Google+

I No Tav giustificano l’attacco al cantiere: «Sono pratiche legittime di lotta»

maggio 15, 2013 Marco Margrita

Dopo «l’azione di guerra», come l’ha definita il procuratore Caselli, i siti antagonisti ribaltano le accuse contro i politici che «hanno fatto uso di allucinogeni»

L’attacco al cantiere di Chiomonte, che il Procuratore Generale di Torino Gian Carlo Caselli ha definito «inequivocabile salto di qualità, vera propria azione di guerra», non trova alcuna condanna da parte del movimento No Tav. C’è chi sottolinea che non sono state colpite persone. Altri lasciano spazio al complottismo («Perché proprio ora? Perché tanta precisione nelle cronache?»). E, infine, c’è chi giustifica. «Sono pratiche legittime di lotta, è giusto attaccare il cantiere per tentare di buttarne giù i muri». Lo ha detto, parlando all’Huffpost, Gian Luca Pittavino, uno dei leader di Askatasuna, centro sociale torinese da anni in prima fila nella lotta alla Tav, la linea alta velocità Torino Lione.

Il sito Notav.eu sceglie di riportare le parole che un militante ha affidato a Facebook. Tutte contro gli esponenti del Governo ed il Presidente della Regione. «Questi ceffi della politica – si legge sul sito – che, a giudicare dalle reazioni, qualcuno potrebbe pensare abbiano fatto uso di allucinogeni prima di descrivere l’accaduto, quindi straparlano! Parlano di eversione, violenza e via fanfaronando! Ma forse si riferiscono alle recinzioni e al presidio armato di terreni non espropriati ma di fatto estorti con la violenza ai legittimi proprietari? Parlano forse del loro desiderio di imporre ad una popolazione compatta e dignitosa una decisione illogica, antieconomica, dannosa ed inutile? Di quale violenza straparlano questi presunti allucinati? Si stanno riferendo alle manganellate dispensate generosamente ai dimostranti  pacifici?».

Non si allarga solo la zona rossa intorno al cantiere, ma anche quella grigia tra violenti e fiancheggiatori. Intanto, Ltf comunica che l’incontro con i cittadini di Bussoleno, previsto per stasera, è annullato.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download