Google+

«Papa Francesco chiede l’abrogazione della legge sul matrimonio gay»

giugno 17, 2013 Leone Grotti

Dopo che il pontefice ha incontrato ieri parlamentari francesi, tutti i giornali d’Oltralpe hanno titolato: «Papa Francesco chiede l’abrogazione della legge sul matrimonio per tutti»

«Papa Francesco chiede l’abrogazione della legge sul matrimonio per tutti». Questo titolo è apparso su quasi tutti i giornali francesi ieri sera, dopo che il Pontefice ha ricevuto a sorpresa in udienza privata un gruppo di 45 parlamentari francesi. Bergoglio non ha mai citato il matrimonio gay nel suo discorso, ma alcuni termini usati riguardo al lavoro del parlamentare sono stati giudicati Oltralpe difficili da ignorare.

ABROGARE LEGGI. Dopo aver sottolineato, infatti, la «qualità» dei rapporti tra Santa Sede e Francia, «una nazione sulla quale gli occhi del mondo si fissano spesso», il Papa ha dichiarato che il lavoro del parlamentare consiste non solo nel «votare e emendare» leggi che «elevino e rendano nobile la persona umana» ma anche «abrogare» quelle che vanno nella direzione opposta.

MATRIMONIO GAY. Difficile non leggere un riferimento alla legge Taubira, che approvata di recente in Francia ha legalizzato il matrimonio e l’adozione gay, nonostante una forte opposizione popolare e parlamentare rappresentata soprattutto dalle manifestazioni di piazza della Manif pour tous. Secondo il Papa, i parlamentari devono «dare alle leggi un supplemento, uno spirito, un’anima che non rifletta solo i modi e le idee del momento».

LEZIONE DI LAICITÀ. Infine, papa Francesco ha parlato della «laicità», tema molto spinoso in Francia, «che non deve significare ostilità alle realtà religiose o l’esclusione delle religioni dalla società e dai dibattiti che la animano». Il riferimento non è casuale, dal momento che il Parlamento francese sta studiando una nuova legge per rendere la laicità ancora più «aggressiva» (Stati Uniti dixit), permettendo ai datori di lavoro privati di impedire ai dipendenti di portare addosso simboli religiosi, facendo così rispettare una rigida interpretazione del concetto “neutralità religiosa”.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

49 Commenti

  1. leo aletti scrive:

    la questione è politica per questo la legge sui Gay va abrogata, basta anche con gli Azzeccagarbugli italiani. Mi dicono che è questione di forma e di maggioranza, no è di sostanza: Leo Aletti sono molto grato a papa Francesco ” dolce Cristo in terra”.

  2. Argentina scrive:

    guardalo come marcia!!!

  3. Argentina scrive:

    che bel passo, che bel sorriso…

  4. name Maria Cipolla scrive:

    Io penso che la libertà debba essere totale nell’essere umano. In questo caso, egli ha il dritto di manifestare la sua fede religiosa qualsiasi essa sia, se vuole, ma non deve imporla a nessuno…così l’ateo. Il problema semmai è delle leggi che non hanno diritto né autorità per costringere, in nessuna maniera, anche psicologica, la gente a professare un qualsivoglia ideale. E tra noi, esseri umani, basta appellarci bigotti, progressisti, gay, razzisti…ecc.

  5. Cisco scrive:

    Bravo Papa Francesco, esiste anche una sharia laica da combattere!

    • Paolo scrive:

      Sharia laica bella questa,ahahah. Molto divertente sig. cisco

      • Cisco scrive:

        Ti diverti con poco Paoletto, vedremo quando al Papa verrà intimato (invano) di dire che l’omosessualità è un peccato cosa diranno i tuoi seguaci del Maghetto della Ghiandola Prostatica.

        • Paolo scrive:

          Eheheh di seguaci c’è n’è di un solo tipo caro cisco…è sempre loro sono gli unici portatori di un’ideologia confessionale. Fattene una ragione e starai meglio.

        • michele scrive:

          l’omosessualità è peccato – e non c’e’ bisogno che lo dica il papa !!

          • Simo scrive:

            anche avere rapporti sessuali fuori dal matrimonio o comunque per solo piacere, è un peccato! (trovami quel cristiano che arriva vergine al matrimonio, ma per favore!).

            Comunque, non sono religioso e del peccato non me ne può fregar di meno!

            L’omosessualità non è più un reato..quindi sono nella legalità! e non osare giudicarmi..è peccato pure quello! 😛

            • H.Hesse scrive:

              Caro Simo, se vuoi andare all’inferno non saremo certo noi a impedirtelo.
              Tanti saluti.

            • Franceschiello scrive:

              I cristiani che arrivano vergini al matrimonio sono pochi, ma ci sono. E anche se non ci fossero, ciò non significherebbe proprio nulla.

              A lei non glie ne frega nulla dei peccati? Benissimo, affari suoi.

              Qui non si tratta di legalizzare l’omosessualità, qui si tratta di stravolgere l’istituto del matrimonio col pretesto dell’omosessualità.

          • Tommaso scrive:

            Ma peccato di che? mica devi fare tu il passivo.. ma che te frega dei gusti degli altri?E chi sei tu per dire che è peccato?SENZA PAROLE

  6. Mappo scrive:

    Per Marco Mercinelli: l’articolo che riporti non mi sembra smentire un bel nulla visto che è stato scritto il 25 marzo 2013, non credo che quanto affermato il 15 giugno possa essere smentito da un articolo scritto quasi tre mesi prima.

  7. giuliano scrive:

    in un prossimo futuro verranno resi pubblici elenchi con i nomi dei collaborazionisti, cioè i nomi di quelli che hanno appoggiato o favorito tutte queste leggi criminali. Così si è fatto per gli amici dei nazisti

  8. pikassopablo scrive:

    Chissà se verranno a rogati pure Galan e Bondi, egregi rappresentanti del Pipolo delle Libertà :-)

  9. Monica scrive:

    Grazie Papa Francesco per essere stato eletto Papa

  10. Paolo scrive:

    Il matrimonio gay non obbliga le persone etero a sposarsi con persone dello stesso sesso! Basta odio e bigottismo!
    In quanto alle adozioni, la vera domanda è questa: muore una coppia etero in un incidente… Sarebbe meglio lasciare i figli in orfanotrofio oppure affidarli (tramite l’iter previsto per le adozioni) ad una coppia gay? Siamo onesti!

    • Franz scrive:

      3 opzione (chissà perchè non contemplata) – adozione da parte di famiglia con papà e mamma

      • Q.B. scrive:

        Riduzionista. Non sai che una volta uno è stato allevato dalle scimmie ed è cresciuto forte, sano e felice. Ci hanno anche scritto un libro: Tarzan.

        E’ un fatto perfettamente normale, solo voi primatofobi con i vostri pregiudizi dettati dalle vostre “ideologie religiose” e dalla “fatina dei denti” non riusicite a capirlo. Fatevene una ragione.

        Paoletto smettila e vai in Chiesa a cercare aiuto che sei ancora in tempo.

        • paolo II scrive:

          perchè se no cosa succede se passa il tempo arriva la ronda rieducazionista ?? 😀

        • Frenk scrive:

          guardi la sua affermazione è quella di uno che ha grandi problemi con se stesso non è sereno è turbato…non sono solo i cristiani a non accettare il nulla..xkè l’omosessualità è l’affermarsi del nulla, non c’è futuro con una società deviata;anche gli islamici, buddisti e chi più ne ha più ne metta non accettano,ma accetta una condizione di totale caos solo chi crede di essere padrone del mondo e di se stesso! vuole una società di finocchi? bene vada su un’isola solo con gay vediamo quanto tempo la specie umana dura e quale società si crea… Le ricordo che storicamente popolazioni come Greci e Romani che si sono lasciati trasportare da ideologie fallaci sono stati spazzati via dai Barbari!

          • Putin scrive:

            La Verità è una sola. Siamo il prodotto di una sana e lussuriosa scopata tra un uomo e una donna, tutto il resto e devianza. Ogni stato dovrebbe adottare ogni provvedimento affinché questo possa avvenire con politiche sociali vicine alla famiglia naturale. Che poi questo collimi con i dettami religiosi non è importante . I sodomiti sono padroni di in….si a piacimento ma adottare un bambino è un atto di forza su di una persona che non può decidere per suo conto.

      • Antonello scrive:

        Logico. Grande Franz! :)

      • Enrico scrive:

        Vaglielo a dire a tutti quegli orfani negli orfanotrofi e nei collegi(il tutto gestito da preti) che non vengono adottati dalle tue amate coppie etero, poi dimmi se è meglio crescere in una famiglia composta da due uomini o due donne o tra i preti

        • Franceschiello scrive:

          In realtà le coppie etero che vogliono adottare sono già più che sufficienti, non c’è alcun bisogno di sopperire con coppie omosessuali. Del resto, non è che tutti gli omosessuali muoiano dalla voglia di adottare, anzi, spesso e volentieri prendono in prestito (a volte comprano) sperma e utero da altri uomini e donne per fabbricarsi i propri bambolotti nuovi di zecca, molto più carini della merce problematica che passa l’orfanotrofio.

    • beppe scrive:

      a paolo, uesto esempio è l’equivalente dei milioni di aborti clandestini…. un bella favola a cui non credi neanche tu. infatti a spron battuto si sta gia lanciando la procreazine medicalmente assistita ….cioè uteri in affitto come fossero conigli..tanto in india un lavoro vale l’altro… guardati allo specchio prima di scrivere le tue fesserie

    • patrizia scrive:

      mai e poi mai.

    • Michela scrive:

      Meglio affidarlo ad un altra famiglia mamma papà. Ce ne sono migliaia in attesa; non c’è bisogno d coppie gay per l’adozione

  11. imninalu scrive:

    Io rispedirei il papa dalle sue parti in sud america così non rompe più i maroni…….uno dei più grossi problemi in Italia?!?….il papa e il vaticano!

  12. Vox scrive:

    Papa Francesco ha ragione. Ci sono leggi che sono di natura e l’uomo non può andarvi contro.

  13. patrizia scrive:

    abrogazione, mi sembra di aver capito bene?? favorevole ai matrimoni gay? no, questo mi sembra assurdo!! rispetto i gay, sono persone molto umane e buone non ho nulla contro di loro..ma il matrimonio
    e’ un sacro vincolo e come tale andrebbe rispettato.

    • Silence scrive:

      Sei talmente pazza che non hai capito neppure il contenuto dell’articolo

    • Tommaso scrive:

      1- non hai capito l’articolo
      2-E’ un sacro vincolo in chiesa, in comune è quasi un contratto, un accordo tra due persone che si amano e vogliono stare insieme con tutti i diritti e doveri. Se la chiesa non vuole coppie gay in chiesa ok, ma quello che non sopporto è che debba andare a metter bocca in cose che non la riguardano. punto!

      • Franceschiello scrive:

        “un accordo tra due persone che si amano e vogliono stare insieme”

        perfetto, e allora che cosa aspettiamo a celebrare matrimoni di poliamoristi, incestuosi, pederasti, e zoofili?

  14. Putin scrive:

    La Verità è una sola. Siamo il prodotto di una sana e lussuriosa scopata tra un uomo e una donna, tutto il resto e devianza. Ogni stato dovrebbe adottare ogni provvedimento affinché questo possa avvenire con politiche sociali vicine alla famiglia naturale. Che poi questo collimi con i dettami religiosi non è importante . I sodomiti sono padroni di in….si a piacimento ma adottare un bambino è un atto di forza su di una persona che non può decidere per suo conto.

    • MAGO PROF. SILVA scrive:

      RICONOSCERE E DARE DIRITTI E DOVERE AGLI UOMINISESSUALI E’ PIU’ CHE GIUSTO E NON C’E’ RELIGIONE CHE TENGA , MA ADOTTARE BAMBINI MAI , MAGO PROF. SILVA

  15. Tommaso scrive:

    Ci sono donne che sono molto più uomini di molti uomini e ci sono uomini che sono molto più donne di molte donne..non sono i caratteri fisici a scegliere ciò che sei e che puoi dare, ma quello che hai dentro. Ci si innamora dell’anima di una persona, siamo tutte persone.. chi si ferma all’apparenza è solo un bigotto che magari crede ancora in adamo ed eva.. ma per piacere..!

  16. patrizio scrive:

    Bhe sinceramente trovo penoso che certe persone vogliano insegnare alla gente come comportarsi . Con sta storia del paradiso e dell’inferno sono 2000 anni che vogliono dettare legge e fanno quello che gli pare in nome di Dio. Intanto loro peccano a più non posso, tanto dopo si confessano e si assolvono tra di loro. Poi per quanto riguarda i matrimoni omosessuali non credo che per assere ricosciuti dallo stato ci sia bisogno di farli in chiesa e se non si è credenti ci sia il bisogno di chiedere il permesso al papa. Se due persone dello stesso sesso si amano e vogliono costruire qualcosa insieme dovrebbero avere il diritto di farlo . Per quanto riguarda le adozioni vorrei ricordare che gli omosessuali fin’ora sono nati e stati cresciuti ed educati da coppie eterosessuali , quindi non penso che se un bambino venga cresciuto ed educato con amore da due omosessuali debba per forza reprimere la propria eterosessualita nel caso non fosse omosessuale e sicuramente crescerebbe con due persone che lo amano.Mi fa veramente alterare che certe persone che si credono tanto ben volute da Dio possano essere così capaci di odiare altre persone che vivono la loro sessualità e i loro sentimenti in maniera diversa e che per non dare la colpa al loro Dio, che tutto crea, li chiamano sbagli della Natura.

  17. Franca scrive:

    ma se ne stesse lontano dalla politica questo (così come i precedenti) papa!
    è un capo RELIGIOSO, la politica è ben lungi dall’essere nella sua sfera di interessi, quindi non vedo perché in uno stato LAICO debba contare qualcosa la sua opinione. per la sua religione l’omosessualità è peccato? e ‘sti cazzi non ce li mettiamo? la SUA religione non deve in alcun modo entrare a far parte della MIA vita se io non lo voglio, soprattutto con precetti confezionati nel corso degli anni da menti ottuse e bigotte.

    • Franceschiello scrive:

      Questa non è politica nel senso di beghe partitiche, questa è la forma più alta e nobile di politica: l’etica e la morale, che rientrano decisamente nella sfera di interessi di un capo religioso.
      Lo Stato laico non è quello che pratica l’ateismo di Stato (ad esempio, una certa URSS), ma quello che si dichiara neutrale nei confronti delle varie posizioni religiose e non religiose, le quali poi possono e devono confrontarsi democraticamente. Lei potrà anche esclamare un bel ‘sticazzi, ma non può impedire agli altri di esprimere la loro opinione “perchè siamo in uno Stato laico”.
      Infine, qui nessuno vuole vietare agli omosessuali di amarsi e di fare quel che cavolo vogliono, qui si tratta di definire che cosa sia l’istituzione del matrimonio, che se verrà ridefinito come una semplice relazione basata sull’amore tra persone, allora avremo che lo Stato (e non la religione) entrerà a far parte delle nostre vite sentimentali.

  18. gennaro scrive:

    ma mettetevi nei panni di quei poveri bambini venduti a coppie gay vogliose di avere bimbi per la casa … che colpa hanno? che male hanno fatto per meritare tanto?

  19. Mimmucc scrive:

    È importante amare,è necessario…ma io mi faccio una domanda tutti i giorni: come si impara ad amare veramente? secondo voi fare ció che si vuole o ció che mi fa “stare bene”è amore?basta solo questo?penso che amare sia capire qual’è il bene per l’altro…ad ogni uomo tocca darsi una risposta,ogni giorno,qualunque sia la sua condizione,perche tutti noi siamo chiamati ad amare. il papa è un uomo che cerca solo di darci dei buoni consigli per saper amare,no perche sia il migliore,ma perche ha conosciuto Dio,unica fonte del vero amore..sembrano parole pesanti,e sei libero di non
    ascoltarle ,ma se ascolti capirai quanto Dio ti ama cosi come sei…se cerchi l’amore perche escludere Dio,che è solo amore!

  20. Emanuela scrive:

    Scusate ma che commenti sono questi?
    L’uomo è tale in biologia, è la natura umana che limita l’unione omosessuale
    Ormai siamo diventati talmente superbi che vogliamo autocrearci.
    Attenzione a non confondere la libertà con il liberismo…la libertà è tale se è libertà di…..no libertà da…. quest’ultima è anarchia
    Che Dio vi benedica!!!!

La rassegna stampa di Tempi
Pellegrinaggio iStoria-Tempi in Terra Santa

Tempi Motori – a cura di Red Live

Dopo il lancio del Disc Brake Project, nel 2016, ecco prendere forma la prima ruota specifica per freno a disco. Reattività, leggerezza e affidabilità sono gli obiettivi del r&d Campy.

La city car si arricchisce di innovazioni tecnologiche, ma non solo. E il 15 settembre arriverà un’edizione limitata by Cosmopolitan, dedicata al pubblico femminile.

La gamma degli scooter a ruote alte si equipaggia con nuove motorizzazioni Euro 4, più ricchi gli allestimenti di serie e arrivano anche nuovi colori, con finiture dedicate. Per i fashion addict ecco la versione Beverly by Police.

La punta di diamante della collezione off-road, adotta soluzioni tecniche all’avanguardia, sistemi di protezione delle articolazioni rivisti per migliorare le prestazioni e materiali di qualità.

Appassionati del pedale, delle 2 e delle 4 ruote (ma non solo...), questa rubrica è per voi. Se non sapete cosa fare date un'occhiata. Se sapete già cosa fare, potremmo farvi cambiare idea...

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana