Google+

Da quando c’è Monti il Corriere si annoia a leggere il Corriere

dicembre 12, 2011 redazione

FERRUCCIO, RIMEMBRI ANCOR? Il giornalismo appiattito con ortodossa inflessibilità sulle posizioni di un governo tende a diventare noioso, ripetitivo, trionfalistico dal sapore “bulgaro”, come si diceva un tempo.
Pierluigi Battista, Corriere della Sera

TANTO MENO DI TROMBONI. Peccato. Peccato per i giornali e per la sinistra. E peccato anche per un governo, che ha bisogno di sostegno e non di trombettieri.
Pierluigi Battista, Corriere della Sera

STAVOLTA VI È ANDATA BENE. Per quanto riguarda la legalità costituzionale di quanto accaduto, nulla dunque da eccepire.
Gustavo Zagrebelsky analizza lo stato della democrazia dopo il governo Monti, la Repubblica

SE NON ORA, DE CHE? Di fronte a grandi problemi, ci si aspetterebbe una grande “classe dirigente”, che cogliesse l’occasione propizia per mostrarsi capace di iniziativa politica. Sennò: dirigente di che cosa?
Gustavo Zagrebelsky, la Repubblica

OCCHIO ALLA DOPPIA NEGAZIONE. In una nota congiunta i presidenti di Senato e Camera escludono che esista una «presunta volontà del Parlamento di non assumere comportamenti non in sintonia con il rigore che la grave crisi economica-finanziaria impone a tutti».
Lorenzo Fuccaro, Corriere della Sera

TIPO LA POLITICA. Se erano i soldi il mio obiettivo mi dedicavo ad altro.
Benedetto Della Vedova, capogruppo di Fli alla Camera, Corriere della Sera

SONO 5,55 EURO A TESTA. Dal 2006 al 2011, tra mancati adeguamenti e tagli, gli introiti di deputati e senatori sono diminuiti di 5.250 euro mensili.
Osvaldo Napoli, deputato del Pdl, Corriere della Sera

TANTO ORMAI… Non vedo difficoltà se la nostra gente partecipa ai presidi dei sindacati e noi si sta al nostro.
Pier Luigi Bersani intervistato da Aldo Cazzullo, Corriere della Sera

CINEMA MUTO. Leggo un’ampia letteratura sulla “foto di Vasto”. Ma a quella foto manca il sonoro.
Pier Luigi Bersani intervistato da Aldo Cazzullo, Corriere della Sera

LA COOP SEI TU. Non cadiamo nel populismo. Quando avremo fatto questo (la “Maastricht dei costi della politica”, ndr), verrà il momento di smascherare coloro che nascondono, dietro i privilegi della politica, i privilegi propri.
Pier Luigi Bersani intervistato da Aldo Cazzullo, Corriere della Sera

LO DICE ANCHE MONTI. Tornano le donne: «Stanche di essere il welfare del paese».
Titolo del Corriere della Sera sulla manifestazione di “Se non ora quando?”

ALTRO CHE GALLINE. Scendono in piazza e già lo sanno: Silvio Berlusconi non è più il capo del governo.
Alessandra Arachi sulla manifestazione di “Se non ora quando?”, Corriere della Sera

CENE ELEGANTI MA SOBRIE. È cambiato lo stile del governo, ma la situazione delle donne non è certo mutata.
Alessandra Arachi riprende uno slogan della manifestazione di “Se non ora quando?”, Corriere della Sera

MISURE IMPRESSIONANTI. Ma le dimensioni della mobilitazione di ieri hanno superato le aspettative.
Benedetta Tobagi sulla manifestazione di “Se non ora quando?”, la Repubblica

FORSE. Il “global warming”, forse anche a causa dei dati incautamente imprecisi forniti da una comunità scientifica inaffidabile e manovriera, non è più in cima all’agenda psicologica del mondo, e non solo a quella, politica, dei governi.
Pierluigi Battista, Corriere della Sera

PRIMA LE COSE SERIE. Prima bisogna ripulire l’economia, poi l’ambiente. Prima bisogna raffreddare i mercati e lo spread, poi il pianeta. Per il momento basta un accordo che promette un accordo, un trattato che anticipa un trattato. La delusione di Durban? Passerà. Come l’emergenza ambientale.
Pierluigi Battista, Corriere della Sera

SCUSI IL FRANCESISMO. Gli zingari non cagano dove mangiano.
Paolo Griseri riporta il commento di un ultrà juventino che nega il coinvolgimento nell’incendio del campo rom di Torino, la Repubblica

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un nome importante e un'eredità pesante, ma la Zaskar fa onore a entrambi e può essere considerata un riferimento per quella nuova classe di bici che reinterpretano il cross country

Rivoluzione in casa Corvette. L’ottava generazione della sportiva americana potrà contare sulla collocazione centrale anziché anteriore del motore e adotterà un V8 da almeno 650 cv. La nuova scocca dovrebbe restare fedele all’alluminio.

È la prima Bentley della storia alimentata a gasolio, oltre che la più “economica” a listino. Sotto il cofano della hyperSUV inglese pulsa il V8 4.0 TDI di derivazione Audi SQ7, forte di 435 cv e 900 Nm di coppia. Scatta da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi.

Quali sono, quanto costano, come sono fatti, in che misure sono disponibili e che prestazioni promettono i migliori pneumatici invernali sul mercato; ecco una guida completa.

È la variante sovralimentata della nota GTC 4 Lusso, con la quale condivide le quattro ruote sterzanti. Le 4WD del modello originale cedono il posto alla trazione posteriore. Mutua da California T e 488 GTB il V8 3.9 biturbo, proposto nello step da 610 cv.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana