Google+

Pax americana, tributi europei

giugno 23, 1999 Tringali Massimo

La singolare protesta antiNato della Rivista Italiana della Difesa, il più autorevole (e ufficiale) dei periodici delle forze militari italiane

Comunque si concludano le operazioni militari in Kosovo, una cosa è certa: l’Europa dovrà abbandonare i sogni di una difesa comune, preludio e strumento di una politica estera comune. Lo dice a chiare lettere la più autorevole rivista specializzata nel settore “difesa”, Rid (Rivista Italiana Difesa), nel suo editoriale del numero di giugno: “Ormai, non si tratta più di alleati, che decidono tutti assieme e poi agiscono fianco a fianco, magari a livelli quantitativi diversi, ma comunque tutti sullo stesso piano qualitativo; no, siamo ormai ridotti alla condizione degli staterelli tributari di Roma, da cui ci si aspettava che fornissero un po’ di truppe ausiliarie e (soprattutto) spalancassero le loro casseforti per contribuire alle spese di guerra, ma che in ogni caso non dovevano nemmeno permettersi di pensare di avere voce in capitolo circa la conduzione politica e militare di un conflitto”. Sempre nello stesso editoriale si fa presente che a Washington, nell’ultimo summit celebrativo della Nato, gli USA hanno esercitato una formidabile pressione perché gli europei aumentino i bilanci della difesa (cosa che avverrà, soprattutto in Italia, volenti o nolenti e indipendentemente da chi governa). E fin qui nulla di male, “se non fosse per il fatto che, da come la vedono gli Stati Uniti, questi soldi in più dovrebbero essere assorbiti dall’acquisto di materiale militare americano, o quanto meno progettato per assicurare una totale compatibilità e interoperabilità con i sistemi in servizio nelle forze armate americane. Siamo, insomma, al Patto di Varsavia di una volta; con tutti i suoi vantaggi logistico-operativi, certo, ma anche con una pesante sudditanza industriale e tecnologica”. Conclusione di RID, che certo è tutto fuorché antimilitarista e antiNato? “Sotto l’impatto della guerra del Kosovo, ci siamo tutti impegnati senza fiatare a trasformare quella che era un’alleanza difensiva in una specie di superpolizia mondiale a tutela degli interessi occidentali – e quindi nostri, sì, ma soprattutto e prima di tutto americani”.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Se siete appassionati di motori e curiosare tra le anteprime – ne sono state annunciate ben 150 – è sicura fonte di piacere, il momento è (quasi) arrivato. Cominciate a cerchiare in agenda una data compresa tra il 9 e il 12 novembre (il 7 e l’8 sono giornate dedicate a operatori e stampa) e […]

L'articolo EICMA 2017, cosa c’è da fare e vedere proviene da RED Live.

Audi accelera sulla strada dell’elettrificazione della gamma. Dopo la presentazione della nuova A8, proposta al lancio nelle configurazioni V6 3.0 TFSI e TDI “mild hybrid”, vale a dire con impianto elettrico a 48 volt, ora anche le famiglie A4 e A5 beneficiano d’inedite motorizzazioni mHEV che portano in dote tutti i vantaggi fiscali e di […]

L'articolo Audi A4 e A5, è tempo di micro ibrido proviene da RED Live.

Arriva in gruppo tra gli ultimi, guarda tutti dritto negli occhi, mostra i muscoli e fa subito la voce grossa. E no, non è un bullo. Parliamo, piuttosto, della SUV Volkswagen T-Roc. Destinata a scendere in lizza nel segmento di mercato più frizzante, combattuto e attraente del momento, vale a dire quello delle sport utility […]

L'articolo Prova Volkswagen T-Roc proviene da RED Live.

In KTM hanno le idee chiare: il futuro della mobilità è elettrico. Ecco perché la nuova KTM Freeride E-XC, rinnovata da cima a fondo, è solamente un punto di partenza

L'articolo KTM Freeride E-XC, l’enduro green proviene da RED Live.

Prima erano una cosa sola. Ora sono divise. O meglio, in futuro avranno specializzazioni e target diversi. Volvo e Polestar, quest’ultima sino a ieri divisione ad alte prestazioni del brand svedese, si sono separate e vivranno di luce propria. Polestar, oltretutto, cambierà pelle, passando dall’elaborazione ufficiale dei modelli della Casa nordica alla realizzazione di vetture […]

L'articolo Polestar 1: il nuovo mondo proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download