Google+

Cosroe Dusi, pittore in fuga alla corte degli zar

luglio 4, 2012 Mariapia Bruno

«S’illuminò di nuovo la città, essendo già le notti oscure. La luna brillava bellissima nel suo pieno, quindi godetti di una bella sera, l’effetto dei lumi in tutta la città non visto da tanto tempo mi rallegrò, perché mi pareva di essere ritornato già alle nostre regioni d’Italia…». Scrive così nel suo diario il pittore Cosroe Dusi (Venezia 1808- Marostica 1859), il 12 agosto del 1840, quando, a San Pietroburgo, sentiva la nostalgia della sua Venezia, città che lasciò più volte in cerca di fortuna. Romantico e colorista, Dusi fu apprezzato per la finezza e l’energia nel disegno, per la precisione dei dettagli nelle opere di ambientazione storica – fu infatti insignito del titolo di “pittore di storia” – e per la grande naturalezza che riusciva a far trasparire dalle espressioni dei suoi personaggi. Per questo e per tanti altri pregi divenne anche pittore di corte dello Zar Nicola I presso cui lavorò fino a qualche anno prima di tornare in Italia e morire a Marostica, città che da sabato 7 luglio gli dedica la mostra Cosroe Dusi 1808-1859. Diario artistico di un veneziano alla corte degli zar.

Visibile fino al 14 ottobre 2012 al Castello Inferiore, l’evento esporrà una ricca serie di opere – dipinti, acquerelli, disegni – recuperati tra chiese, musei e collezioni private tra cui spiccano 12 disegni inediti prestati dall’Hermitage di San Pietroburgo, l’Alcibiade – opera giovanile che testimonia un precoce virtuosismo compositivo -, e Il caffè – un autoritratto con la moglie Antonia Ferrari e la famiglia di lei dove il verde delle tazze di caffè e della caffettiera rompe la monotona monocromia del dipinto.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi
Sulle tracce di Cristo - Viaggio in Terrasanta con don Luigi Giussani

Tempi Motori – a cura di Red Live

Quando un’azienda si permette di dire che la sua forza risiede nell’inventare quello che non esiste ancora e riconsiderare e ridefinire quello che esiste già, i casi sono due: o se la tira o fa molto sul serio e, oggi che la specializzazione nel mondo della MTB è massima, quando un brand mette in campo […]

L'articolo Le nuove gomme Michelin per XC e All Mountain proviene da RED Live.

“Quelle foto lì le facevo alla Bellucci”. Così, spuntando dal nulla, si è rivolto a noi uno strano personaggio sulla settantina, capello mosso bianco e lungo, stile Maurizio Vandelli, nell’incantevole borgo di San Leo, mentre lo staff di RED riprendeva le nostre imponenti americane nel bel mezzo della piazza principale. Non siamo nemmeno riusciti a […]

L'articolo Harley-Davidson, in viaggio lungo la Linea Gotica proviene da RED Live.

Come sarà l’auto del futuro? Davanti a questa domanda non tutti hanno le idee ugualmente chiare ma quelli di Mercedes sono pronti a rispondere senza la minima esitazione, neanche sapessero fare l’oroscopo al mondo automotive osservando proprio la Stella a tre punte. La loro visione ha quattro capisaldi, sintetizzati dalla sigla C.A.S.E.: secondo i vertici […]

L'articolo Mercedes CASE: il futuro parte dalla connettività proviene da RED Live.

Quello di Bridgestone nel mondo olimpico è un viaggio lungo un decennio. La sua partnership con il Comitato Olimpico Internazionale (CIO), annunciata a Tokyo 2014, si prolungherà infatti fino ai Giochi del 2014, passando per le Olimpiadi Invernali di PyeongChang 2018, i Giochi Olimpici di Tokyo 2020, le Olimpiadi invernali a Pechino 2022. Un percorso che il marchio nipponico, produttore […]

L'articolo Bridgestone sogna insieme agli atleti olimpici proviene da RED Live.

È una ribelle per tradizione. In un mondo dove tutto viene racchiuso e catalogato entro rigidi schemi, la nuova Suzuki Swift non tradisce lo spirito del precedente modello e scardina, ancora una volta, l’esistente. Non è infatti una city car, dato che con una lunghezza di 3,84 metri risulta più grande rispetto a una Fiat […]

L'articolo Prova Suzuki Swift 1.0 BoosterJet SHVS proviene da RED Live.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana