Google+

Per una “Giustizia giusta”. Depositati sei quesiti per referendum su magistratura e carcere

maggio 28, 2013 Redazione

Responsabilità civile dei giudici, separazione delle carriere, magistrati fuori ruolo, abuso della custodia cautelare e abolizione dell’ergastolo. Serve raccogliere 500 mila firme in tre mesi

Il comitato promotore della “giustizia giusta” ha depositato questa mattina in Cassazione sei quesiti per una riforma sia della magistratura sia del carcere. Sul merito dei contenuti, ieri tempi.it ne ha parlato con Rita Bernardini dei Radicali italiani. E nel numero in edicola questa settimana, Tempi offre più di uno spunto sulla questione carceri. E raccontando l’esperienza brasiliana dell’Apac di Nova Lima e raccogliendo opinioni autorevoli intorno all’amnistia.
I sei quesiti presentati dal comitato riguardano due referendum sulla responsabilità civile dei giudici, uno sulla separazione delle carriere, uno sui magistrati fuori ruolo, un altro sull’abuso della custodia cautelare, e infine un quesito sull’abolizione dell’ergastolo. Il comitato ha ora tempo tre mesi per raccogliere 500 mila firme.

DALLE PAROLE AI FATTI. Alessandro Gerardi ha spiegato che l’intento del comitato è dare una scossa all’immobilismo politico italiano e rimettere al centro del dibattito pubblico i temi sulla giustizia e sul carcere. I sei quesiti vengono proposti a 30 anni dall’arresto di Enzo Tortora e a 25 anni dalla sua morte. Del comitato fa parte anche la compagna di Tortora, Francesca Scopelliti.
Alla campagna referendaria hanno già aderito i giornalisti Filippo Facci, Vittorio e Mattia Feltri, tutti gli ex parlamentari del partito Radicale e Alfonso Papa. Quest’ultimo ha dichiarato: «Intendiamo passare dalla parola ai fatti. Perché, al di là degli slogan, nessuno oggi nel Parlamento italiano ha la volontà di avviare una riforma».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Audi accelera sulla strada dell’elettrificazione della gamma. Dopo la presentazione della nuova A8, proposta al lancio nelle configurazioni V6 3.0 TFSI e TDI “mild hybrid”, vale a dire con impianto elettrico a 48 volt, ora anche le famiglie A4 e A5 beneficiano d’inedite motorizzazioni mHEV che portano in dote tutti i vantaggi fiscali e di […]

L'articolo Audi A4 e A5, è tempo di micro ibrido proviene da RED Live.

Arriva in gruppo tra gli ultimi, guarda tutti dritto negli occhi, mostra i muscoli e fa subito la voce grossa. E no, non è un bullo. Parliamo, piuttosto, della SUV Volkswagen T-Roc. Destinata a scendere in lizza nel segmento di mercato più frizzante, combattuto e attraente del momento, vale a dire quello delle sport utility […]

L'articolo Prova Volkswagen T-Roc proviene da RED Live.

In KTM hanno le idee chiare: il futuro della mobilità è elettrico. Ecco perché la nuova KTM Freeride E-XC, rinnovata da cima a fondo, è solamente un punto di partenza

L'articolo KTM Freeride E-XC, l’enduro green proviene da RED Live.

Prima erano una cosa sola. Ora sono divise. O meglio, in futuro avranno specializzazioni e target diversi. Volvo e Polestar, quest’ultima sino a ieri divisione ad alte prestazioni del brand svedese, si sono separate e vivranno di luce propria. Polestar, oltretutto, cambierà pelle, passando dall’elaborazione ufficiale dei modelli della Casa nordica alla realizzazione di vetture […]

L'articolo Polestar 1: il nuovo mondo proviene da RED Live.

Il progetto Émonda è nato per dimostrare che Trek era non solo in grado di costruire la bicicletta di serie più leggera al mondo, ma di renderla anche capace di offrire elevate performance. I confini della ricerca sembrano essere fatti perché li si possa superare e ciò che è successo con il MY 2018 lo dimostra: […]

L'articolo Nuova Trek Émonda 2018, la leggerezza non ha limiti proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download