Google+

Anche la Santa Sede soffre la crisi economica, ma aumentano le collette dei fedeli

luglio 6, 2012 Benedetta Frigerio

Il bilancio della Santa Sede è in rosso di 14 milioni di euro. Ma il canone passa da 27,3 a 32,1 milioni e l’Obolo di San Pietro da 67,7 a 69,7 milioni. In attivo invece il bilancio dello Stato vaticano.

La Chiesa non è solo quella dei palazzi, c’è un popolo di credenti che vive una fede sincera e fervente. E colpisce oggi che quel “gregge”, mentre la crisi economica imperversa e la Santa Sede presenta buchi di bilancio non indifferenti, apra più generosamente di prima le proprie tasche per sostenere la Chiesa in difficoltà.

Infatti, mentre la Santa Sede presenta un bilancio di circa 14 milioni di disavanzo, il canone, ossia il contributo delle diocesi di tutto il mondo alle attività della Santa Sede, è aumentato passando da 27,3 a 32,1 milioni di dollari. E anche le offerte all’Obolo di San Pietro, destinate alle attività caritative del Pontefice, sono passate da 67,7 a 69,7 milioni di dollari. Per finire, i contributi dei vari istituti religiosi e fondazioni sono aumentati in un solo anno del 74 per cento.

Se il bilancio della Santa Sede è andato in rosso, ha spiegato il portavoce del Vaticano padre Federico Lombardi, è per via «della crisi dei mercati finanziari» e dei «capitoli di spesa più impegnativi relativi al costo del personale e ai mezzi di comunicazione sociali», con introiti provenienti dalle proprietà immobiliari «inferiori a quelli degli anni precedenti». Ad evitare, però, che il bilancio fosse ancora più negativo è stato lo Ior, che ha versato come ogni anno il suo contributo e che nel 2011 ha dato alle casse vaticane 49 milioni di euro. Lo Stato vaticano ha invece chiuso in attivo: «Particolarmente positivo – ha spiegato ancora Lombardi – l’apporto dato dai musei Vaticani, i quali hanno prodotto ricavi che passano da 82 milioni e 400 mila euro nel 2010 a 91 milioni e 300 mila, per un totale di più di 5 milioni di visitatori che fanno dei musei Vaticani una delle istituzioni più importanti a livello mondiale».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
Pellegrinaggio iStoria-Tempi in Terra Santa

Tempi Motori – a cura di Red Live

L'ultima creazione di Massimo Tamburini è "il sogno", si chiama "T12 Massimo " ed è realizzata sulla base motoristica BMW S 1000 RR a quattro cilindri. In versione solo pista sarà preda dei collezionisti più ambiziosi. Prezzo e tempi di produzione sono ancora ignoti

Una doppia coppia di alto livello, dedicata alla bici da strada e sviluppata in collaborazione con i migliori Pro. Le soluzioni tecniche si sposano con finiture al top e una linea inconfondibile. Da 200 a 350 euro, e c'è anche una versione donna

Il Gruppo FCA dona due Giulia Quadrifoglio all’Arma dei Carabinieri. Mosse dal noto V6 2.9 biturbo da 510 cv, sono destinate al trasporto d’organi e ai servizi di scorta. In arrivo altre 800 vetture per la Benemerita, ripartite tra Giulietta e Jeep Renegade.

Aerodinamica ed aerazione non sono i soli punti forti del nuovo casco della linea Speed. Molta importanza è stata data all'aspetto sicurezza, grazie all'innovativo sistema MIPS, che garantisce maggiore protezione in caso di impatto.

Appassionati del pedale, delle 2 e delle 4 ruote, questa rubrica è per voi. Ecco alcuni spunti per i vostri fine settimana. Se non sapete cosa fare date un'occhiata. Se sapete già cosa fare, potremmo farvi cambiare idea...

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana