Google+

Scatti rubati nella Venezia delle arti e dei mestieri

maggio 17, 2012 Mariapia Bruno

Se la mostra Nobiltà del lavoro. Arti e mestieri nella pittura veneta tra 800 e 900, che sarà inaugurata al Museo Nazionale di Villa Pisani di Stra il prossimo 2 giugno, racconta attraverso la pittura gli usi e costumi della Venezia operosa del XIX-XX secolo, la rassegna fotografica parallela dal titolo Arti e Mestieri nell’obiettivo di Tomaso Filippi, si serve di uno strumento come la fotografia per catapultarci nella quotidianità di un’epoca ormai tramontata. Attraverso trenta scatti del fotografo, che nacque a Venezia il 1852 e lì vi morì nel 1948, che ci trasportano in un universo in bianco e nero, ecco snodarsi, all’interno della “Casa del Giardiniere” nel parco di Villa Pisani, un percorso espositivo suggestivo, pittoresco e profondamente vero.

Con le sue eleganti signore immortalate nel Corso di cucito, scuola professionale femminile per il commercio (1905), con le popolane in Donne al tombolo a Pellestrina (1852-1948) e con le prime modelle in posa (Modelli in posa, Studio di figura di donna in foggia di pescivendola, 1894-1897), Filippi si presenta come un fotoreporter ante litteram, abilissimo sia nel catturare l’istante riprendendo per strada artigiani e ambulanti nel loro lavoro quotidiano, sia nel ricostruire vere e proprie scene mettendo in posa i soggetti scelti per le sue artistiche testimonianze.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un'aerodinamica di nuova generazione caratterizza il telaio della nuova top di gamma del marchio veneto. Tecnologia Balanced Design, manubrio integrato e freni direct mount per un prezzo che parte da 4.600 euro

Alla versione orientata all’off road dell’ammiraglia Jeep si accompagna il debutto, per Renegade, del cambio a doppia frizione DCT in abbinamento al 1.6 Mjet da 120 cv. Svelati inediti pacchetti di personalizzazione Mopar e nuove serie limitate.

Debutta a Parigi la nuova gamma elettrica della city car tedesca. Il motore a zero emissioni eroga 82 cv ed è disponibile sia per la biposto fortwo coupé/cabrio sia per la cinque porte forfour. Autonomia di 160 km e ricarica più rapida che in passato.

La berlina sportiva del Tridente può ora contare su dotazioni multimediali e di sicurezza allineate alle rivali tedesche. Il V6 3.0 biturbo della versione d’ingresso a benzina eroga 350 cv anziché i precedenti 330 cv. Debuttano i pacchetti Luxury e Sport.

Il contest musicale King Of The Flow accompagna al debutto la crossover compatta giapponese. Tra chi voterà uno degli artisti protagonisti c'è in palio proprio una Toyota C-HR

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana