Google+

I più bei ritratti del 2012

luglio 9, 2012 Mariapia Bruno

Un buon ritratto deve saper esprimere l’interiorità del soggetto, deve raccontare di una vita, di un trascorso, di quello che si è stati e di quello che si è. Queste caratteristiche fanno l’opera più umana, più vicina al microcosmo di colui che la osserva il quale, sorpreso dalla naturalezza dell’espressione, è spinto ad accostarsi a essa per sentire la sua storia. Proprio di un buon ritratto che si racconta in Auntie, un nudo di signora dipinto da Aleah Chapin che ha consentito a questa artista che vive e lavora a Brooklyn di vincere il BP Portrait Award 2012, un premio in denaro offerto dalla National Portrait Gallery di Londra che ogni anno vede la candidatura di migliaia di pittori provenienti da tutto il mondo. Capelli grigi e bianchi sciolti sulle spalle, pelle ormai segnata dal tempo, sguardo fiero e sereno, ecco come la pittrice mette letteralmente e metaforicamente a nudo la sua protagonista, un’amica di famiglia di cui racconta: «Il suo corpo è una mappa del viaggio della sua vita. In lei vedo la personificazione della forza espressa da una accettazione sincera di quello che ormai è».

L’opera, che il direttore della National Portrait Gallery, Sandy Nairne, ha descritto come «un ritratto ambizioso e dipinto molto bene, con un superbo controllo di tono e colore», rimarrà esposta fino al 23 settembre 2012 nella galleria londinese insieme ad altri 54 dipinti prescelti tra dalla giuria. Tra questi il ritratto del nonno del pittore spagnolo Ignacio Estudillo (che si è aggiudicato il secondo posto), e il ritratto di Richie Culver (al terzo posto) dipinto da Alan Coulson che ha voluto catturare «lo stile unico e il carattere alla mano» dell’amico dalle braccia tatuate.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi
Pellegrinaggio iStoria-Tempi in Terra Santa

Tempi Motori – a cura di Red Live

L'ultima creazione di Massimo Tamburini è "il sogno", si chiama "T12 Massimo " ed è realizzata sulla base motoristica BMW S 1000 RR a quattro cilindri. In versione solo pista sarà preda dei collezionisti più ambiziosi. Prezzo e tempi di produzione sono ancora ignoti

Una doppia coppia di alto livello, dedicata alla bici da strada e sviluppata in collaborazione con i migliori Pro. Le soluzioni tecniche si sposano con finiture al top e una linea inconfondibile. Da 200 a 350 euro, e c'è anche una versione donna

Il Gruppo FCA dona due Giulia Quadrifoglio all’Arma dei Carabinieri. Mosse dal noto V6 2.9 biturbo da 510 cv, sono destinate al trasporto d’organi e ai servizi di scorta. In arrivo altre 800 vetture per la Benemerita, ripartite tra Giulietta e Jeep Renegade.

Aerodinamica ed aerazione non sono i soli punti forti del nuovo casco della linea Speed. Molta importanza è stata data all'aspetto sicurezza, grazie all'innovativo sistema MIPS, che garantisce maggiore protezione in caso di impatto.

Appassionati del pedale, delle 2 e delle 4 ruote, questa rubrica è per voi. Ecco alcuni spunti per i vostri fine settimana. Se non sapete cosa fare date un'occhiata. Se sapete già cosa fare, potremmo farvi cambiare idea...

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana