Google+

Petizione al re del Belgio per non firmare la legge sull’eutanasia infantile

febbraio 14, 2014 Redazione

Il re Filippo (come suo zio Baldovino) ha la possibilità di agire coraggiosamente in nome della pari dignità di ogni singolo essere umano.

Giovedì 13 febbraio 2014 il parlamento belga ha approvato una spaventosa legge sull’eutanasia infantile: ai medici sarà possibile uccidere bambini sotto i 18 anni in caso di malattia terminale o estrema sofferenza. La legge prevede che la decisione di uccidere il bambino sia presa dai genitori e dai medici curanti. Inoltre, si dispone che il piccolo paziente sia consapevole della situazione e sappia cosa significa sottoporsi all’eutanasia.

Non si può nemmeno immaginare come si senta un bambino che vede i propri genitori disperati a causa della propria sofferenza incurabile. Questa legge rappresenta un caso unico, ma potrebbe costituire un caso esemplare per altri Paesi in Europa per una maggior legalizzazione di questa abominevole pratica; tanto più che in Olanda e Belgio si hanno addirittura casi di impiego non regolamentato e superficiale dell’eutanasia. Un gruppo di pediatri belgi ha scritto una lettera pubblica, affermando l’inutilità di questa legge, dato che “le cure palliative sono perfettamente in grado di liberare il bambino dal dolore, sia in ospedale che a casa”. Molti membri dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa provenienti da tutti i gruppi parlamentari, tra cui vari italiani, hanno firmato una dichiarazione scritta, affermando che questa legge “tradisce i bambini più vulnerabili del Belgio” e che “promuove la convinzione inaccettabile secondo cui esistono vite indegne di essere vissute, mettendo a rischio le stesse basi della vita sociale”.

Dopo l’approvazione da parte del parlamento belga, ora spetta al re Filippo (che non piace alla massoneria laicista, ndrfirmare questa legge. Secondo la prassi, il re ha la possibilità di rifiutarsi di firmare, anche se si tratta di una possibilità molto remota e che produrrebbe accesi dibattiti. Ciò nonostante, il re Filippo (come suo zio Baldovino, che nel 1990 si rifiutò di firmare la legge che liberalizzava l’aborto) ha la possibilità di agire coraggiosamente in nome della pari dignità di ogni singolo essere umano.

Le firme raccolte in tutto il mondo verranno messe a disposizione di alcune persone vicine al sovrano belga, che gliele sottoporranno con la richiesta di non firmare.

Qui potete firmare

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

48 Commenti

  1. Daniele Ridolfi scrive:

    Ho firmato la petizione! Invito voi a fare altrettanto!

  2. Vittorio Corsinini scrive:

    Non firmi….

  3. Esaki scrive:

    Ho firmato anch’io, anche se mi sembra una cosa un po’ farlocca. Per petizioni serie occorre un documento d’identità, come è stato per la campagna “Uno di noi”.

  4. giuliano scrive:

    firma inutile che non servirà al re del Belgio a bloccare l’immonda legge demoniaca. C’è un precedente illustre sempre in Belgio, quando re Baldovino si dimise temporaneamente per non firmare la legge sull’aborto. Ma non servì a nulla poichè la legge passò lo stesso perchè le sinistre così decisero e non c’è nulla da fare. O meglio una cosa da fare ci sarebbe, prendere nota di tutti i simpatizzanti eugenetici che imperversano sui web e in parlamento e ricordarsene quando ariiverà una Norimberga. Li voglio vedere impiccati come i nazisti i bastardi.

    • Ily scrive:

      Eccomi, prendi nota…la cosa più ridicola è che adesso sono i nazistoidi pro sofferenza e anti libertà individuali a invocare Norimberga…(contro voi stessi, vi dovrebbero impiccare solo per tutte le donne che soffrono nel mondo a causa delle leggi antiaborto presenti in alcuni paesi arretrati)

      • Sisto scrive:

        Eccoli, Vivalitalia, i due dell’ Arcigay. Li volevi e sono tornati. Adesso si fanno chiamare Ily e Alberto. Fai ciao con la manina, Ily, fai ciao, Alberto. Ma sempre Luca, Remo etc.è.

  5. toni scrive:

    Firmato …ed ampiamente superate le 50.000 firme.

  6. Paola scrive:

    Io son stata la 57.000!

  7. Luca e Remo scrive:

    Pure noi abbiamo firmato. E voialtri che aspettate?

  8. VivalItalia scrive:

    Arriga?? Tempi.it ha davvero aggiunto i filtri oppure i due dellarcigay che stavano a presidià il sito se son presi er morbillo?

    24 ore senza fregnacce è da mo che nun se vedeva..
    Oh: AVANTI COSÌ! !!!

  9. Ily scrive:

    Ahahah
    Si 30.000, 57.000 firme
    Magari siete gli stessi fissati che hanno firmato più volte con nomi diversi.
    Cmq per fortuna le firme sul web non servono a niente, certi temi non so trattano a colpi di grossolana e ignorante demagogia.

  10. Bifocale scrive:

    Firmato pure io. Diciamo NO alla cultura della morte e all’ ideologia del gender.

  11. Anonimo24 scrive:

    Firmata anche io 😀

  12. Shiva 101 scrive:

    Una legge folle, che prevede l’eutanasia sin dalla prima infanzia, pazzesco! Ho firmato!

  13. LimoneII Puzante DellaTorre scrive:

    Firmato, firmato
    13 volte

  14. Riequilibrio scrive:

    Firmato pure io. NO alla cultura della morte, NO al gender.

  15. Drahja scrive:

    Ma prima firmare conoscete il contenuto della legge, almeno… Le condizioni sono estremamente restrittive e non hanno niente a che vedere con l’eugenetica
    -il minore deve essere capace di discernimento e deve fare lui stesso la richiesta, quindi già per questo sono esclusi i dementi e minorati mentali
    -si deve trovare nella fase terminale di malattia incurabile, con diagnosi di morte a breve
    -è possibile solo per,gravi e non lenibili sofferenze fisiche, sono escluse,le,sofferenze psicologiche
    -è necessario l’assenso di entrambi i genitori, la certificazione del medico e di uno pschiatria…

    • Esaki scrive:

      Certo come no, prima si stabilisce che i minori non siano in grado dal punto di vista legale di prendere importanti decisioni economiche e affettive, e poi li riteniamo in grado di decidere se devono morire. Clap clap

    • Lela scrive:

      Sì, come si era introdotto il divorzio per permettere alle povere donne vessate da mariti violenti di uscire dall’incubo, e l’aborto per salvare le madri dalla morte per gravi malattie.
      Adesso si divorzia perché il coniuge “non è più quello che ho sposato” e si abortisce perché si è già anticipata la caparra della palestra.
      Quindi non importa che adesso la legge sia restrittiva, perché sfuggirà di mano. Semplicemente NON DEVE PASSARE.

      • Drahja scrive:

        Ma è già stata approvata a larga maggioranza, la firma del re è solo una formalità… O-O
        E poi c’e’ differenza rispetto alle leggi che citi
        Nella legge sul divorzio non c’è scritto che si puo’ divorziare solo in caso di violenza coniugale, ne’ in quella sull”aborto che si puo’ abortire solo in caso di malattia fisica
        Invece la legge sull’eutanasia infantile prevede che si possa praticare solo in quei casi, nn da alcuna discrezionalità interpretativa.

        • Lela scrive:

          Per il divorzio è vero, la legge non dice niente, ma quello è il tam tam attraverso il quale è stato fatto passare. Per l’aborto invece, in quale modo perdere un anno di palestra o avere una figlia femmina potrebbe essere considerato un grave pericolo per la salute psichica della donna? In quale modo il labbro leporino o il piede torto sono gravi malformazioni del feto? Eppure accade.
          Anche questa legge sull’eutanasia è interpretabile…e anche se adesso non appare tale, secondo me lo diventerà.

  16. Mariapia scrive:

    Ciao a tutti, purtroppo il demonio ” scatenato” ha sempre più proseliti, possiamo solo pregare come dice la Madonnna anche a Medjugorje, Tutto questo male si riverserà su chi lo promuove, anche se noi non sapremo che fine faranno. Il Signore e’ risorto e quindi ha vinto su tutti i Mali!!!!

  17. marinella scrive:

    Diamo un segnale a questi assassini!

  18. Jack scrive:

    Sono molto interessato a capire come mai questa propensione dei paesi bassi alla cultura della morte e anticristiana?
    Considerando l’influenza di certo tipo di protestantesimo in Olanda, si potrebbero ipotizzare risposte, ma il Belgio?
    Con la storia centenaria dei Benedettini e le università cattoliche??

    Se c’è qualcuno ferrato in storia mi darebbe dei riferimenti?
    Grazie

    • Ily scrive:

      Magari li I politici non devono render conto alla conferenza episcopale e alle associazioni di integralisti cattolici?

      • francesco taddei scrive:

        magari i politici dovrebbero usare il buon senso che gli rimane, invece di andare dietro a quelli come te.

  19. PAOLA Giuseppina scrive:

    Si metta una mano sulla coscienza non firmi.

  20. Ily scrive:

    la legge passerà, sugli organi della stampa belga risulta che il re non ha alcuna intenzione di rifiutare la firma…cmq vedremo io punto 700.0000 euro che entrerà in vigore. 😀

    • VivalItalia scrive:

      Ily chai 7.000.000 euro da puntà e stai qua ad ammorbarce?
      Io punto 50 cent che sai dì solo fregnacce..!

    • Giannino Stoppani scrive:

      Veramente allucinante codesta tua malcelata svagata e irridente soddisfazione per il perpetrarsi di un abominio, che, anche nel caso più che peregrino che tu avessi delle ragioni più che valide per ritenerlo necessario, sarebbe pur sempre un argomento da trattare, se non con la cupa gravità che meriterebbe, almeno con un minimo di serietà.
      Forse solo nei campi di sterminio credo si sia vista una cattiveria intesa in senso fisico come quella che trasuda da questo e da altri interventi su questo tema.
      Penso sia giunto il momento giusto per un esorcismo pubblico contro satana e gli angeli ribelli nonché la riapertura dei manicomi criminali per chi sottolinea l’omicidio legalizzato dei bambini coi sorrisetti stilizzati da bamboccio cretino.
      E il bello è certa gente poi frigna proclamandosi vittima di bullismo omofobo!

      • Ily scrive:

        Non sono omosessuale, per prima cosa; secondo il tono sarcastico è diretto unicamente verso la vostra ridicola iniziativa, e in generale per l’ottusità dei vostri atteggiamenti ideologizzati su questi temi.

        • Anonimo24 scrive:

          Quindi tutti dobbiamo accettare la pazzia di queste leggi senza muovere neanche un dito??? senza esprimere il nostro dissenso??? invece di criticare l’iniziativa, pensa a firmare e se proprio non vuoi farlo perché reputi che dare la morte a dei bambini sia giusto (non so come si potrebbe pensare una cosa del genere), oppure non si possiede il coraggio per firmare e magari avere una piccola speranza che il re possa rifiutarsi di approvare una legge degna di Hitler, allora TACI.
          Ogni 27 gennaio leggo tanti commenti di indignazione contro l’operato dei nazisti e poi quando quelle leggi che noi tutti a distanza di circa 70 anni critichiamo, ci vengono riproposte come nel caso del Belgio, la maggior parte della popolazione, persa nella dilagante ipocrisia, non muove neanche un solo dito per opporsi ma anzi critica chi ci prova.
          Quali saranno le prossime leggi che verranno promulgate??? vietato ai cattolici camminare sul marciapiede??? i cattolici devono portare la croce disegnata sui vestiti per essere riconosciuti (come gli ebrei portavano la stella di David)???? oppure leggeremo cartelli “vietato l’ingresso ai cani e ai cattolici??? Pensateci.

        • Giannino Stoppani scrive:

          Egregio Ily, come chiunque sappia intendere l’italiano si rende facilmente conto, nel mio post precedente l’evocazione delle sedicenti piagnucolose vittime del bullismo cosiddetto “omofobo” era strumentale per evidenziare in generale la somma incoerenza dei cialtroni che postano su questo sito solo per fare il ringhioso e puntiglioso controcanto ideologico ad ogni parola che vi trovano stampata.
          Dunque il fatto che tu, in particolare sia non sia omosessuale ci incastra poco o nulla.
          Resta il fatto indelebile che quando si parla di procurare la morte di bambini innocenti, tu hai trovato naturale fare dell’ironia da bamboccio citrullo su quelli che definisci (fornendo anche qui un brillante esempio di coerenza!) “atteggiamenti ideologizzati” dei cattolici su questi temi.
          Già, perché tu invece, caro il mio “utilizzatore finale” di emoticons, nei confronti dei cattolici e delle loro idee, che razza di “atteggiamenti” avresti?

          • Ily scrive:

            Le idee dei cattolici per me sono sbagliate,ma non perché contrarie ad un’altra fede o ideologia di ordinamento della società in cui credo, bensì perché contrastano con i fatti, con i reali interessi delle persone, vedono il male dove non c’è. Io non ho alcun interesse né personale né ideologico all’approvazione di questa legge, ma non mi piace la falsità.
            Nella fattispecie in discussione ci sono altri elementi oltre “bambino” e “innocente” (tipo richiesta di morire, per porre fine a sofferenza fisica oggettiva insostenibile, malattia terminale, prognosi comunque infausta), ma voi li ignorate, quindi fondate il discorso su premesse false. Perché a voi interessa difendere ad oltranza il principio astratto che l’individuo non può disporre della propria vita (infatti siete contrari anche all’eutanasia per adulti, al diritto di rifiutare alimentazione e idratazione artificiale, perfino alla libertà di fatto che ciascuno nel proprio privato, senza aiuti istituzionali, ha di suicidarsi se lo ritiene opportuno – e tutto questo con il nazismo non c’entra proprio niente-). Mentre, di fatto, la vita propria può essere solo nella disponibilità dell’individuo cui appartiene. Chi vuole negare questo fatto va contro la realtà.

            • Giannino Stoppani scrive:

              Non mi dilungo, per mancanza di tempo, sulle altre falsità che hai scritto pur dicendo di odiarle (tanto per essere coerenti, eh?!), tanto più che per far capire all’universo mondo come sei messo, mi basta sottolineare la seguente tua spericolata asserzione:
              “Mentre, di fatto, la vita propria può essere solo nella disponibilità dell’individuo cui appartiene. Chi vuole negare questo fatto va contro la realtà.”
              Tu IN REALTA’ non sai se sarai ancora vivo tra un ora o tra un giorno o tra un mese o tra cent’anni!
              Credi dunque di esser padrone di una vita che non ti sei dato certo da solo e alla quale non sei in grado di aggiungere un solo istante?!
              Beh, allora io sono il padrone della FIAT!
              Da’ retta palle, tu della “realtà” non conosci neanche l’indirizzo di casa!

              • Ily scrive:

                di fatto, se vuole, ciascun individuo può uccidersi, in qualsiasi momento. non esiste un fatto più naturale del suicidio, esiste da tempo immemorabile e non necessita neppure di tecnologie tanto raffinate. detto questo anche io cesso di discutere, tanto con persone che credono di avere il compito di agire per conto dell’entità divina suprema è inutile.

                • Giannino Stoppani scrive:

                  Eh, eh, eh!
                  Che puerile tentativo di sviare il discorso!
                  Ma certo che puoi ucciderti!
                  Ma puoi forse affermare che sarai ancora vivo domattina (o tra cento anni) con la sicurezza che implica l’essere titolare del diritto di proprietà sulla “tua” vita?!
                  Quando giungerà la tua ora, potrai dire: “No, oggi non muoio, muoio l’anno prossimo.”?
                  No di certo!
                  E allora di che cappero sei il padrone?!
                  Delle ferriere?!
                  E bada bene, bello mio, che ragionando in linea di principio, l’Entità Suprema in cui tu non credi qui non c’entra un beneamato cappero sott’aceto.
                  Qui si tratta di prendere coscienza della realtà umana per quella che è, senza dogmi o verità rivelate.
                  Tu, ahimè, hai dimostrato che sei ben lontano dall’avere una consapevolezza decente persino dell’aspetto più banale e allo stesso tempo peculiare della tua condizione di essere umano, ovvero LA MORTE!
                  Dunque sai cosa me ne faccio delle tue lezioncine di nichilismo spocchioso!

  21. LUCIANA MERCADANTE scrive:

    NO ALL’EUTANASIA!!!!

  22. Irma Filice scrive:

    Il solo pensiero che questa legge passi mi fa vedere scenari da lager.

  23. Marco Fasola scrive:

    firmato

  24. Napodano Salvatore scrive:

    Please,
    Take care this request, for the progress of the humanity!

  25. vernocchi stefano scrive:

    NON FIRMARE LEGGE SULLA EUTANASIA INFANTILE

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana