Google+

Cos’è la Chiesa, quell’“entità etnica sui generis” che rivela Gesù Cristo, il liberatore

luglio 19, 2015 Luigi Amicone

Nei minuti in cui il Papa ha voluto riconoscere l’opera di un uomo fuori da ogni logica come Aldo Trento, si vede cos’è la Chiesa, e come resiste all’appiattimento

padre-aldo-trento-papa-francescoPubblichiamo l’editoriale di Luigi Amicone contenuto nel numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti)

Cos’è la Chiesa tutte le volte che, manifestandosi con particolare clamore e visibilità la sua realtà di “entità etnica sui generis” – come la definì Paolo VI –, si offre al giudizio dei sapienti e del volgo indottrinato dai sapienti? Particolarmente oggi, in un mondo che la globalizzazione tende a ridurre a piatta uniformità di consumi, la Chiesa è considerata una istituzione fuori dal tempo, che deve emendarsi e adattarsi al secolo.

Le prediche dell’imperatore Obama e la “bibbia” New York Times sono le basi dello spartito su cui improvvisano le loro musichette i facitori di questa “opinione comune”. Non stupisce, ad esempio, leggere su La Nación, il principale quotidiano del Paraguay, cose che all’indomani del viaggio papale in America Latina potremmo leggere su qualunque giornale europeo o nordamericano. «Francesco ha il pesantissimo compito di accelerare l’adattamento della Chiesa ai cambiamenti enormi in cui il processo di globalizzazione ha condotto le società occidentalizzate. La Chiesa, come tutte le strutture del passato che sono sopravvissute soffre i cambiamenti. Il costo di non assecondare i cambiamenti culturali e sociali è la perdita di presenza, di influenza e la sparizione pura e dura».

Ma ecco, in quei cinque minuti in cui papa Francesco ha voluto riconoscere l’opera di un uomo assolutamente fuori da ogni logica di “cambiamento” (chiama “infermi” gli Lgbt), si vede invece cos’è la Chiesa, e come essa resiste all’appiattimento: Chiesa è l’uomo raggiunto da Cristo, perciò è uomo d’azione, iniziativa e compagnia di libertà per tutto il popolo. Ce lo insegna la vita di uomini come il cardinale Giacomo Biffi. Ed è quello che colpisce in padre Aldo: una volontà affettiva tesa a rendere la fede coscienza critica e sistematica della realtà. Cioè cultura. Opera.

Dal giorno che arrivò in Paraguay egli non si occupò di accoglienza dei poveri e dei bambini abbandonati. Come da mandato di don Giussani, padre Aldo non fece altro che imparare dagli avi missionari e compromettersi con il paraguaiano presente affinché scoprisse da dove veniva il suo battesimo di dignità e di liberazione dagli dei assassini che erano stati padroni dei suoi antenati nel regno della bestialità e della paura. Le opere di carità vennero dopo, «per miracolo» non si stanca mai di ripetere padre Aldo. «Io non ho fatto niente, è un Altro che fa», dentro un mondo (ecco il “cambiamento”) di nuovi idoli padroni e divinità assassine.

Oggi papa Francesco parla delle “reducciones” come «una delle più interessanti esperienze di evangelizzazione e di organizzazione sociale della storia». E pensare che già nel 2009, proprio grazie alla tenacia di don Aldo, Parlamento e Presidenza della Repubblica del Paraguay dichiararono le “riduzioni” gesuitiche patrimonio inalienabile della nazione. Chi è dunque il protagonista della storia? Il conformista o l’“entità etnica sui generis”, liberatrice dell’uomo da qualunque potere percuota la storia?


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana