Google+

La rissa e l’evirazione. Storie di ordinaria follia a San Vittore

maggio 18, 2012 Antonio Simone

«Siamo 1.600 detenuti, di cui l’80 per cento in attesa di giudizio o, come me, in carcerazione preventiva». Quinta lettera di Antonio Simone.

Pubblichiamo la nuova lettera inviata a tempi.it da Antonio Simone, detenuto nel carcere di San Vittore a Milano. Qui la prima, qui la seconda, qui la terza, qui la quarta. La lettera che segue, in realtà, è stata scritta precedentemente all’ultima, ma è giunta in redazione qualche giorno dopo.

Caro Gigi,
ieri nell’ora d’aria c’è stato un diverbio. Non è stato ancora appurato da Radio carcere se è stato causato da un mancato rispetto, per una precedenza non concessa o per una sfida (il tutto, ricordati, avviene in un recinto di 200 metri quadrati in cui, se tutti scendessero in cortile, dovremmo camminare e muoverci in 300).

Dal diverbio è nato un violento pestaggio: dieci albanesi contro dieci tunisini. Un tunisino è finito in ospedale con diverse spaccature, un secondo tunisino è stato ricoverato al Pronto soccorso interno, un terzo – che era intervenuto per dividere i duellanti – ha preso qualche cazzotto ed è stato accompagnato in cella. In giro c’era molto sangue e, durante la notte, alcuni di quelli coinvolti nella rissa sono stati trasferiti in altre carceri.

Quello che ha cercato di dividere, tornato in cella, si è evirato un testicolo e lo ha messo in un bicchiere. A disposizione.
Qui si discute se è giusto picchiare due persone in dieci o se, come pensano quelli che le hanno prese, sia più corretto affrontarsi uno contro uno.
Queste sono le storie di ordinaria follia in un carcere al centro di Milano nel 2012. Siamo 1.600 detenuti, di cui l’80 per cento in attesa di giudizio o, come me, in carcerazione preventiva.
Antonio Simone

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. francesca says:

    dunque, mi sono laureata in giurisprudenza in cattolica 22 anni fa. Il docente di penale I all’epoca era il prof Stella, il quale ogni tanto interrompeva le sue famose lezioni sul nesso di causalità con questo pensiero-invito: “prima di diventare avvocati, dirigenti, ma, soprattutto, magistrati, andate a san vittore. Andate a vedere come sta la gente lì dentro, andate a rendervi conto che sono uomini e che gli uomini non possono essere trattati come bestie. E ripensate, se dovrete giudicare, a quel che avete visto”. Aggiungeva (come sentivamo dire anche dal professore di procedura penale): “Considerate, soprattutto, che i 2/3 dei detenuti sono in attesa di giudizio, in carcerazione preventiva”. All’epoca, non credevamo ai professori, sembravano esagerati. Dopo 20 anni è ancora così. Anzi, è peggio. In tutto questo, vorrei tanto ringraziare Antonio, e ringraziare Voi che gli date voce, per non essersi scoraggiato, seppure ne avrebbe motivo, dal dire che “fatti non foste per viver come bruti” e per dirlo con ragione, affezione, compassione, magnanimità e simpatia. In modo, cioé, così umano e cristiano. Grazie di cuore.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download