Google+

L’ondata disgregatrice della società ha finalmente trovato una barriera. Laica, non clericale

gennaio 30, 2016 Pippo Corigliano

family-day-2016-manifesto-h

Pubblichiamo la rubrica di Pippo Corigliano contenuta nel numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti)

La manifestazione del 30 gennaio ha già ottenuto un grande risultato. La mobilitazione delle famiglie da tutte le parti d’Italia non è più un episodio isolato ma una consuetudine che, dopo il primo Family Day e la manifestazione del 20 giugno, si può considerare radicata.

È un fenomeno di cittadinanza perché riguarda non solo i cattolici ma le famiglie in quanto cellule vive della società italiana, di qualsiasi credo religioso. Non è una manifestazione della Chiesa italiana. È bello che i vescovi diano il loro incoraggiamento e che il Papa ribadisca il valore del matrimonio, ma chi scende in piazza sono i cittadini italiani che non vogliono una legge dello Stato che nega ai bambini il diritto a un padre e una madre. Il vero successo è che ora le famiglie hanno una voce che si sente e che si vede pure.

Sbaglia chi dice che le precedenti manifestazioni siano state un fallimento perché i politici non hanno ascoltato le loro richieste. La novità è che si sta creando un movimento d’opinione che va in direzione opposta alle forze disgregatrici della società. Un movimento laico che non agisce per mandato della gerarchia cattolica ma per conto proprio com’è giusto che sia.

Non è un confronto fra Stato e Chiesa. È la rivendicazione di un popolo che ha sempre trovato nella famiglia il suo centro e la sua forza. Giù le mani dalla famiglia e soprattutto giù le mani dai nostri figli che non sono oggetto di sperimentazioni sessuali! L’ondata disgregatrice ha finalmente trovato una barriera.

Foto Ansa


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

2 Commenti

  1. ROLLI SUSANNA scrive:

    …ops!!

  2. Susanna Rolli scrive:

    Mirabile Caruso,
    MIRABILE!

La rassegna stampa di Tempi
Sulle tracce di Cristo - Viaggio in Terrasanta con don Luigi Giussani

Tempi Motori – a cura di Red Live

Arriverà in tarda primavera la nuova versione sportiva della gamma Q5. Con 354 cv, scatta da 0 a 100 in 5,4 secondi e può raggiungere i 250 km/h. Ricchissima la dotazione di serie.

Modulare tanto in abitacolo quanto nella meccanica, il microbus elettrico tedesco ispirato al mitico Bulli è omologato per otto persone e adotta due motori con una potenza complessiva di 370 cv. Autonomia di 600 km e guida autonoma.

Erede della monovolume Meriva, è una crossover compatta che si affianca a Mokka X e può contare su di un ampio spazio a bordo e una generosa capacità di carico. Ricca dotazione multimediale e di sicurezza. In arrivo a giugno.

Nissan ripercorre in un breve video dieci di storia della sua crossover best-seller, la Qashqai. A breve partiranno le celebrazioni ufficiali, con eventi dedicati anche alla clientela

Ora la famiglia Street Twin, le Bonnie con motore 900 cc, è completa. Sportiva la prima e poliedrica la seconda, le sensazioni che offrono sono molto differenti ma in comune hanno il piacere di guida e un carattere unico.

banner Mailup
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana