Google+

Altro che Sanremo, è sempre più nera la crisi del mercato discografico

febbraio 20, 2012 Massimo Giardina

Nonostante il boom di ascolti dell’ultima edizione del Festival, il mercato della musica non arresta la sua picchiata. La Federazione Industria Musica Italiana ha pubblicato i dati di vendita del 2011: male cd e dvd, mentre l’acquisto digitale è ancora troppo poco diffuso.

Emma ha vinto il Festival di Sanremo. Bella canzone, ottima interpretazione, ma quali interessi si nascondono dietro questi talentuosi cantanti? Cosa muovono le case discografiche in termini di fatturato? Una ricerca condotta da Deloitte, su commissione della Federazione Industria Musica Italiana (Fimi), mostra i dati complessivi dell’industria musicale. Il fatturato totale della discografia nazionale nel 2011 è stato di 130 milioni di euro, composto da 103 milioni realizzati alla vecchia maniera, cioè attraverso la vendita fisica di album e singoli, e dai restanti 27 milioni generati dalle vendite sul mercato digitale. La Fimi ha sottolineato quanto la pirateria influisca in maniera decisamente negativa sul fatturato: «Se non ci fosse lo scarico illegale il fatturato sarebbe più o meno il doppio», fanno sapere dall’ufficio stampa. Da sottolineare che, nonostante il successo di ascolti della kermesse canora dell’Ariston, il maggior numero di acquisti musicali avviene nel periodo di Natale e non a febbraio.

La Fimi attribuisce il calo delle vendite anche all’incapacità di sostituire ai vecchi supporti fisici la cosiddetta “musica liquida“. Se infatti dieci anni fa i cd e i dvd si acquistavano solo nei negozi specializzati e ora si trovano anche nella grande distribuzione, l’acquisto elettronico registra ancora risultati mediocri. Negli Stati Uniti, per esempio, la musica in formato digitale costituisce circa il 53 per cento del consumo totale e i lettori mp3 stanno sostituendo definitivamente lettori cd e dvd. In Italia lo stesso fenomeno cresce, ma molto più lentamente. Rispetto al 2010, infatti, il mercato domestico ha subito un calo di 5 milioni di euro e ha cambiato la propria fisionomia. Nel 2010 erano 112 milioni gli euro spesi per l’acquisto di musica attraverso i canali tradizionali, contro i 103 milioni del 2011. La vendita su supporti digitali, invece, ha registrato 27,5 milioni di acquisti, qualcuno in più rispetto ai 22,5 milioni del 2010. In sostanza, si compra di meno ma lo si fa più su Internet.

I valori di mercato sono molto lontani dai risultati del periodo d’oro compreso tra gli anni ’80 e ’90, quando le copie vendute erano milioni e milioni. Ormai un cantante si aggiudica un disco di platino con 60mila copie vendute e il multiplatino con “sole” 120mila. Raggiungere questi obiettivi è considerato un successo dalle case discografiche. E pensare che negli anni 80 la canzone “Lady Oscar“, sigla del popolare cartone animato anno 80, interpretata dai I Cavalieri del Re, vendette quasi mezzo milione di dischi e la famosa “Felicità” di Al Bano e Romina Power, cantanta a Sanremo nel 1982, fu distribuita in tutto il mondo in 25 milioni di copie. A margine, però, una nota positiva: la musica italiana la fa ancora da padrona nel Belpaese, detenendo il 54 per cento del mercato (vedi classifica 2011), a fronte di una presenza dei cantanti internazionali che si assesta attorno al 40 per cento. Il restante 6% è riservato alla musica classica.  
Twitter: @giardser

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana