Google+

Nessuno sa far girare l’economia come Kate Middleton

luglio 4, 2012 Elisabetta Longo

Si è già parlato dell’effetto Kate, quella corrente misteriosa che porta le donne inglesi e non solo a volere fortissimamente qualsiasi capo indossato dalla duchessa di Cambridge. Questo desiderio è così presente da far brillare gli occhi a tutte le aziende che producono i capi che la Middleton porta con innegabile grazia, e fa sì che in poche ore sugli scaffali dei negozi vadano esauriti. Kate è stata persino in grado di risollevare un’azienda produttrice di collant, semplicemente avendo scelto dal cassetto quella scatola di calze piuttosto che un’altra. Non a caso il Times la mette nella lista delle persone più influenti della Terra, insieme con la sorella, più celebre per i suoi ex che per il suo stile.

Kate va comunque avanti per la sua strada, e senza l’aiuto di chissà che consulente di immagine, sceglie brand inglesi, magari poco noti, e come una qualsiasi donna comune li indossa finché non sono consumati. Come nel caso delle famose scarpe col tacco beige e in vernice, eleganti e versatili con qualsiasi dei colori che indossa. E siccome la richiesta delle LK Bennet è aumentata, il marchio ha elevato il prezzo di 20 sterline, da 175 a 195 (circa 240 euro). Lo stesso vale per la sua “Natalie Clutch”, una borsetta rigida che usa di diversi tonalità, che ora ammonta a 160 sterline (200 euro), ben 20 in più rispetto a quando Kate prediligeva altre borse. L’abito indossato in occasione del suo fidanzamento invece è aumentato di 110 sterline (130 euro), arrivando così a un prezzo totale di 495 sterline (615 euro). Nessuno sa fare girare l’economia come la Middleton. Che qualcuno le recapiti un marchio italiano, per favore.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

Commenti Facebook

1 Commenti

  1. Virgie Yoss scrive:

    I simply want to mention I am just new to blogging and certainly liked this page. More than likely I’m going to bookmark your website . You actually come with perfect articles. Thanks a lot for sharing your web site.

L’Osservatore Romano

L'Osservatore Romano

Tempi Motori – a cura di Red Live

La nuova KTM Freeride E mette in difficoltà i detrattori dell’elettrico; nessun limite tecnico ma soprattutto una guida che soddisfa anche gli appassionati dell’estremo.

Declinazione sportiva della city car tedesca, è mossa da un 1.4 turbo benzina da 150 cv e 220 Nm di coppia. Scatta da 0 a 100 km/h in 8,5 secondi. L’impianto frenante è fornito dalla divisione sportiva Opel OPC

La Casa britannica svela l’erede dell’ammiraglia sportiva del 1976. Mossa da un V12 5.9 da 600 cv, sarà destinata ai mercati del Medio Oriente. Non ha un prezzo: le infinite possibilità di personalizzazione rendono vano ogni tentativo di standardizzazione

Speciale Nuovo San Gerardo