Google+

Antonio Simone: Cresima in carcere con trans. Sono contento

maggio 24, 2012 Antonio Simone

«Domenica. Oggi alla Messa delle 8, nella famosa “rotonda”, lì dove partono i bracci del carcere, sono stati cresimati una ventina di detenuti». Ottava lettera dal carcere di San Vittore

Ottava lettera inviata a tempi.it da Antonio Simone, detenuto nel carcere di San Vittore a Milano. In coda trovate le precedenti missive.

Domenica. Oggi alla Messa delle 8, nella famosa “rotonda”, lì dove partono i bracci del carcere, sono stati cresimati una ventina di detenuti.
Una funzione toccante. Il cappellano ha spiegato il “prima” e il “dopo” di una simile scelta e quale sia il significato per le persone che decidono di cresimarsi. Poi ha chiamato i cresimandi uno per uno e ognuno di loro, quando sentiva il proprio nome, doveva rispondere: «Eccomi». Gli altri detenuti facevano da testimoni.

Quando il cappellano ha iniziato a elencare i nomi, ho osservato il gruppo dei cresimandi e ho notato qualcosa di strano. Fra di loro c’era una donna prosperosa con le meches bionde. Quando ha detto il suo nome (maschile) ho capito. Si trattava di un trans.

Caro direttore, essendo tu notoriamente più esperto di me, lascio a te ogni commento “morale” sulla vicenda.
Io ho solo una cosa da dire: ero contento.

Antonio Simone

Lettere precedenti:

1. Lettera dal carcere di Antonio Simone. Con una domanda a Repubblica

2. Anche da un peccato può nascere un po’ più di umanità

3. «Ezio Mauro, se vuoi farmi qualche domanda, sono pronto»

4. Io, nel pestaggio in carcere con cinghie e punteruoli

5. La rissa e l’evirazione. Storie di ordinaria follia a San Vittore

6. In quel buio che pare inghiottirmi, io ci sono

7. Repubblica mi vuole intervistare. Ok, ma a due condizioni

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
Pellegrinaggio iStoria-Tempi in Terra Santa

Tempi Motori – a cura di Red Live

Tubazioni italiane in Al 7000 per il nuovo telaio scatto fisso made in Deda. Sarà presentato all'Eurobike e porterà in dote forcella Carbon/Alloy, sterzo tapered e possibilità di verniciatura custom.

Realizzata in collaborazione con il team Red Bull, è quanto di più simile a una Formula 1. Omologata per la circolazione stradale, adotta un V12 da 1.000 cv e pesa 1.000 kg. L’aerodinamica è da monoposto. Debutterà nel 2018 e costerà oltre 2 milioni di euro.

Salvata dalla bancarotta da capitali cinesi, la berlina Fisker Karma torna sul mercato col nome di Revero. Alla confermata propulsione elettrica ad autonomia estesa si accompagna la ricarica mediante pannelli fotovoltaici.

La Casa americana dedica alla berlina elettrica Model S e alla crossover a zero emissioni Model X inedite batterie da 100 kWh. Alle prestazioni monstre si accompagna un miglioramento dell’autonomia.

Dal 9 all'11 settembre, a Mandello, torna in scena la passione dei Guzzisti. Un week-end di eventi per festeggiare il 95° compleanno del marchio dell'aquila e cominciare il conto alla rovescia che porterà al Centenario.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana