Google+

Alla scoperta dei “paradesis” di Alessandro Roma

aprile 4, 2012 Mariapia Bruno

Un titolo che colpisce alla prima lettura, Il sole mi costrinse ad abbandonare il giardino, e che racconta di un luogo intimo, magico, in cui l’uomo, dalla notte dei tempi, incontra, da solo o insieme ad altri, la natura. È questo il soggetto della mostra della Brand New Gallery di Milano che dedica per la prima volta a un artista italiano, Alessandro Roma, l’intero spazio della galleria. Grandi quadri, sculture e collages trasportano lo sguardo del visitatore in una dimensione onirica, in una visione paradisiaca, nella paradesis – così i Persiani chiamavano il giardino -, un posto incantato e fertile, un Eden ricreato dall’uomo sulla terra.


Vanno ammirate con un occhio diverso le creazioni dell’artista in quanto, a differenza dei paesaggi, che si aprono alla vista dell’osservatore, i giardini devono essere attraversati, scoperti, scrutati nei loro particolari, sono un luogo protetto dal un recinto che ne custodisce forma e sostanza. Si tratta allora di una passeggiata attraverso pitture che vivono in equilibrio tra figurazione e astrazione, sculture di forme antropomorfe mixate alla memoria di contenitori atavici di elementi naturali, e collages che, come bozzetti, si aprono a visioni surreali. Dall’11 aprile al 24 maggio 2012.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.
La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Un nome importante e un'eredità pesante, ma la Zaskar fa onore a entrambi e può essere considerata un riferimento per quella nuova classe di bici che reinterpretano il cross country

Rivoluzione in casa Corvette. L’ottava generazione della sportiva americana potrà contare sulla collocazione centrale anziché anteriore del motore e adotterà un V8 da almeno 650 cv. La nuova scocca dovrebbe restare fedele all’alluminio.

È la prima Bentley della storia alimentata a gasolio, oltre che la più “economica” a listino. Sotto il cofano della hyperSUV inglese pulsa il V8 4.0 TDI di derivazione Audi SQ7, forte di 435 cv e 900 Nm di coppia. Scatta da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi.

Quali sono, quanto costano, come sono fatti, in che misure sono disponibili e che prestazioni promettono i migliori pneumatici invernali sul mercato; ecco una guida completa.

È la variante sovralimentata della nota GTC 4 Lusso, con la quale condivide le quattro ruote sterzanti. Le 4WD del modello originale cedono il posto alla trazione posteriore. Mutua da California T e 488 GTB il V8 3.9 biturbo, proposto nello step da 610 cv.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana