Google+

Urbino, la città ideale di Federico da Montefeltro

marzo 29, 2012 Mariapia Bruno

Dominata dalla prospettiva razionale e matematica, dalle architetture lineari e curate e dalle menti dotte e illuminate, ecco come doveva apparire Urbino nel Quattrocento, nell’epoca di piena tensione verso quella irresistibile rinascita di stile e gusto promossa, prima di tutti, dal Duca Federico da Montefeltro. È proprio grazie all’interesse di questo eccellente mecenate che la piccola capitale umbra, stretta tra i monti e le colline del Montefeltro, fiorisce, divenendo luogo ideale per menti come Leon Battista Alberti, Piero della Francesca, Francesco di Giorgio, Luca Signorelli, Jacopo de Barbari, Mantegna, Perugino, Bramante e Raffaello.

È la città del rinascimento matematico l’Urbino di piu di seicento anni fa, una Città Ideale come recita il titolo della mostra che tra pochi giorni (6 aprile – 8 luglio 2012) sarà inaugurata alla Galleria Nazionale delle Marche (La Città Ideale. L’utopia del Rinascimento a Urbino tra Piero della Francesca e Raffaello) che ce la racconta attraverso un dipinto con il medesimo nome. Quest’ultimo, nella perfezione della veduta prospettica che vi si rappresenta, è il risultato approfondite ricerche e speculazioni dei dotti di allora, sia sotto il profilo specificamente architettonico ed ingegneristico che nel campo filosofico, e matematico. A far da contorno una serie di altre opere, tra sculture, tarsie lignee, disegni, medaglie e codici miniati che illustrano a tutto campo il felicissimo momento di questa centralissima cittadina.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un'aerodinamica di nuova generazione caratterizza il telaio della nuova top di gamma del marchio veneto. Tecnologia Balanced Design, manubrio integrato e freni direct mount per un prezzo che parte da 4.600 euro

Alla versione orientata all’off road dell’ammiraglia Jeep si accompagna il debutto, per Renegade, del cambio a doppia frizione DCT in abbinamento al 1.6 Mjet da 120 cv. Svelati inediti pacchetti di personalizzazione Mopar e nuove serie limitate.

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana