      cercheresti di guarire da una qualsiasi malattia degeneratiava, vero???
      e se rimani vegetale??? intubato e tenuto in vita da macchinari???
      quello è vivere??? non sarebbe più giusto staccare la spina???
      tenere in vita persone senza attivita cerebrale è puro accanimento farmacologico come il tentare di guarire ad ogni costo malattie incurabili. se davvero vi ritenete cristiani rinunciate a tutto ciò che è satana pc compreso, medicine, vestiti di lusso auto tv telefonini le droghe il sesso col profilattico e tutta una serie di fattori cosi cosa fareste??? probabilmente nulla perchè avete appena tolto la metà o più dei vostri svaghi giornalieri…

  3. Barbara says:

    Ho il massimo rispetto per questa scelta. Ha scelto la dignità del suo morire per non perdere la dignità della sua vita. “Dobbiamo dare vita ai giorni e non giorni alla vita” (Rita Levi Montalcini)

    • Franz says:

      quindi secondo questa logica un malato terminale che non si suicida non ha dignità, ho capito bene?

    • Carla says:

      Ritengo ci sia più dignità nel vivere la vita piuttosto che nel rinunciare a vivere.

      • davide says:

        però un cancro te lo faresti curare vero???
        cercheresti di guarire da una qualsiasi malattia degeneratiava, vero???
        e se rimani vegetale??? intubato e tenuto in vita da macchinari???
        quello è vivere??? non sarebbe più giusto staccare la spina???
        tenere in vita persone senza attivita cerebrale è puro accanimento farmacologico come il tentare di guarire ad ogni costo malattie incurabili. se davvero vi ritenete cristiani rinunciate a tutto ciò che è satana pc compreso, medicine, vestiti di lusso auto tv telefonini le droghe il sesso col profilattico e tutta una serie di fattori cosi cosa fareste??? probabilmente nulla perchè avete appena tolto la metà o più dei vostri svaghi giornalieri…

  4. Carla says:

    grottesco! folle!
    Ritengo ci sia più dignità nel vivere la vita che nel rinunciare alla vita.

  5. Carla says:

    Ritengo ci sia più dignità nel vivere la vita che nel rinunciare alla vita.

  6. Enrico says:

    Lasciamo alle lobby della disperazione, della solitudine e della morte, e ai loro adepti, la responsabilità di ciò che promuovono.
    Noi cristiani continuiamo la nostra testimonianza in positivo, a favore della vita, della letizia e dello stare insieme, fino alla fine.

    • davide says:

      con quale presunzione vi identificate come popolo eletto???
      come potete pensare di essere i preferiti di uno che crea una cosa immensa come l’universo???
      e anche fosse che sei suo pupillo e che decide lui per te dovresti accettare la sua volontà però un cancro te lo faresti curare vero???
      cercheresti di guarire da una qualsiasi malattia degeneratiava, vero???
      e se rimani vegetale??? intubato e tenuto in vita da macchinari???
      quello è vivere??? non sarebbe più giusto staccare la spina???
      tenere in vita persone senza attivita cerebrale è puro accanimento farmacologico come il tentare di guarire ad ogni costo malattie incurabili. se davvero vi ritenete cristiani rinunciate a tutto ciò che è satana pc compreso, medicine, vestiti di lusso auto tv telefonini le droghe il sesso col profilattico e tutta una serie di fattori cosi cosa fareste??? probabilmente nulla perchè avete appena tolto la metà o più dei vostri svaghi giornalieri…

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download