Google+

Camana veglia, Livigno (So). Ricette estrose e intriganti per uno stile pieno di guizzi

marzo 11, 2013 Tommaso Farina

Zona extradoganale, praticamente irraggiungibile per molti anni, Livigno (Sondrio) s’è ben meritata il soprannome di “piccolo Tibet”. Pochi paesini italiani sono tutt’uno con la montagna che li ospita. A Livigno si viene per sciare, per passeggiare e per fare shopping, che grazie ai vantaggi dell’extradoganalità è particolarmente conveniente. Naturale che poi si debba anche mangiare. Tra i ristoranti consigliabili, c’è il Camana Veglia, collegato all’albergo che porta il medesimo nome, che significa “casa vecchia”, in dialetto locale. Vi metterete a sedere in un ambientino tutto legno, caldo e intimo, atmosferico al massimo. I gentili ragazzi del servizio vi porteranno il menù e una carta dei vini non sterminata ma ricca di buone bottiglie, tra l’altro servite con una correttezza estrema dallo staff.

Qui si gusta la cucina di Mattia Mottini, portabandiera di uno stile montanaro non privo di guizzi e non solo limitato ai piatti locali. È intrigante, ad esempio, l’abbinamento tra aringa affumicata, radicchio brasato e aceto balsamico tradizionale di Modena (quello vero, versato davanti ai vostri occhi), per un antipasto decisamente stuzzicante. E la scaloppa di foie gras con fichi secchi e gelatina di birra artigianale? E la bresaola di casa con il vero Bitto della Val Gerola?

Di primo, i tradizionalisti godranno dei sapidi pizzoccheri, molto tradizionali, impreziositi dalla “pesteda”, un trito di aglio, sale ed erba achillea. I “montanari” estrosi, proveranno il risotto al brodo di pino mugo e miele mantecato al Bagoss. I nostalgici di pesce, le pappardelle con l’accostamento di cappesante e funghi porcini. Come piatto forte, ecco il maialino da latte cotto a bassa temperatura con miele e rosmarino, e la guancia di vitello al ginepro. Tra i dolci, meritevole la crème brûlée aromatizzata al bombardino, il locale mix di liquore all’uovo e rum (o brandy). Calcolate circa 50 euro di spesa a testa. Se trovate posto, consigliamo di pernottare all’albergo, delizioso ed elegante.

Per informazioni
Camana Veglia
http://www.camanaveglia.com
Via Ostaria, 583 – Livigno (So)
Tel. 0342996310
Chiuso a pranzo il martedì e il giovedì

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un nome importante e un'eredità pesante, ma la Zaskar fa onore a entrambi e può essere considerata un riferimento per quella nuova classe di bici che reinterpretano il cross country

Rivoluzione in casa Corvette. L’ottava generazione della sportiva americana potrà contare sulla collocazione centrale anziché anteriore del motore e adotterà un V8 da almeno 650 cv. La nuova scocca dovrebbe restare fedele all’alluminio.

È la prima Bentley della storia alimentata a gasolio, oltre che la più “economica” a listino. Sotto il cofano della hyperSUV inglese pulsa il V8 4.0 TDI di derivazione Audi SQ7, forte di 435 cv e 900 Nm di coppia. Scatta da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi.

Quali sono, quanto costano, come sono fatti, in che misure sono disponibili e che prestazioni promettono i migliori pneumatici invernali sul mercato; ecco una guida completa.

È la variante sovralimentata della nota GTC 4 Lusso, con la quale condivide le quattro ruote sterzanti. Le 4WD del modello originale cedono il posto alla trazione posteriore. Mutua da California T e 488 GTB il V8 3.9 biturbo, proposto nello step da 610 cv.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana