Google+

Il pioniere dell’eutanasia in Belgio dove ha organizzato il suo annuale seminario di studi? Ad Auschwitz

maggio 16, 2014 Leone Grotti

Il dottore Wim Distelmans ritiene il campo di sterminio un luogo «stimolante» nel quale si può «sgombrare il campo dalla confusione intorno all’eutanasia»

wim-distelmans-belgio-eutanasiaIl dottore Wim Distelmans, pioniere dell’eutanasia in Belgio e primo sostenitore della “buona morte”, ha organizzato un viaggio studi dall’8 al 10 ottobre ad Auschwitz, il famigerato campo di sterminio nazista. «L’eroe dell’eutanasia», come viene considerato a Bruxelles, ha invitato diversi professionisti del settore medico.

CHI È DISTELMANS. Distelmans non è un dottore qualunque: è da dieci anni a capo della Commissione incaricata di controllare eventuali abusi della legge sull’eutanasia, in vigore dal 2002 e di recente estesa anche ai bambini. Nonostante gli abusi della legge dimostrati da diversi autorevoli rapporti, la Commissione non ha mai riscontrato neanche una irregolarità.
Distelmans è anche famoso per i suoi “trofei”: nel 2013 ha ucciso due gemelli 40enni che non erano affetti da malattie terminali solo perché questi, sordi dalla nascita, temevano di diventare ciechi e perdere la loro autonomia. È anche il medico che ha praticato l’eutanasia a Nancy Verhelst, transessuale diventata Nathan, da sempre odiata dai genitori «che volevano un maschio» e che il dottore ha ucciso «perché soffriva troppo psicologicamente».

PERCHÉ AUSCHWITZ. Il medico, che è già stato denunciato due volte in pochi mesi per eutanasia illegale, ha scelto Auschwitz per il suo seminario di studi perché lo ritiene un ambiente «stimolante» nel quale si può «sgombrare il campo dalla confusione intorno all’eutanasia».
Siccome, spiega il medico, «all’interno del problema globale del fine vita ci troviamo continuamente ad affrontare il dolore esistenziale, la questione del significato, dell’introspezione, della dipendenza, dell’autonomia e soprattutto della dignità (o indegnità)», «ci è sembrato più che logico organizzare il nostro prossimo viaggio studi in un luogo che rappresenta il simbolo per eccellenza di un fine vita indegno per l’uomo: Auschwitz, il campo di sterminio nazista in Polonia. Questo luogo ci sembra adatto per ispirare la riflessione».

POTERE DELLA COMPASSIONE. Chissà che tra le tante ispirazioni, i medici non lascino spazio anche a un po’ di storia: come scriveva Hannah Arendt, l’eutanasia fu praticata dai nazisti per fare le prove generali dei campi di sterminio. Una delle prime persone ad essere uccise, nel 1939, fu un bambino con gravi handicap e fu fatto «per compassione». Alla fine della Seconda guerra mondiale, la sua sorte fu condivisa da altri cinquemila bambini malati. Sempre «per compassione». La stessa ragione per cui di recente il Belgio ha esteso la legge sull’eutanasia anche ai minori senza limiti di età.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

7 Commenti

  1. leo aletti scrive:

    Meglio che stia in Belgio e non vada ad Auschwic (Polonia) a predicare l’eutanasia.

  2. augusto scrive:

    A Distelmans manca davvero solo la divisa da Gauleiter…..poveri belgi!

  3. Arminio Cristino scrive:

    Ogni anno l’Europa, a parole, organizza varie manifestazioni sulla Shoah: Per non dimenticare! …poi nei fatti consente e promuove lo sterminio per legge dei più deboli e indifesi mediante aborto ed eutanasia.

  4. alex scrive:

    Probabilmente Distelmans sarebbe stato grande amico di Alexis Carrell e ammiratore del suo libro “Man the Unknown” (in particolare dell’ormai introvabile edizione tedesca del 1936 con elogio dell’eugenetica nazista), in cui eutanasia e compagnia bella vengono teorizzate in maniera abbastanza esplicita.
    http://ebookbrowsee.net/alexis-carrel-man-the-unknown-1935-pdf-d99966952
    Magari dedicheranno scuole cattoliche anche a Distelmans…
    PS: la presunta conversione – anche se romanzata in un libro pubblicato postumo nel 1948 – e’ del 1902, ben prima della scrittura di “Man the Unknown”. Secondo il Templeton Prize Fr. Stanley Jaki, la conversione sarebbe avvenuta solo in punto di morte, nel 1944. http://www.catholicculture.org/culture/library/view.cfm?id=2866&CFID=54920861&CFTOKEN=52680494

  5. WILLIAM scrive:

    IL NOSTRO E’ COMUNQUE E SEMPRE IL DIO DELLA “VITA ” O SBAGLIO ?

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana