Google+

Caro Formigoni, sull’affidamento della bambina alla coppia gay hai fatto uno scivolone

novembre 22, 2013 Emanuele Boffi

Il senatore ha detto a una trasmissione tv di non avere nulla «da obiettare» se la coppia garantisse una certa stabilità. Ma si sbaglia. Per due motivi

Conoscendo la storia e le idee di Roberto Formigoni, non abbiamo dubbi che si sia trattato di uno scivolone. È da qualche giorno che circola in rete un video (lo vedete qui sotto) nel quale il senatore, rispondendo a una domanda del conduttore Alessandro Milan durante la trasmissione “Funamboli”, dice di non avere obiezioni al fatto che una bambina sia affidata a una coppia omosessuale. In verità, come si vede dal video, la posizione dell’ex governatore lombardo è più sfumata rispetto all’assertività dei titoli del video che circola in rete. Formigoni chiarisce di essere contrario all’adozione, di non volere «papà 1 e papà 2», ma anche di non avere nulla «da obiettare» se la coppia garantisse una certa stabilità.

Il riferimento è alla vicenda di Bologna, di cui tempi.it vi ha già parlato. Ma proprio entrando nel dettaglio dell’episodio, si comprende meglio l’errore di Formigoni. Per due ordini di ragioni.

1) Come dichiarato a tempi.it da Ugo Pastore, procuratore capo della Procura dei minori di Bologna, «vi sono diverse approssimazioni nella procedura». Pastore ha impugnato il provvedimento del Tribunale dei minori dell’Emilia-Romagna, perché la bambina sarebbe stata affidata alla coppia di omosessuali senza che prima, come recita la legge all’articolo 2, fossero state vagliate altre possibilità, in particolare l’affidamento a nuclei familiari con figli minori. Insomma, una procedura inconsueta (e rischiosa) al di là dell’orientamento sessuale della coppia in questione. Siccome non siamo ingenui, resta il più che fondato sospetto che il caso sia stato forzato proprio per l’orientamento sessuale dei due, in modo da bypassare le norme che in Italia non consentono l’adozione (come ha spiegato, sempre su tempi.it, Giancarlo Cerrelli, vicepresidente dell’Unione giuristi cattolici italiani).

2) Formigoni, che è uomo politico di lungo corso e che non ha mai avuto timore di combattere battaglie culturali contro il mainstream moderno, sa anche bene cosa significhi, da un punto di vista culturale, avallare idee di questo tipo. A nostro parere, infatti, basta il buon senso di un uomo di sinistra come Mario Adinolfi per capire che alla bambina di Bologna non serva un finto genitore 1 accoppiato con un finto genitore 2, ma una mamma. Così come a Formigoni non sfuggirà l’importanza delle parole del cardinale della città, Carlo Caffarra che, proprio ieri, ha detto che «stiamo costruendo una torre di Babele, che alla fine rovinerà su noi tutti. In primo luogo sui più deboli, i bambini, affidati al genitore 1 e al genitore 2. Affidati a una genitorialità artificialmente costruita».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

30 Commenti

  1. giancarlo says:

    Di scivoloni ne ha fatti tanti e continuerà a farli: quello sul concorso per dirigenti scolastici in Lombardia è quello che più mi fa inc… perché mi tocca da vicino. Se non sa stare più in piedi allora molli…

    • Pippo says:

      Non c’e’ paragone, non c’e’ paragone con tanti altri politici. Che se non fanno scivoloni e’ perche’ sono scivolati da tempo.
      L’importante e’ rialzarsi…

  2. Sergio says:

    Formigoni siete finiti, le europee si avvicinano, se prendete più del 3 per cento vado a fare il volontario in un circolo gay.

  3. Simone says:

    Direi che gli scivoloni sono due, il primo è affermare che un bambino abbia bisogno di una mamma e di un papà perché “ci sono delle norme” (0:30).
    Caro Formigoni, ma che ne avete fatto della grazia che vi è stata data?

    • Pippo says:

      La tua citazione e’ veramente impropria. Sembra un titolo di Repubblica. Risenti bene.
      “Ci sono delle norme per cui puo’ essere dato in adozione”

      • Simone says:

        Caro Pippo, volevo semplicemente affermare che un papà ed una mamma sono necessari ad un bambino, a prescindere dal fatto che ciò sia stabilito o regolato per legge. Casomai la legge qui è solo quella della natura.
        Ho avuto l’impressione vedendo il video (e non è cambiata dopo averlo rivisto grazie alla tua provocazione) che l’intenzione di quella frase sia stata proprio quella di affermare un concetto, pur giusto, in forza di una legge, e quindi inattaccabile, piuttosto che di una verità totalmente umana e naturale, che invece espone a possibili obiezioni.
        Ripeto, è solo una mia impressione. Se mi sbaglio, tanto meglio per tutti.
        Grazie

        • Pippo says:

          Simone, sono d’accordo con te. E’ solo che non mi va che vengano travisate le parole delle persone, per quanto imprecise siano. Grazie a te.

        • sarii says:

          Caro simone, la “legge della natura” come la chiami tu, non centra niente: tu preferiresti affidare un bambino a un padre e una madre alcolizzati piuttosto che a due uomini o due donne perfettamente normali e in grado di fare i genitori. è per gente come te che l’Italia non va avanti nei diritti umani. tu sei contro natura, non loro
          Baci

          • Picchus says:

            spero per te che tu ti renda conto da sola di come queste tue affermazioni siano prive di senso

          • Mandrake says:

            Formigoni vuol diventare padre anche lui. P.s: cara Sarii, con tutto il rispetto, astrarre un esempio specifico credo sia fuorviante se non scorretto…. In altre parole, dannazione, nel mondo non esistono solo coppie eterosessuali di alcolizzati

  4. giuliano says:

    Formigoni, massaggiato a dovere da Repubblica e dal popolo di sinistra, ha ceduto. Non è facile oggi resistere al pensiero unico progressista che riesce a distruggerti, ricordatevi di Barilla. L’unico che è ancora in piedi (ma per poco ancora) è Berlusconi. Credo che per fronteggiare con successo il progressismo marxista/massonico senza finire in manicomio o in prigione o picchiato da qualche centro sociale o ucciso dalle BR o deriso dalle TV, si debba ricorrere alla violenza con le armi. Altro non serve

    • Pippo says:

      Ecco, Berlusconi si che ne ha fatti di scivoloni, pero’ si rialza e tira dritto per la sua strada. Senza dire che ha sbagliato…

  5. marzio says:

    Sono molto distante dalle posizioni politiche liberali di Formigoni, ma lo stimo da sempre come politico. Non capisco questa sua posizione, probabilmente è uno scivolone, appunto.

  6. stefano says:

    Mi aspetto la smentita di Formigoni e un ritorno sui suoi passi e cmq non lo voterò più

  7. tania says:

    vergognose concessioni, ma da quando in qua! poi bimba femmina con 2 maschi, della serie creiamo presupposti per violenze su minori??? poi non costituisce famiglia una unione qualunque uomo-uiomo o donna-donna, ammettiamolo col cuore in pace, sono coppie e basta nè unioni di fatto, ne matrimoni ne nulla di tutto ciò, sovrastrutture e norme fuori luogo creare contratti uguali alla consuetudine etica per forzataemnte inserire il distorto. allora perchè non lasciamo tutto allo stato selvaggio come le origini e come il mondo animale? via costruzione case, via leggi, via auto, via industrie, via strade, via servizi, via sanità, la legge naturale selettiva faccia la sua parte, si ritorni a pochi animali bipedi sul pianeta e pace!
    vergonatevi!!! se lo sbaglio lo fate come esempio corretto a che serve andare a scuola e imparare a scrivere? tanto vale che sia tutto accettato come viene viene e facciamo esplodere un tripudio di ignoranza e stupidità, come state dismostrando con questi atti insulsi
    accoglie e accettare lo avete confuso con mescolare tutto
    così di fatto è una discrasia e in realtà non vi è rispetto per nessuno, si cade nel relativismo e abuso verso tutto e tutti

  8. Guido says:

    Formigoni, Lupi, Mauro, tutti, chi più chi meno, hanno ben imparato la tecnica del doppio gioco.
    Doppio gioco che declinato, come in tal caso, sui valori della famiglia, è incredibile e amaro …
    Ma gli elettori lo sanno e sapranno come regolarsi al momento buono!

    • Pippo says:

      Siamo ancora in attesa di qualcuno che difenda bene i valori della famiglia.
      Uno si e’ presentato (Mario Sberna, scelta civica), fa quel che puo’.
      Se non ne arrivano altri, continueremo a votare anche Formigoni, Mauro e Lupi, non c’e’ dubbio.

  9. I Firmatari says:

    C’è una petizione in rete per contestare la decisione bolognese e sostenere il diritto del bambino al papà e alla mamma, anche in fase di semplice affidamento.

    Noi l’abbiamo firmata: tu cosa aspetti? Insieme fermeremo l’avanzata dell’ideologia del gender.

    Bifocale, Cornacchia, Remoq, Omac, Anna, Alex, Remo, Cagliostro, Torquemada, Matteo, Fabio, Aldo, Giovanni, Paolo, Chicca.

  10. Filippo says:

    Io personalmente non capisco questo attacco. Allora, facciamo ordine: la legge non è stata applicata correttamente? Prendetevela col giudice, non con la coppia o i gay.
    Voglio dire, stiamo facendo un discorso giuridico o di morale? Ma voi davvero mi state dicendo che sarebbe meglio se la bimba fosse in un istituto? Ma come si fa a demonizzare le persone x i loro gusti sessuali? Ma perché se ti piace il sesso opposto hai magicamente diritto ad essere genitore? E chi me lo dice che sarai un buon genitore? I tuoi gusti sessuali??

  11. Filippo says:

    Io personalmente non capisco. Allora, facciamo ordine: la legge non è stata applicata correttamente? Prendetevela col giudice, non con la coppia o i gay.
    Voglio dire, stiamo facendo un discorso giuridico o di morale? Ma voi davvero mi state dicendo che sarebbe meglio se la bimba fosse in un istituto? Ma come si fa a demonizzare le persone x i loro gusti sessuali? Ma perché se ti piace il sesso opposto hai magicamente diritto ad essere genitore? E chi me lo dice che sarai un buon genitore? I tuoi gusti sessuali?

  12. Psi says:

    E’ ormai assodato che i bambini possono crescere benissimo anche con due genitori dello stesso sesso. Ordine degli Psicologi del Lazio: “Negli ultimi 30 anni, le ricerche scientifiche nel campo dell’omogenitorialità hanno fornito un numero consistente di prove che dimostrano come la salute psicologica, l’adattamento, lo sviluppo cognitivo, sociale e psicosessuale, la qualità delle relazioni e il successo scolastico dei bambini e degli adolescenti cresciuti da genitori omosessuali siano del tutto analoghi a quelli dei figli cresciuti da genitori eterosessuali. In Italia si stima che i bambini e gli adolescenti cresciuti da genitori lesbiche e gay siano oltre 100.000, includendo sia le famiglie in cui il progetto di genitorialità viene pianificato attraverso l’inseminazione artificiale, l’adozione, la gestazione di sostegno (ancora non legali in Italia) sia le famiglie ricostituite con figli nati da una precedente relazione eterosessuale.” (dal sito dell’OdP del Lazio).

    • Psdi says:

      Insomma, l’Ordine degli Psicologi del Lazio, dall’alto della sua scienza, ha stabilito che della mamma (o del papà, a seconda dei casi) possiamo tranquillamente fare a meno, è la stessa cosa averli o non averli.

      • Psi says:

        L’ordine degli Psicologi del Lazio, esattamente come dicono tutte le principali associazioni di psicologi, psichiatri e pediatri a livello mondiale, ha semplicemente detto che 30 anni di studi dimostrano che i bambini per crescere bene non hanno necessariamente bisogno di due genitori di sesso diverso. Dunque si puo’ essere ottimi genitori anche essendo due uomini o due donne, esattamente come si puo’ essere dei pessimi genitori essendo un uomo e una donna.

        • mike says:

          in effetti sono cose del tipo 2000 anni fa… l’imperatore nerone (o claudio, non ricordo bene) nominava console il suo cavallo. siamo lì, mutatis mutandis.

        • Pri says:

          E quindi, appunto, che ce ne facciamo di mamma e papà? Bello, quest’Ordine degli Psicologi del Lazio, da raccomandare…

        • giovanni says:

          Gli psicologhi del lazio possono dire tutto quello che vogliono, ma da persone che non hanno ben chiaro a cosa serve il buchino che abbiamo dietro, non mi fiderei troppo

  13. Mandrake says:

    Formigoni vuol diventare padre anche lui?

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.