Google+

Olimpiadi? Dio salvi la Regina, Emeli Sandè e anche Mr. Bean

luglio 29, 2012

A costo di farmi sommergere dai fischi vi dirò che a me le cerimonie di apertura delle grandi manifestazioni sportive, Olimpiadi comprese, non mi piacciono per niente. Intendiamoci, belle, spettacolari, uniche ma di un paganesimo insopportabile.

Elementi e forze naturali, superuomini alla ricerca del superamento dei propri limiti, autocelebrazione delle virtù eroiche del paese ospitante, sono questi i contenuti del 90% dello spettacolo. Una liturgia pagana, appunto; celebrazione da druidi sotto la quercia mediatica del nostro secolo.

Mi aspettavo la solita pippa su i quattro elementi, il sole, il fuoco e Stonehenge e invece sono rimasto sorpreso in almeno tre momenti: l’ironia di Mr. Bean, l’autoironia della Regina Elisabetta che si butta col paracadute insieme a 007 e, soprattutto, la magia, a mio parere autenticamente religiosa, della voce di Emeil Sandè.

Boccate d’ossigeno. Dio salvi la Regina, Emeil Sandè e anche Mr. Bean.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

4 Commenti

  1. dema scrive:

    si chiama EMELI SANDE’ e non

  2. ragnar scrive:

    Oltre a Rowan Atkinson in versione Mr Bean avrei anche voluto Sasha Baron Cohen in versione Borat, ma forse sarebbe stato troppo per un paese dove la correttezza politica regna sovrana (anche se il principe Filippo duca di Edinburgo è famoso per la sua “diplomazia”)

La rassegna stampa di Tempi
Pellegrinaggio iStoria-Tempi in Terra Santa

Tempi Motori – a cura di Red Live

La nuova generazione della compatta francese riprende alcuni elementi stilistici della crossover C4 Cactus e può contare su possibilità di personalizzazione sconosciute al vecchio modello. Balzo generazionale quanto a infotainment e dotazioni di sicurezza.

Sono passati 30 anni dalla prima vittoria alla Grande Boucle. Per festeggiare l'evento il brand francese lancia un'edizione limitata di 200 esemplari della sua punta di diamante e un concorso fotografico sui Social

Ispirata nel design alla 911, la seconda generazione della berlina sportiva tedesca cambia tanto nell’aspetto quanto nel layout dell’abitacolo e nella meccanica. Top di gamma la Turbo da 550 cv. Debuttano il cambio PDK a 8 marce e l’assale posteriore sterzante.

Nata per le competizioni, si è evoluta attraverso cinque generazioni e 30 anni sino a divenire una berlina dal fascino unico, ideale punto d’incontro di performance e stile. Ecco la storia della BMW M3.

L’edizione speciale della city car torinese, realizzata in collaborazione con i cantieri nautici Riva, può contare su di una ricca dotazione di serie e finiture pregiate in radica e pelle. Prezzi al lancio, sia per la versione chiusa sia per la cabrio, da 17.900 euro.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana