Google+

Basta col telelavoro, ma basta anche con la teledemocrazia di chi sogna un mondo perfetto rimanendo in ciabatte davanti al pc

febbraio 28, 2013

Una delle aziende pioniere del telelavoro, Yahoo!, ha deciso di dire basta. Tutti in ufficio a sgambettare sui pc aziendali; aumenta la creatività e lo spirito di gruppo. Così ha stabilito il Ceo, Marissa Mayer, proprio lei che assunse la carica quando era incinta e il telelavoro le faceva comodo.

Come sempre c’è del buono e del cattivo in ogni cosa e questa notizia la si può prendere da tanti versi. A me piace sottolinearne un aspetto.

Il lavoro, forse più di ogni altra cosa, costringe tutti noi a impattare con la realtà, a fare i conti con le cose concrete che non sempre vanno come ci piacerebbe che andassero. Anche solo uscire di casa, prendere un autobus, cercare un parcheggio, fare colazione al bar, comprare un giornale ci immerge nel reale molto più che starsene chiusi in camera.

Costringere i nerds che vivono in ciabatte sognando un mondo perfetto a mettersi una camicia decente e fare quattro passi non può che essere salutare, per loro e per tutti.

Non si può stare davanti a una webcam a blaterare che gli altri sono tutti morti, che solo noi sappiamo come salvare il mondo e poi non avere il coraggio di uscire di casa e provare a fare i conti con la realtà; sporcarsi le mani con quel fango, che magari non ci piace molto, ma che attende l’urto della nostra responsabilità.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

1 Commenti

  1. Pierpaolo scrive:

    mah, che volete che vi dica.. fino a 2 anni ero un dipendente come tanti poi sono diventato un freelance, e dunque convertito in qualche modo al telelavoro, ma anche sempre in giro a “sporcarsi le mani”, non credo che una cosa escluda l’altra, francamente. Devo dirvi che lavoro meglio, produco di più e ho abbattuto i tempi di lavoro (vuoi mettere? niente più riunioni e telefonate inutili, frustrazioni, perdite di tempo, telefonate eccetera) e risparmio pure un sacco di soldi (niente auto, niente benzina). Vi sembra poco? Più produttività e più tempo da dedicare a se stessi e ai propri cari. Che nel 2013, con tutte le nuove tecnologie a disposizione, si debba ancora uscire di casa e stare due ore nel traffico (1 ora all’andata e 1 al ritorno, fate un po’ il calcolo: 40 ore al mese passate in auto, e questi me li chiamate “4 passi salutari”? ma andiamo..) per stare 8-10 in ore in ufficio mi sembra francamente scandaloso. La domanda che ognuno dovrebbe porsi è: in che percentuale quello che faccio in ufficio lo posso fare anche da casa? Va da sè che se è oltre il 70-80 per cento si può benissimo pensare di fare la rivoluzione. e invece no, perchè c’è il riflesso condizionato del Capo che ci vuole tutti lì, perché “ce deve controllà”. Che tristezza..

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

No, decisamente la Volkswagen non poteva restare a guardare. Il segmento delle B-Suv, vale a dire delle sport utility compatte, vive un momento di grande fermento e successo. La Casa tedesca, che sinora aveva nella Tiguan la proposta più “piccola”, doveva correre ai ripari. Ecco dunque avvicinarsi la presentazione ufficiale, prevista in occasione del Salone […]

L'articolo Volkswagen T-Roc: pronta alla battaglia proviene da RED Live.

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana