Google+

Per una “Giustizia giusta”. Depositati sei quesiti per referendum su magistratura e carcere

maggio 28, 2013 Redazione

Responsabilità civile dei giudici, separazione delle carriere, magistrati fuori ruolo, abuso della custodia cautelare e abolizione dell’ergastolo. Serve raccogliere 500 mila firme in tre mesi

Il comitato promotore della “giustizia giusta” ha depositato questa mattina in Cassazione sei quesiti per una riforma sia della magistratura sia del carcere. Sul merito dei contenuti, ieri tempi.it ne ha parlato con Rita Bernardini dei Radicali italiani. E nel numero in edicola questa settimana, Tempi offre più di uno spunto sulla questione carceri. E raccontando l’esperienza brasiliana dell’Apac di Nova Lima e raccogliendo opinioni autorevoli intorno all’amnistia.
I sei quesiti presentati dal comitato riguardano due referendum sulla responsabilità civile dei giudici, uno sulla separazione delle carriere, uno sui magistrati fuori ruolo, un altro sull’abuso della custodia cautelare, e infine un quesito sull’abolizione dell’ergastolo. Il comitato ha ora tempo tre mesi per raccogliere 500 mila firme.

DALLE PAROLE AI FATTI. Alessandro Gerardi ha spiegato che l’intento del comitato è dare una scossa all’immobilismo politico italiano e rimettere al centro del dibattito pubblico i temi sulla giustizia e sul carcere. I sei quesiti vengono proposti a 30 anni dall’arresto di Enzo Tortora e a 25 anni dalla sua morte. Del comitato fa parte anche la compagna di Tortora, Francesca Scopelliti.
Alla campagna referendaria hanno già aderito i giornalisti Filippo Facci, Vittorio e Mattia Feltri, tutti gli ex parlamentari del partito Radicale e Alfonso Papa. Quest’ultimo ha dichiarato: «Intendiamo passare dalla parola ai fatti. Perché, al di là degli slogan, nessuno oggi nel Parlamento italiano ha la volontà di avviare una riforma».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Forse non sarà la supercar più aggraziata sulla faccia del Pianeta, ma è senza dubbio la McLaren più estrema mai realizzata. Il suo nome è Senna, in omaggio all’indimenticabile pilota brasiliano, e il peso a secco è da urlo: 1.198 kg. L’erede della hypercar P1, contrariamente ai rumors che la volevano ibrida come l’antenata, rinuncia […]

L'articolo McLaren Senna: la più estrema di sempre proviene da RED Live.

Il preparatore americano Hennessey sembra avere un’unica missione nella vita: lasciare a bocca aperta. Dopo aver creato sia la Venom GT, hypercar in grado di toccare i 435 km/h grazie a un V8 7.0 biturbo da 1.451 cv, sia l’evoluzione Venom F5, accreditata sulla carta di una velocità massima di oltre 480 km/h, ora si […]

L'articolo Hennessey VelociRaptor 6×6: forza bruta proviene da RED Live.

La nuova Multistrada 1260 cambia radicalmente con le novità che riguardano circa il 30% del progetto; smussa gli spigoli vivi del motore precedente motore e guadagna nella guida ora più fluida e rotonda meno reattiva.

L'articolo Prova Ducati Multistrada 1260 proviene da RED Live.

Per le piccole inglesi supersportive è già tempo di pista. Al freddo dell'autodromo di Cremona partono i primi test della stagione. Il nuovo calendario prevede anche una trasferta al Paul Ricard. C'eravamo anche noi

L'articolo MINI Challenge, è già 2018 proviene da RED Live.

La 5 porte giapponese saluta da lontano le quattro generazioni che l’hanno preceduta, mostrando linee più slanciate e tante possibilità di personalizzazione. Si dota inoltre di dispositivi di controllo appannaggio di auto di segmento superiore. Prezzi a partire da 16.700 euro

L'articolo Prova Nissan Micra N-Connecta IG-T proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download