Un rudere può valere migliaia di euro se c’è passato davanti Bryan Adams

Non sempre le abitazioni che vediamo nei film sono costruite secondo esigenze di copione. Molto più spesso sono già esistenti, appartengono a fortunati proprietari che ne sfruttano i diritti finché possono e poi le mettono in vendita. Il caso più singolare è quello di un rudere situato in un bosco del Somerset, che la proprietaria ha messo in vendita per 60 mila sterline. La casetta in pietra è stata infatti filmata per il video di una delle hit più famose degli anni Novanta, “Everything I do” di Brian Adams, colonna sonora del Robin Hood di Kevin Costner. L’edificio risale al 18esimo secolo, ed è collegato a un mulino. Chiunque voglia fare un’offerta per questa casetta nel bosco ha tempo fino al 7 dicembre.

IL PADRINO. Di tutt’altro stile invece è la casa di Iron Man, dove il miliardario Tony Stark vive, venduta dal proprietario per 25 milioni di dollari. Un prezzo onesto per una villona con vista sull’oceano e undicimila metri quadrati di stanze. Solo duemila metri quadrati per la casa del Padrino, situata a Staten Island e stimata dal mercato a 3 milioni di dollari. La casa comprede piscina, una taverna con pub, due caminetti e quattro bagni e il cortile in cui fu girata la scena del matrimonio della figlia di Don Vito Corleone. La casa non è ancora stata acquistata, l’anziano proprietario è morto senza eredi e si attende l’offerta di un magnate ammiratore del capolavoro di Coppola.

COLAZIONE DA TIFFANY. 2,4 milioni di dollari per la villetta di Mamma ho perso l’aereo, situata a Winnetka, Illinois. La coppia di proprietari, gli Abendshien, la possedeva solo da un paio d’anni quando gli fu proposto di renderla un set. Erano già stati contattati da altri registi, ma dissero sì solo alla storia di Macaulay Culkin, perché sicuri che alla loro bambina di 8 anni sarebbe piaciuta. Chi volesse vivere come il Grande Lebowsky deve cercare casa a Venice, in California, dove si trova il complesso abitativo del Drugo, valutato 2,3 milioni di dollari. Infine, una cifra da capogiro per l’appartamento dell’Upper East Side in cui è ambientato Colazione da Tiffany, venduto per 5,97 milioni di dollari.