Google+

La Spagna di Zapatero blocca i sussidi per il fotovoltaico

dicembre 31, 2010 Rodolfo Casadei

L’esecutivo aveva già deciso di tagliare del 30% i sussidi alle nuove centrali eoliche e termo-solari. Ora un nuovo provvedimento per il fotovoltaico applica la riduzione dei sussidi anche alle installazioni in funzione. Investitori come la HG Capital, che rappresenta un gruppo di 20 gestori di fondi pensionistici, annunciano che l’impatto sugli investimenti sarà devastante

Tempi duri per le energie rinnovabili. Dopo le polemiche sui costi dell’eolico negli Usa, arrivano le grida di dolore degli investitori e degli imprenditori internazionali che avevano puntato tutte le loro carte sul fotovoltaico in Spagna, e ora rischiano di andare in bancarotta per i tagli impietosi alle generosissime sovvenzioni al settore che il governo Zapatero prevede di attuare per contenere il deficit del bilancio statale.

Già nel luglio scorso l’esecutivo aveva deciso di tagliare del 30 per cento i sussidi alle nuove centrali eoliche e termo-solari,
mantenendoli per quelle già esistenti. Ora però il provvedimento in dirittura d’arrivo per il fotovoltaico prevede che la riduzione dei sussidi si applichi non solo alle nuove installazioni, ma anche a quelle già in funzione. Investitori come la britannica HG Capital, che rappresenta un gruppo di 20 gestori di fondi pensionistici britannici, americani e danesi, annunciano che in tal caso l’impatto della nuova normativa sugli investimenti sarà devastante e metterà in pericolo l’intero settore.

Il problema è sorto per la sconsiderata generosità dei sussidi spagnoli alla produzione di energia solare approvati nel 2004,
che in pochi anni hanno fatto sì che la Spagna da sola arrivasse a rappresentare il 45 per cento del mercato mondiale del fotovoltaico. L’energia solare prodotta in Spagna viene pagata ben 450 euro per kilowattora, dieci volte di più di quanto normalmente un’azienda di servizi pagherebbe l’elettricità prodotta da fonti tradizionali. La legge non aveva posto un limite alla produzione sovvenzionabile, e così oggi la Spagna si ritrova con 3.200 megawatt prodotti col solare sovvenzionato, sei volte di più di quanto si prevedeva di disporre nel 2010. E la bolletta per il Tesoro pubblico ha toccato la cifra record di 2,75 miliardi di euro. Ora il governo Zapatero ha deciso che l’energia solare sovvenzionata è un lusso che la Spagna non può più permettersi. A pagare il prezzo del ripensamento potrebbero essere i pensionati americani, britannici e danesi.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Ennesimo capitolo della Saga Monster, l’821 2018 si adegua all’Euro4 ed eredita le peculiarità stilistiche della sorella maggiore 1200. Più snello e slanciato torna all’essenzialità originale del primo Monster

L'articolo Ducati Monster 821 2018, come eravamo proviene da RED Live.

Sono universali, adatti alla guida d’estate e al tempo stesso a norma di legge ed efficaci anche d’inverno. Ecco quali sono, quanto costano e che vantaggi promettono i migliori pneumatici all season.

L'articolo Pneumatici quattro stagioni, la guida all’acquisto proviene da RED Live.

Dal 15 novembre è obbligatorio adottare pneumatici specifici per la stagione fredda. Ecco tutto quello che c'è da sapere per viaggiare in sicurezza e scegliere tra modelli invernali, quattro stagioni o chiodati.

L'articolo Pneumatici invernali, dieci cose da sapere proviene da RED Live.

COSA: RED HOOK CRIT, a Milano l’ultimo atto DOVE E QUANDO: Milano, 14 ottobre  Dopo Brooklyn, Londra e Barcellona il campionato di bici a scatto fisso su strada approda a Milano, in via Lambruschini (zona Bovisa) per l’ultima, avvincente tappa. Red Hook Criterium propone una formula unica, mettendo su strada le biciclette a scatto fisso che […]

L'articolo RED Weekend 13-15 ottobre, idee per muoversi proviene da RED Live.

Da 0 a 400 a 0 km/h in meno di 42 secondi. Ecco il nuovo record fatto registrare dalla hypercar Bugatti Chiron. Un primato d’accelerazione e frenata realizzato con al volante l’ex pilota di Formula 1 Juan Pablo Montoya. Mai nessuna vettura di serie aveva avvicinato una simile prestazione, ottenuta grazie a una potenza massima […]

L'articolo Bugatti Chiron: start e stop da record proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download