Google+

La persecuzione comunista, la catena usata come rosario, la libertà dopo 40 anni di carcere. Storia di Nguyễn Hữu Cầu

aprile 4, 2014 Leone Grotti

Il Vietnam lo ha appena rilasciato dopo aver cercato invano di rieducarlo. Uscito, ha detto di «ringraziare Dio e di aver perdonato i carcerieri». «Ogni giorno facevo cinque volte la Via Crucis»

Nguyễn-Hữu-Cầu-vietnamQuando Nguyễn Hữu Cầu ha riacquistato la libertà il 22 marzo scorso, dopo 35 anni passati nelle carceri vietnamite e cinque in un campo di rieducazione attraverso il lavoro, la prima cosa che ha fatto è «ringraziare Dio e perdonare i miei carcerieri».
Le torture e gli abusi del regime comunista l’hanno fatto diventare sordo e quasi cieco ma «in carcere ho scoperto la fede e ho trasformato la lunga catena di 90 anelli a cui ero legato nel mio personalissimo rosario».

CAMPO DI RIEDUCAZIONE. Nguyễn Hữu Cầu, nato nel 1945, era capitano dell’esercito della Repubblica del Sud del Vietnam prima della riunificazione del 1975 sotto il controllo comunista. Alla fine della guerra è stato arrestato e ha trascorso sei anni in un campo di rieducazione.
Rilasciato nel 1980, è stato arrestato di nuovo nel 1982 per aver criticato il regime nelle sue poesie e composizioni.

ERGASTOLO. Nel 1983 è stato condannato a morte per aver denunciato la corruzione degli ufficiali del regime, accusato di sabotaggio e di aver danneggiato «l’immagine del regime». La pena gli è stata poi commutata nell’ergastolo. Il 22 marzo 2014, 39 anni dopo il primo arresto, Nguyễn Hữu Cầu è stato liberato grazie all’amnistia concessa dal presidente vietnamita Truong Tan Sang a causa delle sue gravi condizioni di salute.

Nguyễn-Hữu Cầu-vietnam-prigioneIL BATTESIMO. Come rivelato in un’intervista al giornale Catholic News, ripresa da AsiaNews, durante la prigionia Nguyễn Hữu Cầu si è convertito al cristianesimo: «Sono stato battezzato 26 anni fa il giorno di Pasqua del 1986 da Joseph Nguyen, padre gesuita». È stato lui a raccontargli che cos’è il cristianesimo e a insegnargli il catechismo. Da allora, «ogni giorno ho recitato sette volte la preghiera del rosario e fatto cinque volte la Via Crucis».

CATENA COME ROSARIO. Per pregare usava «la catena di 90 anelli a cui ero legato. Ho trasformato quella catena nel mio personalissimo rosario di 50 anelli. Era il rosario “più duro” del mondo». «Ho sempre creduto nell’amore di Dio – continua – e ho anche composto un canto dedicato alla Santa Croce, che mi ha sostenuto in questa prigione terrena».

IL PERDONO. Prima di convertirsi, Nguyễn Hữu Cầu viveva alimentando il suo odio verso il regime comunista e meditando più volte il suicidio. «Ma l’amore di Dio e della Madonna mi hanno cambiato. Non provo più rancore per i miei “fratelli e sorelle” del regime. Abbiamo tutti le stesse radici e dobbiamo amarci l’un l’altro. La Trinità e la vergine Maria mi hanno aiutato a superare le insidie del destino e mi hanno impedito di farla finita suicidandomi durante gli anni di carcere».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. fec scrive:

    “Ho trasformato quella catena nel mio personalissimo rosario”! Propongo di annoverare il nostro Nguyễn Hữu Cầu nella confraternita dei martiri-poeti… dopo Auschwitz, dopo il Gulag!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Opel torna nel segmento delle SUV medie. E lo fa sbattendo la porta con tanta forza da far tremare i vetri. La nuova Grandland X, terzo atto della saga X dopo Mokka X e Crossland X, è una vettura concreta, spaziosa, confortevole e ben rifinita. Oltretutto forte di un design piacevole. Caratteristiche che, di per […]

L'articolo Prova Opel Grandland X proviene da RED Live.

L’ingresso di Fiat nel segmento dei Pick-up avviene grazie a una importante e strategica collaborazione con Mitsubishi di cui il Fullback è “figlio legittimo”. Stringendo una intelligente partnership con chi è stato ritenuto il miglior interprete di questa filosofia, Fiat ha infatti potuto entrare sul mercato dalla porta principale con un mezzo che, già in […]

L'articolo Prova Fiat Fullback LX 180 CV, buona la prima proviene da RED Live.

Pirelli ci riprova. Dopo il lancio degli pneumatici da bici P Zero Velo riparte dal ciclismo il progetto Pirelli Design, avviato dall’azienda per valorizzare il suo bacino di conoscenze in fatto di tecnologia. Procede dunque in questa direzione la nuova capsule collection con la collaborazione di Castelli, azienda italiana con più di quarant’anni di storia vissuta […]

L'articolo Pirelli Design e Castelli insieme per una collezione speciale proviene da RED Live.

Le due rappresentanti heritage della Casa di Iwata si tingono di nuovi colori e richiamano ancora di più il passato: sono le Yamaha XSR700 e XSR900 2018

L'articolo Yamaha XSR700 e XSR900 2018 proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. La prova della nuova gamma Softail comincia così, all’insegna di un motto indiscutibilmente americano. Oltre alle suggestioni culturali, però, c’è altro: otto modelli del tutto inediti, progettati ex novo per essere attuali oggi e soprattutto domani. Nel futuro di Harley-Davidson, infatti, ci saranno 100 nuovi modelli in 10 anni. […]

L'articolo Prova Harley-Davidson gamma Softail 2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana