Google+

Ferrara contro le millanterie dei media sul Papa. Sondaggio Famiglia Cristiana? «Mani pulite color di porpora»

febbraio 22, 2013 Redazione

Il secolarismo cerca di influenzare il Conclave. Secondo il direttore del Foglio, i media trovano “segrete” giustificazioni per il gesto di Benedetto XVI, nel tentativo di oscurare la Chiesa, abbassandola a «chiacchiericcio politicante»

Per Giuliano Ferrara, in questi giorni di fine pontificato, i media millantano di possedere informazioni segrete sulle motivazioni del gesto di Benedetto XVI per oscurare la figura della Chiesa e mettere le mani sulle decisioni che spettano al prossimo Conclave. Sul Foglio di oggi, il direttore condanna il giornalismo intellettualmente grossolano incapace di andare alla sostanza dell’annuncio del Papa e che abbassa la Chiesa al «chiacchiericcio politicante».

I MEDIA MILLANTANO. «I media non sanno alcunché, millantano, si fanno strumento di spifferatori e propalatori», perpetuatori di una «tradizione peccatrice secolare», scrive Ferrara. «Nell’era della comunicazione globale, che come ha ricordato Benedetto XVI deturpò anche il volto del Vaticano II, gli agguati e le imboscate diventano sistema, i leaks così leggeri e così poveri di contenuti diventano una maniera uniforme e obbligata, cialtrona e deprimente, di intendere le cose senza alternative di libertà».

REPUBBLICA E CORRIERE. I giornali più venduti di Italia, suggerisce Ferrara, non parlano all’intelligenza, ma si limitano a stuzzicare gli appetiti umani più superficiali. «Per le grandi firme come la De Gregorio di Repubblica o Franco del Corriere non contano le omelie di Ratzinger, la parabola avventurosa e vittoriosa di Giovanni Paolo II, la predicazione cristiana che cambia la storia d’Europa e del mondo, l’esercizio spirituale nella quiete biblica, la filosofia e la preghiera, la teologia e i grandi discorsi sullo spazio pubblico, sul diritto positivo e sulle sue basi di legittimità, come vivere, come decidere la politica, le cose dette a Ratisbona, ai Bernardins, al Bundestag, a Londra dalla più straordinaria figura di pensatore e omileta cristiano dai tempi del cardinale John H. Newman». «Per milioni di lettori, fedeli e laici», «i media devono abbassare la chiesa al loro livello, al chiacchiericcio politicante. Devono costitutivamente divorare la realtà ed esorcizzarla con i gargarismi del piccolo mistero di palazzo».

I RACCONTI MITOLOGICI SULLA CHIESA. La Chiesa è dipinta dai media «con mezzucci» che trasformano la sua storia in un compendio di «racconti mitologici», denuncia il direttore del Foglio. La sua figura tramandata alle future generazioni «è oscura», «è ermetica e lurida, è tutto quello che non puoi vedere né esperire». Questa, prosegue Ferrara «non è la chiesa che si può guardare con interesse e fiducia, che si interroga sulle grandi questioni antropologiche del mondo contemporaneo, non è il popolo di Dio che cerca nella sua fede la risposta a questioni decisive sulla vita, sulla scienza, sull’amore, sul matrimonio, sulla famiglia». Si tratta di un’altra Chiesa che vive soltanto nelle menti di chi la dipinge e la vede come gli gusta.

MANI PULITE COLOR DI PORPORA. «Il clero è in eterno sospetto, si adoperano le delazioni invalidanti anche con petizioni popolari tabloid (ma i paolini sono impazziti?) per escludere i cardinali dal diritto di eleggere il Papa in Conclave». «Mani pulite di color porpora». «Una vergogna che sa di pressione esterna», per Ferrara, «di limitazione della libertà di funzionamento dei corpi tradizionali della chiesa, di sfregio a tradizioni e protocolli che si sono affermati nei secoli e che sono sopravvissuti a tirannie, guerre, catastrofi storiche, drammi e spettacoli della città di Dio, della città dei due amori».

RISPONDERE ALL’ATTACCO SECOLARISTA. «Campagne di odio e di denuncia piene di deformazioni e di falsità, fino allo sventramento delle tombe dei padri del Concilio in Belgio, avevano messo la chiesa di Roma sulla difensiva». Ferrara e il Foglio, un anno fa, evocarono la possibilità di un abbandono del papa in questo spirito: «Il rilancio di tutta l’energia necessaria a rompere un assedio durato troppo a lungo». Ora, gli stessi assedianti tentano «di condizionare e sventrare, per dir così, anche il Conclave e l’elezione del successori di Pietro». Il direttore del Foglio si augura che la Chiesa riesca «a respingere in un dialogo adulto con il mondo l’ultima grande assalto secolarista sta al diritto di essere e di dirsi cristiani e cattolici».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. Giovanna says:

    “Sul Foglio di oggi, il direttore condanna il giornalismo intellettualmente grossolano incapace di andare alla sostanza dell’annuncio del Papa e che abbassa la Chiesa al «chiacchiericcio politicante”
    Leggo Tempi perchè non si abbassa al chiacchiericcio politicante.
    Qualche lettore interessato spera che Tempi si abbassi al chiacchiericcio politicante.
    Resistete, resistete, resistete !
    Per stimolare gli appetiti umani più superficiali della gente bastano e avanzano Corriere e Repubblica e direi (quasi, per precauzione ) tutti gli altri giornali.

    • ftax says:

      Concordo pienamente.
      E aggiungo che Famiglia Cristiana è stampa inutile in ogni caso.
      Come replica “per compagnucci della parrocchietta” de ‘L’Espresso’ non serve: meglio l’originale.
      Come settimanale “per cattolici adulti” ha decisamente pisciato fuori dal vaso: non era tra i grandi censuratori del Metodo Boffo usato da Feltri su ‘Il Giornale’?

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.

4 metri e sessantuno, tanto spazio interno, trazione integrale e un comfort degno di un’auto executive. Con queste premesse il Traveller 4x4 Dangel si presta a essere una valida alle auto? Lo abbiamo guidato una settimana per capirlo

L'articolo Prova Peugeot Traveller 4×4 Dangel proviene da RED Live.

A Mandello del Lario sono attesi migliaia di appassionati del marchio, per un lungo weekend a base di divertimento, test e grandi anteprime

L'articolo Moto Guzzi Open House, 7-9 settembre 2018 proviene da RED Live.

Dettagli scuri e connettività Android Auto ed Apple CarPlay per la piccola del Leone un po' speciale

L'articolo Peugeot 208 Black Line, edizione limitata in salsa dark proviene da RED Live.