Google+

Nel 2011 un milione di americani perderanno la propria casa

gennaio 15, 2011 Chiara Rizzo

Il dato drammatico proviene dagli Stati Uniti dove Rick Sharga, vicepresidente senior della RealtyTrac Inc. che si occupa di pirgnoramenti, prevede che 1,2 milioni di case saranno pignorate. Si tratta di un dato che culmina il trend negativo già registrato nel 2010, quando un milione di americani hanno perso la casa

Circa un milione di americani rischia di perdere la propria casa nel 2011. Il dato drammatico proviene dagli Stati Uniti dove si conta che circa 5 milioni di persone che hanno acceso mutui in passato non pagano già da due mesi e gli esperti ritengono che non rispetteranno i pagamenti a causa della disoccupazione e perché i mutui stessi eccedono il valore delle case in cui abitano.

«Il 2011 sarà il picco della crisi» spiega Rick Sharga, vicepresidente senior della RealtyTrac Inc. (che si occupa di pignoramenti).
L’azienda RealtyTrac prevede appunto che 1,2 milioni di case saranno pignorate. Si tratta di un dato che culmina il trend negativo già registrato nel 2010, quando già un milione di case sono state perse dai proprietari. Lo scorso giovedì 13 gennaio Freddie Mac ha dichiarato che i tassi fissi per i mutui sarebbero scesi questa settimana, per dare un po’ di fiato ai creditori sotto pressione.

Il tasso medio di interesse sui mutui trentennali è diminuito da 4.77% a 4.71, mentre quello per i mutui quindicennale, una scelta popolare quest’ultima tra coloro che acquistano una casa, è passata da 4,13% al 4,08. Tuttavia si tratta comunque di percentuali più alte di quelle registrate a novembre, quando i due tassi avevano per fortuna raggiunto i picchi più bassi dal 1991. Si prevede che rimarranno alte le possibilità di pignoramenti lungo tutto il 2011: nel 2010, 2 milioni e 900 mila americani (un numero record da dimenticare) hanno ricevuto l’avviso di pignoramento.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

In KTM hanno le idee chiare: il futuro della mobilità è elettrico. Ecco perché la nuova KTM Freeride E-XC, rinnovata da cima a fondo, è solamente un punto di partenza

L'articolo KTM Freeride E-XC, l’enduro green proviene da RED Live.

Prima erano una cosa sola. Ora sono divise. O meglio, in futuro avranno specializzazioni e target diversi. Volvo e Polestar, quest’ultima sino a ieri divisione ad alte prestazioni del brand svedese, si sono separate e vivranno di luce propria. Polestar, oltretutto, cambierà pelle, passando dall’elaborazione ufficiale dei modelli della Casa nordica alla realizzazione di vetture […]

L'articolo Polestar 1: il nuovo mondo proviene da RED Live.

Il progetto Émonda è nato per dimostrare che Trek era non solo in grado di costruire la bicicletta di serie più leggera al mondo, ma di renderla anche capace di offrire elevate performance. I confini della ricerca sembrano essere fatti perché li si possa superare e ciò che è successo con il MY 2018 lo dimostra: […]

L'articolo Nuova Trek Émonda 2018, la leggerezza non ha limiti proviene da RED Live.

La sfida che attende la nuova Seat Arona, al debutto tra le SUV compatte, ricorda quella di Kung Fu Panda contro le “Leggende Leggendarie”. Una outsider dalle dimensioni contenute, agile, scattante e con tante frecce al proprio arco che affronta senza alcun timore reverenziale i “mostri sacri” della categoria. Forte di una vitalità, sia estetica […]

L'articolo Prova Seat Arona proviene da RED Live.

Sino a pochi anni fa parlare di auto a guida autonoma era credibile quanto prevedere lo sbarco degli alieni sulla Terra o aderire alla religione dei pastafariani che, per inciso, credono in un creatore sovrannaturale somigliante agli spaghetti con le polpette. Questo almeno sino a ieri, dato che oggi, con l’immissione sul mercato delle prime […]

L'articolo Guida autonoma: quanto ne sai? proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download