Google+

Nasce il governo Letta. Lupi alle Infrastrutture, Mauro alla Difesa, Alfano vicepremier e ministro degli Interni Foto

aprile 27, 2013 Redazione

Enrico Letta ha sciolto la riserva e ha accettato di formare il governo. Ecco l’elenco dei ministri

 Enrico Letta ha sciolto la riserva e ha accettato di formare il governo. Alle 17 si è presentato in sala stampa e ha letto i nomi dei suoi ministri.

I MINISTRI. Al ministero dell’Interno Angelino Alfano, che è anche vicepremier. All’economia Fabrizio Saccomanni, direttore generale di Bankitalia. Agli Esteri Emma Bonino. Alla Difesa Mario Mauro. Alla Giustizia Annamaria Cancellieri. Agli affari europei Enzo Moavero. Agli Affari regionali Graziano Delrio, attuale presidente dell’Anci. Maurizio Lupi (leggi l’intervista) alle Infrastrutture. Enrico Giovannini al Lavoro. Alla Coesione territoriale Carlo Trigilia. Rapporti con il Parlamento Dario Franceschini. Pari opportunità Iosefa Idem. Alla Semplificazione va Giampiero D’Alia. Sviluppo economico Zanonato. Politiche agricole Nunzia De Girolamo. Università e ricerca Mariachiara Carrozza. Salute Beatrice Lorenzin. Gaetano Quagliariello agli Affari costituzionali. Ministro dell’ambiente Andrea Orlando. Cecile Kyenge è ministro dell’Integrazione. Massimo Bray ai Beni culturali.

SOBRIA SODDISFAZIONE. «Voglio esprimere profonda gratitudine al presidente Giorgio Napolitano e due parole di soddisfazione, sobria soddisfazione, per la squadra di Governo», ha detto il premier incaricato Enrico Letta in conferenza stampa al Quirinale. Il capo dello Stato, che ha parlato dopo di lui, ha risposto: «Enrico Letta è stato l’artefice della nascita di questo governo, io ho assecondato» il suo sforzo. «Il mio auspicio è che ci sia la massima coesione». Poi ha aggiunto: «Non c’è bisogno di nessuna formula speciale», quello che nasce «è un governo politico formato nella cornice istituzionale e secondo la prassi» della democrazia parlamentare. Domani alle 11.30 il giuramento del nuovo governo.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

14 Commenti

  1. David Navacchia scrive:

    Non pochi neanche i ministri facenti parte dell’Intergruppo parlamentare per la Sussidiarietà ….a cominciare da premier !

  2. pikassopablo scrive:

    dai non male, un governo multicolor-variopinto-e-di-sobria-soddisfazione, con due cellini doc e un’abortista doc, insomma ce n’è per tutti i gusti. E la cosa più interessante è la battuta di Napo: trattasi di governo politico…e io che pensavo fosse così, tanto per sport 😀

  3. francesco taddei scrive:

    diritto di cittadinanza per tutti. italiani fatevi da parte.urrà.

  4. giuliano scrive:

    la Bonino c’è e farà danni, quanti bastano

  5. Luke scrive:

    Bonino è una iattura. Non ci fosse stata lei al Governo tutto sarebbe risultato più digeribile.
    E invece ci tocca veder diventare Ministro una persona che nessuno si è sognato di votare, una tizia che nessuno aveva mandato in Parlamento, una furiosa assassina di bambini a colpi di pompe di bicicletta, nemica giurata dei valori non negoziabili e della Religione Cattolica.
    Costei poi, da Ministro degli Esteri, dovrà tra l’altro incontrare e avere a che fare con Città del Vaticano e il Papa … saremo costretti a veder le delegazioni radicali rifarsi falsamente la verginità e a riempirsi la bocca di finti elogi per il nuovo Papa, nel mentre che (ovviamente) continueranno (con tanto di benedizione) con le loro battaglie “di civiltà” pro-morte e aberrazioni umane.

    Il Diritto di cittadinanza agli Immigrati promosso da tale Cecile Kyenge (diventata ministro più per lo stesso fatto di essere nera e immigrata, piuttosto che competente) pone una pietra tombale a quel che resta di un’identità italiana schiacciata dall’arrivo, d’ora in poi ancora più a frotte, di milioni di stranieri.
    Spero solo che ci evitino lo strazio (almeno) di disegni di Legge di Unioni Gay.

    • Giulio Dante Guerra scrive:

      L’unica speranza è che si limiti a fare le riforme imposte da “‘o presidente Napolitano”, e subito dopo dignitosamente si dimetta…

  6. Luigi lupo scrive:

    Lupi alle infrastrutture. L’uomo giusto al posto giusto, secondo la Compagnia delle Opere.
    La figlia di Fantozzi ha fatto strada.

    Lupi una domanda. Ha capito che Ruby non è la nipote di Mubarak?

  7. Marcella scrive:

    Emma Bonino in quota George Soros

    • Mario scrive:

      Già, ecco spiegato come fanno i radicali a raccogliere 10 milioni di euro annui di finanziamento pubblico (soldi nostri) per la loro radio. Hanno una copertura finanziaria internazionale, non a caso Soros si è iscritto al Partito Radicale. Questa è gentaglia davvero: dovevano piazzare Bonino e l’hanno piazzata. Agli ordini si obbedisce. Che vergogna

  8. malta scrive:

    la solita merda

  9. spectator scrive:

    Una bella torre di Babele ci voleva proprio in questo periodo… quando chiesero a Mussolini: “è difficile governare l’italia?” Lui rispose:”no, è inutile”. Cambia la storia ma la storia non cambia..

  10. Daniele, Napoli scrive:

    c’è anche ol titolare dello Sviluppo Economico, Flavio Zanonato. Il sindaco di Padova è considerato “vicino” al movimento.
    E c’è pure Enrico Letta. Il premier è esponente di spicco dell’Intergruppo Parlamentare per la Sussidiarietà, iniziativa nata in casa ciellina che riunisce decine di deputati e senatori di tutti gli schieramenti impegnati in progetti comuni nell’ambito della sussidiarietà.

  11. leo aletti scrive:

    governo politico di compromesso. Anche papa Leone Magno santo pagò Attila, il flagello di Dio, pur di levarselo dai piedi. Leo Aletti

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Tempo di restyling per una delle vetture meno convenzionali – almeno esteticamente – degli ultimi anni. In occasione del Salone di Shangai, la crossover Lexus NX beneficia di un lifting di dettaglio cui si accompagnano affinamenti a livello tecnico volti a incrementare il comfort dei passeggeri e a rendere più dinamico il comportamento della vettura. […]

L'articolo Lexus NX: il restyling è sportivo proviene da RED Live.

Non è la prima volta che BMW utilizza la dicitura Rallye per la sua GS: accadde già nel 2013, quando fu una vistosa versione Rallye con telaio rosso e colori Motorsport a celebrare l’uscita di scena del motore ad aria. Ora la dicitura torna in auge sulla BMW R 1200 GS Rallye, che per la […]

L'articolo Prova BMW R 1200 GS Rallye 2017 proviene da RED Live.

Vi abbiamo già parlato del legame (inconsueto) che c’è tra l’ibericissima Seat e l’italianissima Ducati (entrambe con un tedeschissimo proprietario). Un po’ come se lo Jamon Serrano si gemellasse con il Prosciutto di Parma. L’accordo di collaborazione Seat-Ducati una delle tappe nella consegna di una Leon Cupra nuova fiammante ai piloti Ducati Dovizioso e Lorenzo. Nonostante un […]

L'articolo Un Leon di pilota, Dovizioso va in CUPRA proviene da RED Live.

COSA: BIKE FESTIVAL GARDA TRENTINO, quest’anno dura un giorno in più  DOVE E QUANDO: Riva del Garda, Trento, 28-30 aprire e 1° maggio Tra le più importanti rassegne outdoor del comparto ruote grasse il Bike Festival Garda Trentino quest’anno aggiunge un giorno in più al suo (sempre) ricco programma di iniziative. Eventi speciali, escursioni, gare, test, un […]

L'articolo RED Weekend 28-30 aprile e 1° maggio, idee per muoversi proviene da RED Live.

A volte ritornano. Oltretutto quando meno te lo aspetti. Dopo dodici anni di assenza dal panorama europeo, lo storico marchio inglese MG annuncia il rientro nel Vecchio Continente. Un’operazione che avrà inizio nel 2019 e che vedrà protagonista la cinese Saic, dal 2005 proprietaria del brand. Il successo con le spider negli Anni ‘60 La […]

L'articolo MG, il ritorno in Europa è in salsa cinese proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana